Ricerca nel sito: Parola Esatta
Gennaio 2004 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Questioni di lingua: errori veri e “comune sentire”

Cambia la società, cambiano le generazioni, cambiano – e non può essere altrimenti – le prospettive della linguistica. Non appare più la lingua un insieme di enunciati immuni da variazioni né la grammatica un corpus tendenzialmente immutabile di leggi da far rispettare, come autorizzava a credere l'insegnamento tradizionale, fondato sul modello letterario. Oggi che i confini tra lingua “letteraria” e lingua “comune” tendono a scomparire, nella concomitanza dei più diversi contesti comunicativi (scritto, parlato, lingua dello Stato, della scuola, dell'esercito, del cinema, dei giornali…) la percezione di forme errate e corrette diviene più flessibile e gli usi tendono ad essere sempre meno rigorosamente esclusivi: secondo quello che Luca Serianni definisce “il comune sentimento della lingua”, non necessariamente legato a ragioni etimologiche e puristiche. Il grammatico può solo prenderne atto, può all'occorrenza con buone ragioni opporvisi, ma con scarsa possibilità di incidenza se l'intera comunità sostiene una propria scelta espressiva.
Sicché appare ben arduo, per esempio, il ripristino di pronunce etimologicamente corrette quali valùto, travìo, evapóro, guaìna, salùbre… Tipico il caso, abbastanza ricorrente, di due plurali trattati con disinvoltura come singolari: il murales, un vigilantes, forme grossolanamente errate. Si tratta di due spagnolismi, di ascendenza latina (“murus” e “vigilare” nella forma participiale) che suonano al singolare, nell'idioma di provenienza, rispettivamente mural (genere di pittura dell'arte messicana moderna, affresco) e vigilante (guardia giurata).
Frequente anche l'uso di reggenze (diretta/indiretta) grammaticalmente e razionalmente insostenibili. Qualche esempio.
Inerente l'argomento o inerente all'argomento? La forma corretta è quest'ultima. Inerente è participio presente di inerire, a sua volta derivato dal latino in-haerere. Il suo significato è propriamente: “atto ad aderire” (haerere) e quindi “attinente, pertinente a qualcosa”.
Adempire (o adempiere) un dovere, una promessa o adempire a un dovere, a una promessa? La costruzione di questo verbo (dal latino implere=riempire, compiere, col prefisso rafforzativo ad) è transitiva. La forma oggi consolidata adempire a è del tutto ingiustificata. Diremo dunque correttamente adempire un dovere, una promessa, un voto.
Si sobbarca un peso o si sobbarca a un peso? Sobbarcarsi (sobbarcare) richiama il termine pre-romano barca, barga (mucchio) col prefisso sob (sotto). Il senso “sottoporsi a un onere gravoso” richiede la costruzione dativale (sobbarcarsi a…) ed esclude quella transitiva oggi largamente diffusa.
Affiora dunque un'ampia gamma di anomalie. E' auspicabile che la spia dell'errore si accenda nella coscienza normativa dei parlanti, per ripristinare i diritti della logica oltre che della correttezza grammaticale.

Alfredo Prologo


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto: un terno di Origene
<
  Redazione
<
  Hanno detto
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Politici allo Specchio:
Oriano Giovanelli e
Cesare Carnaroli

<
  Italia dei Valori
<
  La Lista ‘Uniti per Fano'
<
  La tribuna politica dello ‘Specchio della città'
<



TuttoPesaro  
  Dimenticato il tuffo del Gatto
<
  “Per chi suona il campanello”
<
  Il “vigile”Alberto Sordi
<
  Un concorso di ceramica
<
  La pubblicità TV
<



TuttoFano  
  L'esperienza di una ragazza fanese di ritorno dallo Zambia
<
  Il sogno del Parco
<
  Sergio Carboni a Cuba
<



Opinioni e Commenti  
  Alla scoperta degli antichi lavatoi
<
  L'accompagnamento per i ciechi
<
  Laboratori di lettura per tutte le età
<
  Professioni allo Specchio - Il Pasticciere
<



Salute  
  L'abbuffata del benessere
<



TuttoSport  
  Basket: Il fenomeno Ford
<
  La Scavolini all'Università
<
  Le ragazze del Volley
<
  Vela
<



Consumatori  
  La tavola imbandita dei briganti
<
  I miracoli dell'origano
<
  Il Caso: Il progetto della piscina
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  Saturno Meletti, baritono fanese
<
  Le tele iperboliche di Franco Baldelli
<
  Il roseto di Riccardo Zandonai
<
  Questioni di lingua: errori veri e “comune sentire”
<
  Arte contemporanea al ‘Conventino'
<
  Gli ulivi
<
  Massimo Mercolini: emozioni sulla tela
<
  La trottola del nonno
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa