Ricerca nel sito: Parola Esatta
Febbraio 2001 / TuttoFano
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Emilio Antonioni, pittore di Fano
L’artista nel ricordo di suo nipote
Caro Specchio della città, nel numero di gennaio 2001 Maria Tombari, col suo articolo “Camminando con Fabio Tombari” mi ha fatto rivivere emotivamente l'atmosfera della casa e del carattere di mio zio Emilio Antonioni, grande e sfortunato artista che nonostante le tante difficoltà è riuscito per tutta la vita a fare ciò che amava: dipingere, dipingere, dipingere anche senza colori sufficienti, anche sulle ghette dei commilitoni al fronte, grazie all'appoggio della sua consorte Regina Paci, la quale non disdegnava di impegnarsi nel lavoro di domestica a ore per aiutarlo a sostenere economicamente la famiglia. La descrizione del suo ambiente di vita e del suo animo fatta da Maria Tombari: “…una stanza scialba, un uomo piccolo, magro, povero, con gli occhi bruciati dall'anima e dal sentimento… nature morte e marine appoggiate qua e là… i rifiuti delle tele e del legno scartati per terra… Si girò prese una marina e me la mise fra le mani!… Quell'uomo meschino solo nell'aspetto ma così grande invece interiormente”, mi commuovono, perché io, ragazzo di 10-15 anni (erano gli anni '50) li ho vissuti da vicino frequentando abitualmente la casa di mia zia “Gina”, partecipando con lei al lavoro del “ciacà màndul” e del “sbrucà i garagòj” e con zio “Milio” al suo lavoro di artista, quando mi pregava di fargli da modello per qualche particolare del corpo (mano–piede) nel suo alto rifugio, le cui finestre davano parzialmente sui tetti; quando mi mostrava i suoi lavori; quando aveva bisogno di un piccolo servizio perché doveva partire in bicicletta carico di materiale per andare a dipingere panorami e marine. Sollecitato spesso da zia Gina: “Dài Chico va su a veda cu fa lo zio Emilio” che lo incoraggiava sempre. Quanto avrei voluto che tutti gli amici dello zio Emilio fossero come lei signora Maria Tombari! Quel regalo datole col cuore, è stato ricevuto con altrettanta passione da lei che col suo scritto (di cui mi permetto di ringraziarla io dato che i suoi figli Tullio e Vittorio sono mancati) lo ha degnamente onorato. Altri, purtroppo, quando venivano in visita si premuravano di razziare il più possibile quadri; così diceva mia zia, che si lamentava col marito perché - per carattere o per necessità - si lasciava troppo ingenuamente spogliare dei suoi lavori. Ringrazio mia madre (sorella di Regina) perché nei momenti critici ordinava allo zio ritratti di tutti i componenti la nostra famiglia ed il poco di bene che lei riusciva a fare alla sorella ora si è tramutato in un grande valore affettivo per me! Ora che lo zio non c'è più fioccano i riconoscimenti per la sua arte. Certo sinceri e graditi ma ormai - come per tanti artisti - più “utili” forse per i vivi.

Federico Pizzicara

P.S. Per spiacevoli vicende sono andati perduti i due ritratti delle mie nonne: Cesira Paci (nata Pedinelli) e Palma Pizzicara (nata Viviani). Potrebbero essere finiti a Pesaro. Prego – tramite il giornale – chi li avesse di contattarmi! Grazie.


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Abbonamenti
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<
  
<



TuttoPesaro  
  Pesaro, la storia infinita della Darsena
<
  Furto milionario all'Osteria della Posta
<
  El giorne d'San Valenten
<
  Ciao, Madre Flora
<
  Alla riscoperta delle parole dialettali
<
  Il sogno dentro
<
  Un'idea giovane a Piazza Redi
<



TuttoFano  
  Salvare il verde per vivere meglio
<
  Emilio Antonioni, pittore di Fano
<
  Dal manganell al... rìcin?
<



Opinioni e Commenti  
  I disoccupati volontari
<
  Il posto comodo
<
  Diario dal carcere:
Le bollicine nel cielo

<
  Le Società Operaie
<
  La prima Messa di Pasqua
<
  Curiosando per la provincia
<



Speciale  
  Il 'Pianeta Immigrazione'
<
  Il muratore peruviano
<
  Una marocchina di successo
<
  No alle divisioni
<



Salute  
  Le vene varicose:
La terapia medica e chirurgica

<



Società  
  Viva la ciccia col pomodoro
<
  Medico e paziente
<



Consumatori  
  L'eterna giovinezza
<
  La pubblicità ingannevole
<
  L'auto a tre cilindri
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Amici Nostri  
  Animali come oggetti
<
  Elogio della tigre
<
  El mi chen
<
  A Kitty
<
  Arriva il taxi per cani e gatti
<



Lettere e Arti  
  Il libro dei fessi
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Le compagne dei geni
<
  La magia dei Carmina Burana
<
  Lo squillo di Marcellina Lotti
<
  Viaggiando con Fabio Tombari
<
  Il miracolo della mela
<
  I bronzi sofferenti di Claudio Cesarini
<
  Ti racconto... una poesia
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa