Ricerca nel sito: Parola Esatta
Gennaio 2010 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Storiella di Natale

A dicembre un nonnetto camminava mesto, con un giornale sotto braccio, diretto verso il parco cittadino. Al suo fianco il nipotino di cinque anni su una moto elettrica, e con gli occhiali da sole colorati; più avanti la nipotina di undici anni con bici a pedali (ma con batteria elettrica in funzione) e alle orecchie gli auricolari dell’i-Pod. Le scuole e gli asili erano già chiusi per le festività natalizie ormai prossime e pertanto il nonnetto, con i genitori impegnati al lavoro, era di turno a badare i bambini. Giunti al parco i tre, parcheggiati i loro mezzi di locomozione, si sedettero su una panchina.
Il bambino estrasse dalla tasca del giubbotto firmato il suo game-boy e si mise a giocare a testa china: bim… plin… tin… tu… tu… tu… tomb… bim… plin… tin… tu… tu… tu. La bambina, sistemati i capelli scompigliati dal vento della recente pedalata “automatica”, sedette sulla panca dall’altro lato, tirò fuori da una tasca del suo vestitino il suo cellulare palmare ed iniziò a pigiarne i tasti, messaggiando e rileggendo le risposte in continuazione: bip… bip… tut… tut… bip… click… tut… tut.
Dopo qualche minuto al bambino vide finire le batterie del giochino.
“Nooo! Mannaggia, mi si è scaricato! Proprio adesso che stavo per battere il record”. Poi, rivolto al nonno: “Ma come mai oggi siamo con te, nonno?”.
“Perché mamma e papà lavorano”.
“Quanto vorrei che avessero più tempo per noi”, proseguì il bambino.
“Ma a casa non parlate con loro, a pranzo, a cena o la sera?”, chiese stupito il nonno.
“A pranzo ascoltano il telegiornale e così la sera, poi ci sono altri programmi: Grande Fratello, Isola dei famosi…”.
“Vedessi che belli – interloquì la sorellina più grande mentre pigiava i tasti del suo telefonino – nonno, tu non li guardi?”
“No – rispose il nonno – a dire il vero io il tempo lo passo chiacchierando e discutendo con la nonna; forse qualche film ce lo guardiamo la sera, ma solo se veramente interessante, e comunque non troppo tardi, prima che ci prenda sonno”.
“E di cosa parlate?”, chiese ancora la bambina. Ma non fece in tempo a finire la frase: “Per la miseria non ho più credito …”, e quasi le venne voglia di lanciare il palmare dalla rabbia.
Il nonno riprese mesto: “Parliamo di qualsiasi cosa: di come è andata la giornata, chi abbiamo incontrato, che impressioni ci siamo scambiati, come eravamo vestiti, se erano felici o tristi”.
“Che bello sarebbe se anche noi lo facessimo con papà e mamma?”, disse il piccolo.
“E aggiungerei io – disse il nonno – che bello sarebbe se vi metteste a correre ed urlare nel parco con altri ragazzi come voi”.
“E’ vero, chissà da quanto non gioco più a pallone con i miei amici. Lo chiedo a quei bambini là!”, esclamò il bambino dirigendosi verso un gruppetto di coetanei.
“E tu bambina mia potresti fare altrettanto con le tue amichette, se solo stacchi la spina di quel marchingegno che pigi inesorabilmente senza sosta”, continuò il nonno.
“Forse hai ragione nonnino, corro subito alle altalene con quelle bambine”.
Fattasi sera, il sole cominciava a svanire e i due ragazzi, sudati e arrossati, ritornarono presso la panca del nonno, dicendo assieme: “Quanto ci siamo divertiti oggi nonno… Se non ce lo dicevi tu il modo!”.
“E allora chiedetelo nella vostra prossima letterina di Natale, vedrete che verrete esauditi. Promettete, anziché di essere più buoni, eccetera, di essere più bravi anche a casa: spegnere il computer con i video giochi, pregare papà e mamma di fare altrettanto col televisore, lavare i piatti con mamma, preparare assieme dei dolcetti fatti in casa con farina e uova ed aiutarvi ed interessarvi reciprocamente di più”.
I ragazzi rimasero zitti in ascolto. In cuor loro – al rientro a casa – avranno ripensato alle parole del nonno? Solo Babbo Natale lo seppe, quando andò ad aprire le loro letterine.

Lanfranco Ugolini


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Elezioni  
  Pubblicità elettorale. Molti sono i chiamati, pochi gli eletti
<



Tutto Pesaro  
  La Belle Époque
<
  La stagione floreale
<
  La moda e la memoria
<
  La storia di Pesaro in un giornale
<
  Gli eredi della palla al cesto
<
  La scomparsa di Marcello Martinelli
<
  Il presepe di Cattabrighe
<
  Musei Civici: Pesaro dona il Novecento
<
  Roma-Pesaro 310 chilometri a piedi nel 1983
<
  La raccolta differenziata
<
  Una rotatoria per Piazza Carducci?
<
  Gli angeli della navetta
<
  L'angolo di Nic
<



Tutto Fano  
  Buon anno con le WebGirls!
<
  Il Judo Club campione regionale
<
  Le Marche contro Trenitalia
<



Opinioni e Commenti  
  Meglio il nucleare che altre fonti di energia
<
  Meglio il fotovoltaico di qualsiasi altra fonte
<
  Rita Cutolo e 'Striscia la notizia'
<
  Voci su Internet. Le 10 parole più usate dalle donne
<
  Altri interventi sul Crocifisso in classe
<
  Pillole di storia. La bahia de los cochinos
<
  Learco Bastianelli confermato alla presidenza
<
  Hotel Chalet del Brenta di Madonna di Campiglio
<



Salute  
  Medicina estetica. Il 'restauro' del viso
<
  'Cuore & Scuola'
<



Tutto Sport  
  Scavolini-Spar Il sottomarino riemerge
<
  Volley rosa. Le ri-campionesse d’inverno
<
  La Vis Pesaro guarda ai play-off
<
  Luigi Minchillo: 'Mi piaceva menare'
<
  Gare di tiro dell'Unuci
<



Lettere e Arti  
  L'Italia com'era
<
  Visti da vicino: Il mago Zurlì
<
  Ricordo di Valerio Volpini nel decennale della morte
<
  Storiella di Natale
<
  La peste dei messaggini d’auguri preconfezionati
<
  Guidubaldo Della Rovere e la Venere di Urbino
<
  I novant’anni di S. Agostino
<
  Recherche
<
  Questioni di lingua. La gamma degli insulti
<
  Il forziere di Gentiletti
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa