Ricerca nel sito: Parola Esatta
Giugno 2006 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Luciana Càfaro: la campionessa di bowling


Cercare di colpire o di centrare obiettivi inanimati da sempre è stata un'utile valvola di sicurezza per le originarie, ataviche, freudiane pulsioni all'aggressività dell'essere umano. Si può spiegare così la versione edonistica di attività quali il lancio di pietre, di bocce, di frecce, di boomerang. Suffraga tale concetto anche il ritrovamento archeologico di bocce e birilli di pietra e di bersagli multiformi risalenti fino alle epoche egizie ed elleniche. E' così anche per il bowling che, pur apparendo un prodotto del tecnicismo moderno con le sue macchine automatiche posizionatrici di birilli, sicuramente da millenni fu una dilettevole pratica partorita dalla fantasia ludica dell'uomo.
Se negli USA il bowling è un'attività molto diffusa, con impianti molto capillarizzati sul territorio, in Italia impianti con requisiti tecnici idonei sono relativamente rari. E' anche per questo che quando capita di avere in casa una campionessa italiana la cosa può suscitare sorpresa ed insieme anche clamore. Luciana Càfaro ha portato a Pesaro lo scudetto tricolore nella Gold Cup della categoria Cadetta (a San Giorgio di Piano – Bologna – in aprile). Nata a Merano, trasferita dal 1996 per scelta e per professione (lavora all'INPS) da Milano a Pesaro, Luciana resta per umiltà la comune signora della porta accanto. Il suo accostamento al bowling avvenne vent'anni fa per pure occasioni di amicizie; poi per scherzo e per gioco le prime garette aziendali ed anche i primi graduali piazzamenti; fino alla consuetudine dei podi, anche se da eterna seconda. Questa fresca consacrazione viene a premiare il suo puntiglio e la sua serietà nella preparazione, ma in un certo senso viene a stravolgere quelle che erano le sue originarie caratteristiche: quelle di una giovane apparentemente non portata all'attività sportiva e quasi “votata” a sentirsi ultima nelle attività di compagnia. Adesso personifica un esempio per tutti, di come si possano raggiungere risultati impensabili.
La campionessa Càfaro è appena rientrata da una settimana in Lussemburgo per la European Gold Cup con 24 nazioni: ha ottenuto l'8° posto nell'individuale ed il 2° posto nel doppio misto (in coppia con Marco Inga di Brescia): un'esperienza indimenticabile con sfilata di presentazione, inni, pubblico, televisioni. Con possibilità di affratellanti scambi culturali e linguistici, come dice suo marito Maurizio Marzo: “Nel mondo c'è chi fa la guerra, ma noi eravamo un'unica famiglia sportiva di 24 nazioni diverse”.
Luciana svolge due allenamenti a settimana a Fano, presso lo Sport Park che ha l'unico impianto della provincia con requisiti tecnici federali e che svolge anche attività promozionale giovanile gratuita per le scuole sotto l'appassionata guida di Anna Cionna, componente della nazionale italiana. Ogni seduta consta di almeno sei partite, dato che nei tornei la resistenza alla concentrazione e agli automatismi è basilare; e dato che “testa” e presenza mentale non si improvvisano. Ora l'attendono la qualificazione regionale in vista del campionato nazionale di “doppio omogeneo” e ad ottobre in Veneto la finale nazionale di “singolo”. Ma per fare esperienza, variando piste, ambienti e avversarie, partecipa ogni mese a vari tornei sul territorio nazionale. Ed è una spesa, dato che nel bowling circolano riconoscimenti, coppe, scudetti, ma non premi in denaro. Ma in questo momento la Càfaro riesce a remunerarsi con altra moneta e con altri stimoli; se l'appetito vien mangiando, presto ci riserverà altri bersagli.
Alcuni dettagli tecnici: le bocce, tutte del diametro di 22 cm, possono pesare da 3 a quasi 8 chili, per “personalizzarsi” – anche nei tre fori per le dita – alle diverse caratteristiche dei giocatori; e possono costare oltre i 250 euro. Dell'abbigliamento (comodo) la parte più curata sono le calzature in pelle e suola sottile. Le partite si svolgono al meglio di 12 strikes col punteggio massimo di 300 (quando i birilli/punti cadono tutti). Un'attività di élite? Alla luce dei 70 milioni di tesserati al mondo, forse sempre meno, anche se i costi in Italia si mantengono alti. Il bowling è un hobby o uno sport? Ogni attività, in base all'impegno ed alla costanza, può essere l'uno o l'altro. Nel caso specifico, per la massa dei praticanti è un dilettevole, saltuario passatempo; ma per un sempre più cospicuo numero di atleti sta diventando una pratica sportiva a tutti gli effetti.

Massimo Ceresani

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  I vangeli apocrifi e il Codice da Vinci
<



Primo Piano  
  Il caso: le gite scolastiche con lo “sballo”
<



Immagini  
  Nuova sede… per Nuova Tirrena
<
  Vinvito……io!!
<
  Annunci
<
  Oggi sposi
<



TuttoPesaro  
  Il va-lentino e le vacche di Fanfani
<
  La palazzina dell'Enel di Viale Buozzi
<
  La lapide di Piazzetta Esedra Ciacchi
<
  Il “mel cativ” di Amedeo Bertùccioli
<
  Controvento
<
  Il cimitero degli animali
<
  Le prenotazion
<



TuttoFano  
  Intervista all'assessore Marco Paolini
<
  Quanto dista Milano da Fano?
<



Opinioni e Commenti  
  Sessant'anni di Repubblica
<
  Professione religiosa e comportamento privato
<
  Aspes, Hera e gli azionisti
<
  Diritti umani e comportamenti d'impresa
<
  Come avvicinare i giovani alla poesia
<



Salute  
  I cent'anni dell'ospedale San Salvatore
<
  Dona gli organi: il trapianto è vita
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: Ed è subito A
<
  Onore al volley marchigiano
<
  Luciana Càfaro: la campionessa di bowling
<



Lettere e Arti  
  I bronzi di Pergola sono di Pesaro!
<
  I ritratti di Antonello da Messina
<
  L'oro di Gentile da Fabriano
<
  Visti da vicino: Luciano Anselmi
<
  Christian Wolff a “SpazioImmagineVallato”
<
  - 2006° C: una mostra dell'ISIA
<
  Milano-Pesaro, andata e ritorno
<
  Questioni di lingua: Consigli gratis
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa