Ricerca nel sito: Parola Esatta
Giugno 2006 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Professione religiosa e comportamento privato

Non si può dire che le citazioni evangeliche fatte dal segretario provinciale della Nuova DC Francesco Grianti (Lo Specchio di maggio) non siano pertinenti: quello dei cristiani che si vergognano di professare la fede per paura di apparire retrogradi, oscurantisti, nemici della cultura e del progresso è un problema sempre attuale. Bisognerebbe anche ricordare però che, nella scala dei valori cristiani, a occupare i gradini più alti non sono solo il coraggio e la freschezza (intesi come superamento di un certo timore reverenziale e dispregio del rischio di essere derisi dai laicisti, dagli atei “colti”, dagli anticlericali), ma anche la coerenza, la trasparenza, la lealtà nei rapporti interpersonali, la capacità di dimostrare con i fatti che, a quella fede professata con le labbra, corrisponde una vita vera in Cristo; e che quella liturgia che si inizia a celebrare la domenica all'interno dell'edificio sacro, continua fino alla domenica successiva fuori dell'edificio sacro.
Le obiezioni che oggi il segretario Grianti rivolge ai cristiani che militano all'interno dei partiti comunisti (o neocomunisti, o ex comunisti, o, in un modo o nell'altro, alleati dei “rossi”) vennero rivolte anche a Romano Prodi il 31 marzo 1995. Il pomeriggio di quel giorno Prodi lo passò a Fano, presso il Cinema Politeama, a presentare il programma del neonato Ulivo e a fornire i necessari chiarimenti a tutti quei cattolici che nutrivano delle perplessità circa la capacità del “Professore” di far valere – specie sul versante della morale sessuale e della bioetica – le sue ragioni di credente; in uno schieramento, come quello di centro-sinistra, pieno zeppo di divorzisti, di abortisti, di antiproibizionisti, di ipergarantisti, ecc. Ebbene, proprio come Grianti, anche Romano Prodi, fece riferimento al Vangelo citando a memoria Matteo 21, 28-31: “Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Rivoltosi al primo disse: Figlio, va' oggi a lavorare nella vigna. Ed egli rispose: Sì signore, ma non andò. Rivoltosi al secondo gli disse lo stesso. Ed egli rispose: non ne ho voglia, ma poi, pentitosi, ci andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?”.
Questa citazione non è meno pertinente di quelle fatte da Grianti. Rispetto al 1995 le cose, anche per quel che concerne il rapporto tra politica, Vangelo e magistero ecclesiastico, non sono cambiate granché. Nei partiti del centro-destra prevale, a parole, una linea di difesa della famiglia fondata sul matrimonio monogamico, ma le persone che sostengono tale linea, in un numero considerevole di casi, hanno alle spalle vicende sentimentali ambigue, matrimoni celebrati col solo rito civile, divorzi, unioni di fatto (talvolta con persone dello stesso sesso), familiarità con l'ambiente della prostituzione, dello spaccio di droga, del gioco d'azzardo e molto altro. Viceversa nel centro-sinistra prevale una linea di negazione dell'esistenza di una verità assoluta che porta al rifiuto del riconoscimento di un unico modello di famiglia e all'affermazione della libertà individuale come valore fondante della persona. Con questo criterio tutto diventa lecito: abortire (ma anche accanirsi con le tecniche di  fecondazione artificiale, omologa ed eterologa, per avere figli nel momento desiderato, nel numero desiderato e con le caratteristiche desiderate), drogarsi, giocare d'azzardo, fare turismo sessuale, suicidarsi o aiutare a morire chi chiede di morire… Poi però, se si va a vedere che succede nella vita privata di questi paladini del relativismo etico e religioso, ci si ritrova spesso di fronte a matrimoni granitici, celebrati in chiesa con la benedizione del proprio “don” o “monsignore di riferimento”, dai quali sono nati – in modo naturale, non artificiale – figli che poi sono stato tirati su in maniera quasi spartana (altroché libero amore, spinelli e discoteche!) e a volte iscritti in scuole private cattoliche.
In un'Italia così divisa, dove a decidere chi governerà non sono solo i cittadini ma anche le stravaganze di chi approva certe leggi elettorali, è indispensabile che Unione e Cdl continuino a dialogare. Ma, perché il dialogo sia un po' più educativo di quanto sia stato finora, è necessario che qualcuno, prima di parlare ancora, faccia silenzio; e si domandi perché non mette in pratica tutto il buono e il bello che predica alla Tv, o – viceversa – perché ci tiene tanto ad assicurare agli altri la libertà di fare cose che lui (o lei) non farebbe mai, e mai vorrebbe veder fare ai propri cari.

Francesco Rondina

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  I vangeli apocrifi e il Codice da Vinci
<



Primo Piano  
  Il caso: le gite scolastiche con lo “sballo”
<



Immagini  
  Nuova sede… per Nuova Tirrena
<
  Vinvito……io!!
<
  Annunci
<
  Oggi sposi
<



TuttoPesaro  
  Il va-lentino e le vacche di Fanfani
<
  La palazzina dell'Enel di Viale Buozzi
<
  La lapide di Piazzetta Esedra Ciacchi
<
  Il “mel cativ” di Amedeo Bertùccioli
<
  Controvento
<
  Il cimitero degli animali
<
  Le prenotazion
<



TuttoFano  
  Intervista all'assessore Marco Paolini
<
  Quanto dista Milano da Fano?
<



Opinioni e Commenti  
  Sessant'anni di Repubblica
<
  Professione religiosa e comportamento privato
<
  Aspes, Hera e gli azionisti
<
  Diritti umani e comportamenti d'impresa
<
  Come avvicinare i giovani alla poesia
<



Salute  
  I cent'anni dell'ospedale San Salvatore
<
  Dona gli organi: il trapianto è vita
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: Ed è subito A
<
  Onore al volley marchigiano
<
  Luciana Càfaro: la campionessa di bowling
<



Lettere e Arti  
  I bronzi di Pergola sono di Pesaro!
<
  I ritratti di Antonello da Messina
<
  L'oro di Gentile da Fabriano
<
  Visti da vicino: Luciano Anselmi
<
  Christian Wolff a “SpazioImmagineVallato”
<
  - 2006° C: una mostra dell'ISIA
<
  Milano-Pesaro, andata e ritorno
<
  Questioni di lingua: Consigli gratis
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa