Ricerca nel sito: Parola Esatta
Febbraio 2003 / Amore
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Poesie

Alcinoe

PIOGGIA PROFUMATA

Ancora ti ricopro come zolla di neve
che tiene caldo il semincello
sotto la coltre lieve
nei pochi attimi del tuo
ultimo sonno, prima del risveglio.
Ora germogli e sali, rampicando
il tuo fusticello schietto
sul mio muro paziente
e già spunti
più su del tetto.
Poi picchietti la mia gronda
come una pioggia profumata
ed io ti godo.
Odo tutto di te
so la caduta
di un petalo d'acacia
sulla ghiaia.
Non c'è né prima né dopo
mentre ti sento
trascorrere d'età:
un sol momento vivo di te
nella contemporaneità.
C'è tra di noi
un doppio cannocchiale
dentro il quale
ci guardiamo l'un l'altra
ingrandendo
e rimpicciolendo
il limite di campo
ed è veduta
che nel profondo esclude
ogni altro sguardo.

Regina Taccone

TU SEI…

Sei nella Luna crescente,
poiché sei la speranza della sera.
Sei nelle Stelle,
perché sei tu il chiarore della notte.
Sei nel Sole che s'alza a mezzogiorno,
poiché sei la mia sola Verità.
Sei nell'Acqua
che dissipa i miei dubbi
e nel Fuoco
che scalda le mie sere,
nell'Aria pura delle eccelse vette
e nella Terra
che nutre e mi sorregge.
Non un uomo qualunque,
tu sei la mia ambizione:
l'Uomo dei sogni che non ho sognato,
il Dio nel quale non ho mai creduto,
quella Certezza che non ho trovato.
Hai messo in discussione
le mie teorie,
hai distrutto fantasmi del passato,
hai seminato
sugli amorfi viali del futuro.
Sei l'Amore
che vive di miracoli,
che desta insospettati mutamenti,
e non finisce di stupire mai!

Umberto Marchetti

LE FARFALLE GIALLE

Sono arrivate presto con il "garbino",
come sempre, le farfalle gialle;
sembrano arrivare dal mare dopo un lungo viaggio;
forse vengono da luoghi dai mille colori
per annunciare la primavera;
girano allegre, cercano i primi fiori;
anch'essi hanno il colore del sole;
fanno capolino le prime viole.
Il vento caldo dilata il cuore.
Tutto questo era per Lei.
Il mio cuore è lacerato.
Domani "era" San Valentino.

Anto 

LA DURA QUERCIA

Anche chi sembra che sia
una dura quercia,
è un essere umano,
ha un cuore, un'anima,
una sensibilità,
conosce la paura,
la solitudine,
la disperazione,
la delusione,
la miseria,
la rabbia, le angosce.
Con i suoi alti e bassi
ha voglia di vivere
nella sua semplicità,
ama l'allegria e la serietà
desidera amare ed essere riamata
con sincerità.

Francesco La Ciura

A MIO NONNO

Piango, davanti alla tua tomba.
Solo, la voce rimbomba.
Parlo del tempo passato,
di quello che mi hai dato.
La tua foto che sorride,
e che il mio pianto decide.
Lacrime scendono quando penso a te,
in sei mesi sei andato con uno strano perché.
Non un ricordo mi torna in mente,
son sordo a quel che dice la gente.
Tu eri un buono, un introverso,
ancora non ci credo, ti ho perso...
Un incubo di 48 ore,
un incubo finito in dolore.
Ti stringevo la mano,
stavi andando lontano...
Ascoltavo i tuoi lamenti
dal divano del soggiorno,
stringevo i denti
e aspettavo un altro giorno.
Ma alle 23 del 23 te ne sei andato via,
senza sapere che... mi lasciavi una pazzia...
Ti ascoltavo chiamar Dio,
ma rispondevo solo io.
Eri lì in agonia,
ma lui lascia che sia quel che sia.
Mi hai amato più di te,
io ero quasi un re...
Forse non l'ho dimostrato,
ma credimi, anche tu sei stato amato.
E' un amore che continua,
anche se non ha più senso,
si concentra in una linea,
è un dolore intenso.
Non dimenticherò mai il tuo ultimo respiro.
Quella sera ho capito che nessuno è immortale.
Se la mia religione non mi darà ragione,
sarò contento solo per una cosa:
rivedrò te.

Paolo Pompei

IL NONNO RICO

Tante cose aveva visto il nonno Rico
e della vita aveva capito
che si doveva lavorare e faticare,
fare i fatti e non predicare.
Con il suo viso aperto e pulito da contadino
ti invitava a bere un goccio di vino,
da tutti quanti era benvoluto,
nessun amico aveva mai perduto.
La fame, i pensieri, la guerra…
era poi tornato a lavorare la terra,
sulle sponde del fiume aveva il suo orto
proprio a due passi dall'acqua del porto,
coltivava cetrioli, patate, fagioli e piselli…
con lui ho vissuto i giorni più belli.

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<
  10 cent per l'ANT
<



PrimoPiano  
  Politici allo Specchio: Palmiro Ucchielli
<



TuttoPesaro  
  L'omaggio dei pesaresi a Ciclòn
<
  Il silenzio del Comune
<
  Ridateci le vecchie targhe stradali
<
  Il mercato e la Polveriera
<
  La stazion dle corier
<



TuttoFano  
  Carnevale: un messaggio di vita
<
  Giulietta e Romeo al Teatro della Fortuna
<
  Il centro naturalistico di casa Archilei
<



Opinioni e Commenti  
  Gli scatti d'autore di Luce Genga
<
  Shoah: il giorno della memoria
<
  Il rientro in Italia degli eredi Savoia
<
  La Regione Marche e il Minculpop
<
  L'uomo tiranno contro gli animali
<
  Pensieri in libertà
<
  Hanno detto
<



Salute  
  Liposuzione e liposcultura
<
  Insonnia: le notti bianche
<
  Le polluzioni notturne
<
  I consigli del dottor Pincus
<



Amore  
  Caro amore ti scrivo...
<
  I neuroni
<
  Un amore in Bretagna
<
  Poesie
<



Consumatori  
  E la gente sta a guardare
<
  Attenzione alle erbe medicinali
<
  Il Caso: L'airbag difettoso
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



TuttoSport  
  Ricordo di Angelo Romani
<



Lettere e Arti  
  “La Sacra Famiglia” di Francesco Mancini per la Fondazione Carifano
<
  Personaggi allo Specchio
<
  Il MarAmor di Omiccioli
<
  I Cantarini trafugati
<
  Piccola Ribalta: Omaggio a Claudia Gardenghi
<
  Cronache dal passato: Vetri e cristalli pregiati a Pesaro
<
  Marcello Sparaventi: mostra fotografica
<
  Giovanni Pierpaoli, un pittore, un eclettico (1833-1911)
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa