Ricerca nel sito: Parola Esatta
Dicembre 2006 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Usque tandem Scavolina?

Marco Calvani: le mani nei capelli.

“Quo usque, tandem?”. “Fino a che punto?”. Scomodiamo pure Cicerone. Fino a che punto, insomma, dovremo sorbirci le prove inguardabili di questa inguardabile Scavolini-Spar, senza gioco, senza personalità, senza voglia di soffrire?
Dice: però la classifica non è male, in fondo si son vinte sette partite… Approccio sbagliato al problema. Perché sarebbe bastata un'inezia, diciamo un tiro in meno andato nel buco per la Scavo (quello di Morri a fil di sirena a Jesi) e un tiro buono in più per gli avversari (quello di Young sputato dal ferro contro Sassari) e adesso Pesaro si ritroverebbe nella fanghiglia della medio-bassa classifica, senza più alcuna speranza di chiudere in testa la regular season.
Il fatto che la buona sorte finora abbia dato una mano ai nostrani non autorizza a fare come lo struzzo, a mettere la testa sotto la sabbia. Il problema è palese. È sotto gli occhi di tutti, e si risolve in poche, chiare parole: questa Scavolini-Spar è una squadra sbagliata, concepita male e assemblata peggio. Da noi richiesto di un giudizio in merito, coach Calvani non si è nascosto dietro al dito: “Le ragioni di queste prove di basso livello sono mille, e non tutte possono essere individuate da chi sta fuori dall'ambiente della squadra. Una squadra alla quale manca l'animus pugnandi, la voglia di combattere su ogni pallone”.
Atteggiamento mentale insufficiente, quindi. Ma anche, alla radice di tutto, scelte sbagliate nella composizione del roster. Lo sottolineammo un mese fa, senza peli sulla lingua in tempi di “tutto va ben, madama la marchesa”. Ed i fatti, purtroppo, ci stanno dando ampiamente ragione. Scrivemmo della scelta di un playmaker non all'altezza delle ambizioni della Società, serio e coscienzioso ma complessivamente mediocre, senza carisma e senza pericolosità offensiva. Scrivemmo dell'assurda pretesa di fare di Zukauskas un'ala forte, uno che sapesse battersi duramente a suon di gomiti sotto le plance; mentre “Minda” è sempre stato e sempre sarà un giocatore perimetrale, buon difensore e con gran tiro dalla lunga, ma senza la fisicità necessaria per fare a sportellate contro i power forwards avversari nell'area colorata.
Ed ecco che finalmente la Società si dichiara pronta a mollare Mathis per un play di razza e a firmare un lungo vero (Montonati, altra bufala) da affiancare al povero Podestà, il quale sta facendo ogni domenica il boia e l'impiccato per far quadrare il bilancio. Senonché, almeno finora, le buone intenzioni sono rimaste sulla carta: nulla di concreto si intravede ancora all'orizzonte, complice sicuramente un mercato non facile, ma anche, forse, a causa di una certa mancanza di risolutezza da parte degli addetti ai lavori. Valga per tutti l'esempio di Andrea Pecile. Già visto ed apprezzato a Pesaro, è sotto contratto ad Avellino (con clausola di uscita). Play di ottimo livello e di grande esperienza nel basket europeo, per la Scavo-Spar sarebbe come il cacio sui maccheroni, in quanto permetterebbe di prendere un americano di stazza e di talento nel ruolo di “quattro”, magari dai prossimi tagli Nba. Invece ancora non se n'è fatto nulla, e forse nulla se ne farà, perché l'operazione è onerosa, non è facile convincere Andrea a scendere in A2, e così via.
Ma l'opzione migliore, a nostro giudizio, rimane proprio questa: playmaker italiano o comunitario e ala forte americana, con muscoli e punti nelle mani. Zukauskas partirà dalla panca come preziosa arma tattica, in grado di alternarsi con Hicks e soprattutto con Myers, che non può mai tirare il fiato, spremuto come un limone ogni domenica per tenere a galla la barchetta. Scegliere bene non è facile. Però occorre sbrigarsi, perché il rischio è quello di chiudere la stalla quando i buoi (leggi primo posto in regular season) saranno già scappati, e non resterà allora che affidarsi alla roulette russa dei play-off.

Alberto Pisani

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  La Squadra Mobile: l'occhio della “civetta”
<



Speciale  
  La provincia dei cento borghi
<



Natale  
  La Festa delle candele apre all'Europa
<
  Il ceppo magico
<
  Il Natale è servito
<
  Babbo Natale a casa tua!
<



TuttoPesaro  
  La Stella d'Oro del CONI a Valter Scavolini
<
  Immigrati o cassonetti?
<
  Mandiamoli a Villa Fastiggi
<
  Arriva il “Nuovomondo”
<
  Le “opere d'arte” installate in città
<
  I primi 97 anni di Ezio Cartoceti
<
  Verter Baldassarri, il re di Piazza Esedra
<



TuttoFano  
  La lettera di “Prometeo”
<
  Il Mutuo Soccorso nella Fano dell'800
<
  Chiama l'Africa: il calendario 2007
<
  Mostra mercato dell'economia solidale
<
  Il centenario di Alma Juventus
<



Opinioni e Commenti  
  Pillole di storia – Dicembre 1941. La notte di Alessandria
<
  Bullismo e solidarietà
<
  Genitori e figli
<
  Tagli alle spese: un dialogo tra sordi
<
  Confcommercio: “Una finanziaria da cancellare”
<
  La Confartigianato contesta la Finanziaria
<



Società  
  Il divino potere dei mantra
<



Salute  
  Visti da vicino: Silvio Garattini
<
  Il carcinoma della mammella
<
  Tubercolosi killer in Sudafrica
<
  Regione Marche: il nuovo sistema sanitario
<



TuttoSport  
  Usque tandem Scavolina?
<
  Volley: partiti!
<
  Edoardo Ziccarelli, l'amico del mare
<



Lettere e Arti  
  La storia degli Orti Giuli
<
  La grande arte torna a casa
<
  Danzaterapia: un incontro
<
  Napule ca se ne va
<
  Il tanga del 23 dicembre
<
  Amore stanza n. 17
<
  Visita in Psichiatria
<
  L'uva e l'ulivo
<
  Omaggio ad Amedeo Bertùccioli
<
  Mostre: Claudia Baldassarri
<
  Questioni di lingua: I meriti del franco tiratore
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Pensieri di Donatella
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa