Ricerca nel sito: Parola Esatta
Giugno 1999 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Editoriale: L'origine dello Specchio

Avvicinandosi la festa di San Valentino si sente dalle radio, dai giornali, dalla TV lo scoppio della campagna commerciale, perché bisogna volersi bene a tutti i costi, dimostrarlo per un giorno all'anno… poi per gli altri 364 si vedrà. E' forse giusto che ci sia una giornata per gli innamorati, ma non bisogna dimenticare chi, in questa festa, non avendo più amore si sente ancora più solo. L'amore non è solo dirsi parole dolci (cioè è anche quello), non è solo abbracciarsi con effusioni più o meno spinte in qualsiasi luogo; l'amore è anche riservatezza, mano nella mano, condivisione nel bene e nel male con rispetto reciproco, con sostegno reciproco. L'amore è stima, è linfa che dà nutrimento per una vita intera.

Io come volontaria ospedaliera AVO ho l'opportunità di vedere nel reparto Geriatria Estense, la dimostrazione più bella, più fedele dell'amore. Infatti accanto ad un letto ove posa un coniuge malato, c'è una sedia dove per tutto il giorno l'altro coniuge ultraottantenne sta, resta, attende. Un bicchiere d'acqua, una carezza sui capelli, un cuscino rimesso a posto e tanti discorsi. Tanti discorsi (quando ancora si possono e si riescono a fare) riempiono le ore in attesa della guarigione.

Attraverso quei visi, le loro storie, i loro trascorsi esce un ritratto di un amore rispettoso, fedele; di fatiche divise, di dolori, di gioie. Si guardano negli occhi e uno prende forza dalla presenza dell'altro e, senza parlare, dice: "Aiutami a guarire!". L'altro nel suo cuore pensa: "Non vedo l'ora che tu torni a casa!". Tutto questo senza cuori di cioccolato, senza fronzoli vari, ma una carezza tra i capelli, un bicchiere d'acqua, la mano che scalda l'altra mano ormai fredda e quasi senza vita… Un amore grande!

Noris Cametti Ponzana

Poco più di due anni fa, nel giorno di San Valentino del '97, è apparsa sull'edizione di Modena del Resto del Carlino la lettera riportata qui sopra: che, a giudizio del suo direttore era l'articolo più bello pubblicato quel giorno sull'argomento. Questo episodio è servito da "detonatore" per convincerci a lanciare un'iniziativa editoriale senza precedenti: cioè un periodico scritto interamente dai suoi lettori, per dare voce a tutte le signore Noris che hanno cose intelligenti da dire e non sempre trovano uno spazio dove esprimerle.

Pochi mesi dopo usciva il primo numero de Lo Specchio della città, il giornale di tutti: che in quel momento poteva già contare su quaranta collaboratori. Oggi festeggiamo i due anni di vita col 22° numero del giornale: i nostri autori sono diventati oltre 300; inoltre più di 100 aziende piccole e grandi hanno finora utilizzato le nostre pagine per le loro inserzioni pubblicitarie, garantendoci i mezzi economici per continuare ad offrirvi questo prodotto.

In questi primi ventidue numeri abbiamo pubblicato centinaia di contributi (lettere, articoli, poesie, racconti, ricordi di personaggi e di tradizioni locali): riflettendo, senza censure e senza privilegiare nessun punto di vista, quello che hanno saputo o voluto esprimere i cittadini. Poteva essere uno sfogatoio di malumori, sul tipo dei microfoni aperti di Radio Radicale, tanto per intenderci. Non lo è stato affatto: o perché i malumori da queste parti sono pochi; o perché (più probabilmente) si preferisce esprimerli in crocchio, nelle piazze cittadine, piuttosto che metterli nero su bianco. Sia alle pagine dei commenti, sia all'inserto letterario hanno collaborato persone di ogni età e di ogni livello sociale e culturale, con risultati spesso sorprendenti: vogliamo qui ricordare, per tutti, il compianto Francesco Tomasello, che non ha avuto il tempo di esprimere il suo talento poetico a più alti livelli.

Il nostro corpo redazionale è composto oggi da 220 uomini e 88 donne, dai nove ai novant'anni (circa 200 nella fascia di età fra i 20 e i 50 anni); 180 sono pesaresi, 65 fanesi; gli altri ci hanno scritto da trentotto località, fra centri minori della provincia, altre città italiane e persino Paesi esteri (probabilmente grazie alla diffusione sulla rete Internet, curata da Abaco Informatica). Fra le professioni, il gruppo più numeroso è costituito dagli insegnanti (54); seguono gli impiegati (49), gli studenti (48), i dirigenti pubblici e privati (22), le casalinghe (14), gli avvocati (10). Sono comunque rappresentate quasi tutte le categorie: dai musicisti ai parrucchieri, dai farmacisti agli orologiai. Contiamo infine anche su 102 abbonati: che possono sembrare pochi su una diffusione di oltre 16 mila copie, ma che ringraziamo di cuore per il segnale di simpatia e di appoggio che ci inviano con la loro adesione.

Un nostro corrispondente di Fano, Ugo Maria D'Arzago, ci ha scritto recentemente: "Nello Specchio le idee di una persona si riflettono e diventano visibili anche ad altri: e così un rimbalzo di specchi mette a confronto molte persone e diventa democrazia". Non si potrebbe dire meglio.

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Guido Padalino

<



TuttoPesaro  
  Enrico Paolini: l'ultimo grande del ciclismo pesarese
<
  Il tuffo del Gatto (e della Volpe)
<



TuttoFano  
  Non essere in casa per le Poste è una colpa
<
  Contadini, artigiani e pescatori
<
  Se sei anni vi sembran pochi ...
<
  I maestri della ceramica fanese
<
  Quant è bèla la Sassonia!
<



Opinioni e Commenti  
  Editoriale: L'origine dello Specchio
<
  Fai Vivere, ovvero la tolleranza
<
  Solidarietà tra le generazioni
<
  Basta con le stragi del sabato
<
  Vademecum del buon cittadino
<
  La giungla dei telefonini
<
  Votate per chi volete, ma votate
<
  Speciale Adriapolis
<
  Che mond!
<



Ambiente  
  La fabbrica dell'acqua
<



Salute  
  Autocontrollo del piacere
<
  I pericoli delle medicine
<



Società  
  Dal 'Regolamento Vaticano' del 1876
<
  Il balletto del burocratese
<
  Messaggio tantrico: istruzioni per la vita
<
  Per il Sud del mondo
<



Consumatori  
  Consumismo e consumerismo
<
  Il colore delle piastrelle
<
  Il Caso: Soldi amari
<
  Attenti ai giocattoli
<
  Prodotti difettosi
<
  Brevi
<
  Ciarlatani e credenti
<



Lettere e Arti  
  Pasqualon derubato dai romagnoli
<
  Vita di Giacomo Torelli, Ingenieur de Roy alla Corte di Parigi
<
  Dall'Argentina con amore
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa