Ricerca nel sito: Parola Esatta
Giugno 2003 / Storia
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Il 55° anniversario dello Stato d'Israele

Con la diaspora, i pogrom, i gulag sovietici, i forni crematori, purtroppo gli ebrei furono distaccati fisicamente dalle loro radici nazionali. Però per la maggior parte di loro, le preghiere, le antiche scritture rappresentarono un richiamo quasi quotidiano alla loro terra: "Se io ti dimentico Gerusalemme, perda la mia mano destra la sua forza". Lo scritto di Theodor Herzl, che sembrava un sogno impossibile, si avverò; uno Stato ebraico democratico ed indipendente si realizzò il 15 maggio 1948 in conformità con quanto stabilito dalle Nazioni Unite. In questo giorno, la realtà e il sogno si riunirono. C'è chi lo festeggia, chi - come i palestinesi e il mondo arabo - lo considera una disgrazia, chi - come la maggioranza del mondo democratico - lo considera un grande successo. Uno Stato che ha messo insieme nella sua terra di origine un popolo esiliato da 2.000 anni, sterminato per più della metà, pronto a scomparire o ad essere assimilato; e adesso è una democrazia moderna, l'unica nel Medioriente, con tecnologie, ospedali, università, istituzioni giuridiche e di assistenza pubblica, che fanno l'invidia del mondo. Un Paese che, come scrive il dott. Ehud Gol Ambasciatore di Israele in Italia, capace di continuare la sua missione storica di assorbire l'immigrazione ebraica da tutto il mondo.

Lo Stato di Israele fu proclamato al Museo di Tel Aviv da Davide Ben Gurion alla mezzanotte del 14 maggio 1948. In poche ore cinque eserciti arabi (l'Iraq, il Libano, la Giordania, la Siria e l'Egitto) penetrarono armi in pugno nei confini che l'ONU con una risoluzione del novembre 1947 aveva assegnato al nuovo Stato. Come presidente dell'Associazione regionale di amicizia “Marche-Israele”, rinnovo la solidarietà ad Israele e difendo le ragioni troppo spesso dimenticate di uno Stato democratico, costretto da generazioni a difendersi dall'ostilità e dall'odio! Dopo 55 anni lo Stato di Israele non è ancora accettato!

Ribadisco la mia convinzione che lavorando per l'affermazione dei diritti umani e la costituzione di governi democratici nei Paesi circonvicini ad Israele, si potrà garantire l'espressione del desiderio di pace di quei popoli e restaurare relazioni diverse con Israele. Esprimo consensi sulla riconciliazione tra il popolo israeliano e palestinese e la speranza che il prossimo anniversario sia anche il primo di una vera pace, quella senza morti, affinché i due popoli possano vivere in pace, lavorare in pace e crescere i figli in pace.

Purtroppo questo anniversario avviene in un periodo ancora difficile e delicato. Spero che il nuovo Primo Ministro palestinese Abu Mazer respinga con determinazione e sradichi definitivamente il terrorismo che affligge da sempre il popolo israeliano e guidi il suo popolo verso nuovi traguardi di prosperità, democrazia e verso una nuova era di coesistenza e pace, quella pace che Israele sogna da quando è nato. Che la colomba di Noè, apportatrice di pace sia vicino ai due popoli.

Galliano Nabissi
Presidente regionale
Associazione di Amicizia Marche-Israele


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Politici allo Specchio:
Paolo Sorcinelli

<



Speciale  
  I giganti del mare
<



TuttoPesaro  
  Arnaldo Ninchi fra teatro e basket
<
  La vocazione di Matteo Giardini
<
  C'era una volta il porto
<
  La guida di Pesaro
<



TuttoFano  
  Successo della
“ColleMar-athon”

<
  La città da giocare e l'aeroporto
<
  Art'InFesta a Marotta
<
  Un angelo a Fano
<



Opinioni e Commenti  
  L'immigrato non è un invasore
<
  Elisabetta Foschi, non Cecchini
<
  La modestia cristiana c'è ancora?
<
  Il gioco dei quattro cantoni
<
  Buon compleanno Specchio
<



Storia  
  Federzoni e Amendola al Teatro Rossini
<
  Il 55° anniversario dello Stato d'Israele
<
  Il sommergibile di Pola
<



Salute e Società  
  La pelle
a ‘buccia d'arancia'

<
  I pedofili insospettabili
<
  Voci su Internet:
Medicina e farmacia

<



Società  
  Campi estivi nei Balcani per i giovani dell'IPSIA
<
  Il retrogusto
di Marcello Miniucchi

<
  Linguaggio giovanile:
Ci stai dentro?

<
  L'antifurto dei cellulari
<
  Il quiz d'assunzione
<
  Cinema: ‘L'attimo fuggente'
<



Consumatori  
  Il virus democratico
<
  Medicina:
il diritto di scegliere

<
  Il Caso: Divorzio all'ungherese
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Alimentazione sicura
<



Lettere e Arti  
  L'immaginario fantastico
di Francesco Carnevali

<
  Il Sipario dell'estate in convento e in miniera
<
  Grandi mostre:
Logli e Vangi

<
  Alchimie di luce e di materia
<
  Premio letterario a Orciano
<
  24ª Mostra Mercato Nazionale del Libro e della Stampa antichi
<
  Debutto al “Nuovo Fiore”
<
  Cronache dal passato:
Le febbri terzane

<
  La “Villa Angelica”
di Mario Tiberini

<
  Segnalazioni editoriali
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa