Ricerca nel sito: Parola Esatta
Febbraio 2003 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Il MarAmor di Omiccioli

Il passionale MarAmor

 

In questo nostro tempo futile ed esibizionista, in cui gli unici valori che sembrano contare sono quelli espressi da una TV bottegaia, senza idee e celebrativa del nulla, c'è anche, per fortuna e purtroppo, chi un libro se lo scrive, se lo illustra, se lo paga, se lo edita e te lo porta, regalandoti la possibilità di farne la prefazione.  Proprio questo ha fatto lo scrittore fanese Mario Omiccioli, nei primi giorni di gennaio, con il suo “MarAmor”: antologia e florilegio di una vita, la sua, di una città, Fano, e di un mare, l'Adriatico verde e sornione un po' lago e un po' sirena, un po' mito e un po' canzone.

Una strana discrasia ha segnato la vita di Mario Omiccioli: nel fisico imponente, nel gesto provocatorio, nel modo di porsi, nelle pubbliche testimonianze di fatti e di pensieri Mario è stato più un tribuno che un intellettuale; ma nelle private e personali ricerche culturali, nelle affabulazioni storiche, nelle meditazioni di fatti umani e sociali, è sempre stato un raffinatissimo, fantasioso e talentoso intellettuale, incapace di esibirsi in plateali promozioni di sé e delle sue opere. Molti sono gli scritti straordinari e semi-sconosciuti di Mario Omiccioli: snobbati dagli accademici perché troppo ricchi di “umori” vitali e carnali, troppo carichi di profumi, di voci e di sentimenti riacciuffati da antichi documenti e dai “latinorum” dell'erudizione: snobbati dai lettori nazionalpopolari perché troppo rigorosamente incentrati nella Storia con la “S” maiuscola e tesi tutti a comunicare un intento colto e meditativo. Non possiamo dimenticare il suo “L'Isauro e la Foglia” (1986), affresco ottocentesco di una Pesaro piccola e vibrante di cultura, musica, erudizione e pettegolezzo; né “Quotidie Raphael”, la raffinatissima agenda dell'Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino, anno 1983, dove Mario scrive del divino Raffaello, della sua vita, dei suoi amori e della sua arte incomparabile con le parole rare dell'amore per la nostra “amabile terra”; né i due volumi dell'almanacco 1984, intitolato “La parte del gallo”, dove Mario propone e commenta gli scritti di Fabio Tombari e i disegni di Giorgio Spinaci, suoi amici del cuore; né quell'antologia impareggiabile e ricchissima di curiosità storiche scritta a più mani, intitolata “All'ombra della quercia d'oro” (1982), in cui sfilano tutti i Duchi Della Rovere nel bene e nel male, nella storia e nella favola, nei documenti e nel sogno. Collaboratori attenti e appassionati di quelle avventure, furono Nando Cecini e Dante Piermattei.

Poi le poesie: nel 1987, assieme a Emilio Bruni, Giuseppe Mari, pubblica “33 poesie di 3 amici” con le illustrazioni di Bruno Bruni: sono le parole liriche della nostalgia e dei ricordi che connotano un'amicizia lunga e fedele, filtrata dalla professione politica, dalle cariche pubbliche, dalle ideologie, senza mai sacrificare però i sogni, i sentimenti e i desideri d'amore sentiti come espansione a motivi umani universali. Poi, tratteggiata con i segni di un'apoteosi riottosa e celebrativa, la prefazione alla “Banda d'Grossi”, storia rusticana di un banditismo nostrano, provocato dall'ingiustizia e dal sopruso. Sarebbe bello e doveroso riunire tutti gli scritti che Mario ha pubblicato nel glorioso periodico “La Provincia di Pesaro e Urbino” degli anni ‘80, quando ne era il responsabile colto e appassionato: recensioni di mostre, interviste a personaggi, cronache ricche di riferimenti e indicazioni che cercavano nei riti magici delle date e delle ricorrenze l'inquieto chiamarsi e rispondersi della cultura viva e vitale espressa dalla nostra terra.

Ora che tanto tempo è passato da tutto questo, Mario Omiccioli ritorna con un “liber” composito, strano e passionale, un po' biografia e un po' storia, un po' poesia in italiano e in dialetto e un po' cronaca, ricco di un apparato iconografico di travolgente liricità e di struggente potere rievocativo. “MarAmor” è il titolo, che concentra in un unico neologismo il sentimento di viscerale appartenenza del suo autore al mare e al porto di Fano, quando mare e porto erano un universo salmastro di povertà, coraggio e poesia dove i soprannomi dei portolotti, i nomi delle barche, dei venti e dei pesci, diventavano protagonisti di gustosi aneddoti, di romanzi e di canzoni. E' una dichiarazione d'amore con tutti i toni dell'iridescenza e della carnalità suggeriti dal ricordo di una infanzia e di una giovinezza vissuta fra i colori, le luci, i sapori, i suoni dell'Adriatico.

 

Ivana Baldassarri


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<
  10 cent per l'ANT
<



PrimoPiano  
  Politici allo Specchio: Palmiro Ucchielli
<



TuttoPesaro  
  L'omaggio dei pesaresi a Ciclòn
<
  Il silenzio del Comune
<
  Ridateci le vecchie targhe stradali
<
  Il mercato e la Polveriera
<
  La stazion dle corier
<



TuttoFano  
  Carnevale: un messaggio di vita
<
  Giulietta e Romeo al Teatro della Fortuna
<
  Il centro naturalistico di casa Archilei
<



Opinioni e Commenti  
  Gli scatti d'autore di Luce Genga
<
  Shoah: il giorno della memoria
<
  Il rientro in Italia degli eredi Savoia
<
  La Regione Marche e il Minculpop
<
  L'uomo tiranno contro gli animali
<
  Pensieri in libertà
<
  Hanno detto
<



Salute  
  Liposuzione e liposcultura
<
  Insonnia: le notti bianche
<
  Le polluzioni notturne
<
  I consigli del dottor Pincus
<



Amore  
  Caro amore ti scrivo...
<
  I neuroni
<
  Un amore in Bretagna
<
  Poesie
<



Consumatori  
  E la gente sta a guardare
<
  Attenzione alle erbe medicinali
<
  Il Caso: L'airbag difettoso
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



TuttoSport  
  Ricordo di Angelo Romani
<



Lettere e Arti  
  “La Sacra Famiglia” di Francesco Mancini per la Fondazione Carifano
<
  Personaggi allo Specchio
<
  Il MarAmor di Omiccioli
<
  I Cantarini trafugati
<
  Piccola Ribalta: Omaggio a Claudia Gardenghi
<
  Cronache dal passato: Vetri e cristalli pregiati a Pesaro
<
  Marcello Sparaventi: mostra fotografica
<
  Giovanni Pierpaoli, un pittore, un eclettico (1833-1911)
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa