Ricerca nel sito: Parola Esatta
Gennaio 2006 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Uno sport di origine antichissima: Le bocce

Un giovane Ripanti in azione.

Nell'Universo Qualcuno evidentemente ha giocato a bocce. Nei sistemi solari (anche nel nostro) certe bocce gravitano attorno ad un pallino, spesso molto più grosso di loro. La stessa storia che conosciamo è piena di bocce: ritrovamenti in Turchia di sfere di pietra risalenti al 7000 a.C.; prove del gioco in Egitto risalenti al 2500 a.C.; notizie di Greci e Troiani che giocavano a bocce durante le pause della guerra-assedio; ritrovamento negli scavi di Pompei di un bocciodromo del III secolo a.C. con otto bocce e sostituzione da parte dei Romani della pietra col legno per le loro bocce; nel Medioevo strade, piazze e castelli erano pieni di bocce. Durante l'unificazione d'Italia fu Giuseppe Garibaldi a popolarizzare il gioco, la prima Società italiana nacque a Torino nel 1873; ad Atene nel 1896 ci fu la prima Olimpiade delle bocce; la prima Unione bocciofila piemontese nacque nel 1898, mentre il primo regolamento tecnico fu ideato nel 1904. Il nostro Paese continua ad essere trainante in questo antichissimo ed attualissimo sport, anche se il momento denota una certa stasi. Anche Pesaro rivela una certa sofferenza di praticanti attuali e anche in proiezione futura, visto lo scarso ricambio generazionale. Ecco, i giovani a Pesaro sembra proprio che vogliano disconoscere lo sport boccistico; unico “esemplare” di gioventù cittadina resta per ora il solo 23enne Cristian Giovannini, anche se i paesi del circondario e dell'entroterra vantano una nutrita schiera di giovani bocciofili.
A Pesaro l'onda del gioco (non ancora sport) ha origini relativamente lontane: già prima degli anni ‘30 alcuni spiazzi sterrati del tessuto urbano e suburbano si prestavano ottimamente all'uopo, facendo seguito alla “boccia alla lunga” e al “quarantotto” delle nostre campagne ed alla “griffata” sulle spiagge. Negli anni precedenti ed immediatamente successivi all'ultimo conflitto molte osterie si attrezzarono col loro impianto sportivo: uno spiazzo libero, adiacente, sempre più livellato e sempre più teatro di sfide tra bocciofili agguerriti (pur sempre all'insegna del “chi perde paga da bere”). Già erano sorti i circoli “Risorgimento” (poi “Concordia”, in città) e “la Combattente” (a Fano). Subito dopo la guerra la riorganizzazione federale del gioco rispolverò l'aspetto sportivo e all'inizio degli anni ‘50  l'intera provincia vide una fioritura di tanti campi da bocce, in terra bianca pressata a rulli, all'aperto con cornice di pioppi, con tanti praticanti e tanti spettatori ancora “liberi” da televisioni. Cominciò lì la vera storia sportiva di alcune Società bocciofile cittadine. Che oggi sono: la “Duilio Fabi” di Santa Maria delle Fabbrecce, la Isauro Soria, la “Concordia”, S. Maria di Loreto, la “Novilarese”, la Rinascita di Villa Ceccolini, la “San Luigi Gonzaga”. La più storica può essere la “Concordia”, sorta già negli anni ‘30 e che riuscì ad annoverare nomi di prestigio tecnico: Bruno Tonucci, Severino Iacomucci, Luigi Cardellini, Welter Pandolfi, Carlo Biondi, Gino Giommi, Valentino D'Angeli e i fratelli Cipressi, Mosca, Camussi, Ripanti. La non meno valente Società “D. Fabi” ha ostentato i vari Renzo Battistelli, Tonino Eusebi, P. e F. Rastelletti, Castellani, Renzo Bravi. Pur se il proselitismo boccistico attualmente langue, i risultati di giocatori locali non mancano: Oscar Ripanti campione italiano (terna 1991), G. Allegrezza, D. Alessandrini, O. Ripanti (Concordia, terna vicecampione italiano a Perugia ‘95), Giorgio Allegrezza (Società Colbordolo) campione italiano individuale “over 60” 2002/04, Renzo Bravi (Fabi) campione italiano “C - over 60”, Società Colbordolo campione italiano a squadre (2004) di serie “A”.
L'attuale situazione di sofferenza dello sport boccistico locale può dipendere da una certa carenza di strutture con attrazioni variegate ed adatte per i giovani (molte speranze sono riposte nel promesso nuovo bocciodromo comunale), ma molto dallo scarso battage dei “mass media” e dalle scarse possibilità di guadagno (saranno una trentina su territorio nazionale i professionisti élite di serie “A”).
Con l'adozione dei nuovi e livellati fondi dei campi, un po' è cambiata la situazione di gioco, azzerando furbizie e conoscenze di trucchi e pendenze; così a volte anche un mediocre può far bella figura, ma a lungo andare il giocatore di valore emerge sempre. Sono da confutare sia l'idea di specialità facile, sia quella di gioco e hobby; oggi quello delle bocce è uno sport vero che esige preparazione fisica, concentrazione nervosa, sempre più perfezionati automatismi e progressivi decondizionamenti emotivi. “Provare per credere!”, verrebbe da dire, soprattutto ai giovani, sempre più attratti da sirene stereotipate e non sempre edonisticamente soddisfacenti.
Il riferimento per i neofiti restano i vari bocciodromi, ma la bussola per chi comincia ad avere un… pallino in testa orienta verso un certo negozio specializzato (per attrezzatura tecnica, idee e commenti) ubicato a Pesaro all'inizio di Via Kennedy.

Massimo Ceresani

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  'Casa Paci': una speranza
per i detenuti

<



TuttoPesaro  
  Made in Pesaro: le grandi marche della città
<
  "La Famiglia" di Mattew Spender
<
  Il Comune e gli auguri "politicamente corretti"
<
  L'organetto di Fiorucci
<
  Controvento
<
  Al comando del porto
<
  Le bonb d'Falusa
<



TuttoFano  
  Ad un passo dal sottopasso?
<
  Nostalgia
<
  La frana di San Lazzaro del 1934
<
  Dimore e memorie fanesi
<



Opinioni e Commenti  
  La politica americana: due pesi e due misure
<
  Il sogno europeo
<
  Le generose indennità dei consiglieri regionali
<
  Lezioni di felicità: Vivere più adagio
<
  Diario di un cane
<



Società  
  Il test di personalità
<
  Perché sono contro lo Statuto dei lavoratori
<
  Pillole di saggezza:
I due semi

<
  Risultato test
<



Salute  
  La terapia chirurgica dell'obesità
<



TuttoSport  
  Intervista a Valter Scavolini:
Dobbiamo avere fame di vittorie

<
  Volley: Il volo delle colibrì
<
  Uno sport di origine antichissima: Le bocce
<
  Ricordo di Adriano Rosati: I piatti del boxeur
<
  Il rugby sul treno per Modena
<
  Una piccola enciclopedia per la Pesaro sportiva
<



Lettere e Arti  
  Il 'Cantar lontano'
di Marco Mencoboni

<
  Il sesso nell'arte
<
  'La Nuova Provincia Bella': 140 immagini
per raccontare il territorio

<
  Visti da vicino:
Arnaldo Pomodoro

<
  Il compleanno di Tuli, dolce scrittrice greca
<
  Una domenica biblica
<
  Due battute di Lucio Dalla
<
  Mostra fotografica "Dove spira il silenzio"
<
  La performance di Viola Tonucci
<
  Questioni di lingua: Un'attitudine intrigante
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa