Ricerca nel sito: Parola Esatta
Giugno 2003 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

La modestia cristiana c'è ancora?

Non pensavo succedesse… Ma che cosa? Che in chiesa una ragazza raccogliesse le offerte con un paio di pantaloni cascanti, una camicetta svolazzante, un ombelico infossato in una pancia carnosa, coperto ogni tanto dalla mano. Mano che non l'ha protetta, quando si è fatta la Comunione, perché ha voluto raccogliere la Particola. Se si copriva ogni tanto, doveva essere consapevole della sua tenuta: io penso. Alla fine della Messa l'ho rivista in sacrestia: non si copriva più, non si sentiva a disagio. Lì la gente chiacchierava, il prete anche lui si metteva in libertà… togliendosi i paramenti.
Come si può intervenire in questi casi? Il fedele che contravviene al decoro del luogo sacro non è più invitato a coprirsi. Ma cos'è il decoro? Un certo contegno che ci sembra opportuno in rapporto agli ambienti e alle persone che abbiamo vicino. Si sa che questo comportamento varia nel tempo. L'abbigliamento delle donne, per restare nel tema, quando viene lanciato all'inizio può anche scandalizzare, se poi diventa moda di ogni giorno perde trasgressività. Allora si dice solo che la donna è civettuola o un po' sexy. Il costume da bagno negli anni '50 veniva sorvegliato, sulle spiagge, dalla polizia del buon costume. Raffaella Carrà negli anni '60 cercò di mostrare l'ombelico in TV: fu censurata. Una ragazzetta, tanti anni fa, mi disse che avrebbe indossato una gonna più corta di quella disegnata da Mary Quant se lo avessero fatto anche tante altre ragazze. Oggi ci si veste come si vuole: a scuola, negli uffici, in fabbrica. La Chiesa stessa, da tempo, non prescrive più l'abbigliamento delle donne nei luoghi sacri. Ha tolto i cartelli che io ricordo di avere visto da bambino. Ci si raccomanda al buon senso delle persone. E quando questo buon senso non viene fuori, non c'è che da sospirare. “Che vuol fare? – mi diceva un vecchio frate nella Basilica di Loreto – oggi si entra in chiesa anche per turismo religioso…”.
Ma un limite lo si dovrebbe sentire, almeno in rapporto a particolari ambienti. Perché l'abbigliamento è comunicazione fra maschio e femmina. E il concetto è pane quotidiano per i grafici pubblicitari. E' “appeal” più forte o meno forte, e talora attende risposta, uno sguardo, una strizzata d'occhio, un sorriso… Tale comunicazione è opportuna in Chiesa? Cosa fare senza voler cadere nella severità paternalistica o nella pericolosa tolleranza? Forse la soluzione sta nel riprendere i trasgressori scherzandoci su… Dicono che un parroco americano, con chiesa sulla spiaggia, avrebbe sistemato nell'ingresso un cartello così concepito: “Benvenuti, entrate pure, ma non in costume da bagno. Ho solo una vasca d'acqua, di acqua santa, e per di più piccola”.

Alessandro Casavola


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Politici allo Specchio:
Paolo Sorcinelli

<



Speciale  
  I giganti del mare
<



TuttoPesaro  
  Arnaldo Ninchi fra teatro e basket
<
  La vocazione di Matteo Giardini
<
  C'era una volta il porto
<
  La guida di Pesaro
<



TuttoFano  
  Successo della
“ColleMar-athon”

<
  La città da giocare e l'aeroporto
<
  Art'InFesta a Marotta
<
  Un angelo a Fano
<



Opinioni e Commenti  
  L'immigrato non è un invasore
<
  Elisabetta Foschi, non Cecchini
<
  La modestia cristiana c'è ancora?
<
  Il gioco dei quattro cantoni
<
  Buon compleanno Specchio
<



Storia  
  Federzoni e Amendola al Teatro Rossini
<
  Il 55° anniversario dello Stato d'Israele
<
  Il sommergibile di Pola
<



Salute e Società  
  La pelle
a ‘buccia d'arancia'

<
  I pedofili insospettabili
<
  Voci su Internet:
Medicina e farmacia

<



Società  
  Campi estivi nei Balcani per i giovani dell'IPSIA
<
  Il retrogusto
di Marcello Miniucchi

<
  Linguaggio giovanile:
Ci stai dentro?

<
  L'antifurto dei cellulari
<
  Il quiz d'assunzione
<
  Cinema: ‘L'attimo fuggente'
<



Consumatori  
  Il virus democratico
<
  Medicina:
il diritto di scegliere

<
  Il Caso: Divorzio all'ungherese
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Alimentazione sicura
<



Lettere e Arti  
  L'immaginario fantastico
di Francesco Carnevali

<
  Il Sipario dell'estate in convento e in miniera
<
  Grandi mostre:
Logli e Vangi

<
  Alchimie di luce e di materia
<
  Premio letterario a Orciano
<
  24ª Mostra Mercato Nazionale del Libro e della Stampa antichi
<
  Debutto al “Nuovo Fiore”
<
  Cronache dal passato:
Le febbri terzane

<
  La “Villa Angelica”
di Mario Tiberini

<
  Segnalazioni editoriali
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa