Ricerca nel sito: Parola Esatta
Aprile 2011 / TuttoPesaro
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Chi era Giuseppe Picciola?


Toponomastica pesarese

Metà dei pesaresi di una certa età ha fatto le medie al “Lucio Accio”, l’altra metà al “Picciola”. È un assioma incontrovertibile perché fino a metà anni ‘60 le scuole medie della città erano solo le due storiche di Piazzale Matteotti e di Piazza Del Monte. Ovviamente questo valeva per i rampolli delle famiglie benestanti (a volte anche per i ragazzi più bravi) che non smettevano la scuola con la licenza elementare, per andare a fare i garzoni in qualche bottega artigiana, e che sostenevano il temuto “esame di ammissione alle medie”. Un’altra quota di meno fortunati si “avviava” all’Avviamento (la scuola che preparava a un mestiere) oppure alla Scuola d’Arte per diventare maestro d’arte e fare l’artigiano, più di rado l’Artista con la “A” maiuscola. Poi, nel 1963, l’obbligo scolastico fu portato a 14 anni e le scuole medie sorsero in tutti i nuovi quartieri mentre le due medie del centro storico si spensero una dopo l’altra. Il “Lucio Accio” assorbito dal sovrastante Liceo Classico (del quale un tempo costituiva le prime tre classi ginnasiali), il “Picciola” cambiò nome (tanto chi era mai questo Picciola? Si saranno chiesti i nostri provvidi amministratori) e la scuola fu intitolata al più attuale don Gianfranco Gaudiano, al quale peraltro poteva essere intitolata una delle nuove scuole medie in costruzione. Grandi nomi della cultura pesarese hanno insegnato nelle due medie storiche, contraddistinte da quell’antica serietà e maggiore interesse per lo studio che contraddistingueva la scuola fatta per scelta più che “dell’obbligo”.
Ma “sic transit gloria mundi” ed è forse il caso di rispolverare il personaggio Giuseppe Picciola. Nato a Parenzo (oggi Porec) in Istria nel 1859, Picciola fu un patriota “irredentista” (questa strana parola, poco conosciuta ai giovani d’oggi, significa che desiderava che le terre istriane e dalmate di lingua italiana, perché già veneziane, fossero “redente” e tornassero a unirsi all’Italia); tanto che, perseguitato dagli Austriaci, andò esule nel 1878 a studiare letteratura italiana all’università di Pisa. Il “matrimonio” con Pesaro scaturì dal suo amore per Beatrice (Bice) Vaccai, della nobile e nota famiglia pesarese, che sposò nel 1891. In questa circostanza fu edito un libretto di Diego Passeri-Modi, Nozze Vaccai-Picciola: sonetto di Diego Passeri-Modi, Stab. Federici, Pesaro 1891. Scolaro del Chiarini e del Carducci, Picciola espresse nei Versi (1884 e 1890) e nelle Rime (1899) la tristezza del suo lungo esilio. Si batté poi con pubblici discorsi per la ”redenzione” delle terre istriano dalmate. Pubblicò un centinaio di Recensioni, in prosa tersa e colorita, fra le altre: Stanze dell'Orlando furioso (1883), i Letterati triestini (1893), Giosuè Carducci (1901), Matelda (1902), l'Antologia Carducciana (1907), Poeti d'oltre confine (1914). Carducci in particolare, con i suoi poemi storici e patriottici lo affascinava e ne divenne estimatore e amico. Dopo avere insegnato nelle scuole di Pesaro, nel 1909 divenne preside al Liceo G. Galilei di Firenze. Morì a Firenze nel 1912, riposa nel cimitero italiano di Umago, presso Parenzo. Pesaro l’ha onorato intitolandogli una scuola media e una strada in centro città.
Chissà quante volte dalla cima del S. Bartolo il nostro “Peppe” avrà guardato con nostalgia di là dal mare, verso le case di Parenzo? Questo succede ancora oggi a tanti “profughi” istriani e dalmati italiani i quali hanno lasciato le memorie della loro infanzia su quelle coste bagnate dallo stesso mare Adriatico che, speriamo, sia sempre di più un ponte, e non una divisione, con quelle terre dove Italiani, Sloveni e Croati vissero in pace per secoli durante il governo tollerante della Serenissima.
L’amico e collega insegnante di liceo Guido Mazzoni gli dedicò varie poesie, pubblicate poi a Bologna, presso Nicola Zanichelli. In una, Rimorsi, gli confida tutto lo sconforto di educatore alle prese con studenti poco sensibili ai temi della patria.

Rimorsi
A Giuseppe Picciola.

Hai tu rimorsi, professor Picciola?
Aspri io li sento in me, quando la faccia
Torbida levo ed urlo la minaccia
Tiranneggiando il regno della scuola.

Fremono i nervi; l'anima s'invola
Per la vita, del sol cupida in caccia:
Ma il corpo immoto ed il pensier s'agghiaccia
Nel lento distillio della parola.

Noi vorremmo addestrar gli arditi e umani
Commilitoni, e questo ozio saccente
Le membra e la natia virtù ci fiacca:

Noi cicaliam de' Greci e de' Romani,
E ci daremo molto dottamente
Una progenie stolida e vigliacca.

Luciano Baffioni Venturi


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
   Arrivederci Specchio…
<



TuttoPesaro  
  Premio Circolo della Stampa 2011
<
  I nonni del muretto
<
  'Pesaro Sicura'. Bastano gli specchi
<
  Brisa per critichèr
<
  Dialettando con Pagnini
<
  L'angolo di Nic
<
  Le storie sotta la Volta d'Santa Vendra
<
  Chi era Giuseppe Picciola?
<



TuttoFano  
  Gianni Lamedica: convegno e mostra
<
  Guercino a Fano
<
  Mille concorrenti per la ColleMar-athon
<
  La fontana secca di via Roma
<
  Ricci a Fano
<



Opinioni e Commenti  
  Le vittime dello stalking
<
  Visti da vicino: i Pacassoni
<
  Non litigare, concilia
<
  Il ruolo delle donne nella storia (2)
<
  Contropelo. Bandiera e festa nazionale
<
  'Video arte Scrap Pesarottama'
<
  Il piacere della carne: 20 marzo – 23 aprile
<
  Confartigianato. Cinque milioni di euro per l’export artigiano
<



Storia  
  La battaglia di Castelfidardo
<
  I revisionisti del Risorgimento
<
  Romagnoli nel Risorgimento
<
  La guerra di nonno Peppe
<



Società  
  Le applicazioni familiari del computer
<
  Canta Napoli
<
  Voci su Internet. La breccia di Porta Pia
<
  Tasse e amanti
<



TuttoSport  
  Scavolini Siviglia. Adesso serve una difesa tosta
<
  Volley rosa. Per un punto Martin(a) perse la coppa
<
  L’argent fait la guerre
<
  Regata e veleggiata
<
  Ottimo esordio stagionale LNI
<



Lettere e Arti  
  Il canuomo
<
  La 'machina volante'
<
  Riscoprire Giannandrea Lazzarini
<
  La saga dei Purtulòt
<
  I tesori della marchesa
<
  La Madonna di Casteldimezzo
<
  L'Arte confiscata
<
  La natura di Baldacci
<
  Premio Pescheria
<
  Nell'età di Pandolfo Malatesta
<
  'Giovani, insidie e veleni'
<
  Spazio Nobili. La luce nel caos
<
  Il profumo delle parole
<
  Quando cominciarono a chiamarmi signora
<
  Amici della Prosa. Il teatro in classe
<
  Poesie
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa