Ricerca nel sito: Parola Esatta
Giugno 2010 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Questioni di lingua: restituiamo la lingua agli italiani


La cultura dà lavoro: universitari coinvolti nei progetti per l’estate”.
(dal Resto del Carlino, maggio 2010)

Quale cultura? La cultura, di qualunque tipo esso sia, nasce da una conoscenza sicura e ricca della lingua nazionale. Serve a tutti gl’italiani la lingua, ad ogni forma di attività: al medico come al ragioniere, al geometra, al magistrato… I numeri non sono confortanti. Sono circa 6 milioni, tra analfabeti e persone sprovviste di licenza elementare, quelli che nel nostro Paese non sanno esprimersi correttamente. Non basta. Un’indagine dell’OCSE (l’Organizzazione internazionale per la cooperazione e lo sviluppo economico) ha accertato che in Italia un laureato su cinque dispone di una comprensione linguistica che non supera un livello elementare. Secondo una ricerca effettuata qualche tempo fa dall’Associazione direttori del personale (GIDP), il deficit più frequente e più vistoso di chi cerca lavoro, compresi quelli che aspirano a ruoli di responsabilità gestionale, è proprio la scarsa conoscenza dell’italiano. Molti ricorderanno anche quel concorso in magistratura passato alla storia per i 58 posti non assegnati su 380 a causa delle gravissime carenze ortografiche evidenziate dalle prove scritte dei candidati.
C’è qualcuno che se ne preoccupa o almeno se ne occupa? Insegnare grammatica pare appannaggio della scuola del passato, una pratica maledettamente rétro. Non si vuole dimenticare che molti in quella scuola “si perdevano per strada”. Il nodo fu risolto (o si credette di averlo risolto) negli anni ’70, quando l’invito a “lasciare la lingua ai parlanti” avallò la censura di ogni controllo grammaticale. Ma davvero crediamo che, insegnando poco o niente la nostra lingua, impediremo che si perdano per strada quei ragazzi socialmente svantaggiati che non hanno alle spalle una famiglia che l’italiano glielo fa masticare a partire dalla nascita? Non sarà esattamente il contrario?
La verità è che non si riflette mai abbastanza sul fatto che competenza linguistica e conoscenze grammaticali s’identificano con la capacità stessa del ragionare, contribuendo a crearne i fondamenti logici. Nessun concetto può trovare espressione se non è strutturato e organizzato nella maniera più opportuna. Ed è questa appunto la funzione dell’ortografia, della punteggiatura, della grammatica. Dunque? Ciò di cui si avverte più il bisogno oggi è restituire la lingua agli italiani, ricominciando dalle regole: insegnare la letteratura, come consigliava Croce, non basta più. Converrà partire da testi meno belli, ma più concreti, da un insegnamento pratico che non guardi alla letteratura come al solo modello di stile, ma che su quei testi s’interroghi, cerchi di capire come sono fatti, li rielabori e veda come possono cambiare. La restaurazione ortografico-grammaticale è questione troppo importante, che non solo tocca l’orgoglio nazionale, ma riguarda da vicino anche il miglior funzionamento dell’apparato pubblico, fornendogli persone dotate almeno di una consapevolezza espressiva adeguata alle funzioni che svolgono.

Alfredo Prologo


L'ultima lezione

Il prof. Alfredo Prologo ci ha recapitato questo articolo il 20 maggio, insieme all’annuncio di una “Lectura Dantis” che avrebbe tenuto a Bari (nella sua terra) il 28 maggio, esportando un programma di successo realizzato per la Provincia insieme agli attori Lucia Ferrati e Pietro Conversano. E’ scomparso improvvisamente all’alba del 24 maggio, a 82 anni, per una crisi cardiaca. Pubblichiamo con commozione questo suo ultimo contributo allo Specchio della città, che può anche essere letto come un suo testamento morale: un po’ sconsolato.
Il nostro sodalizio era iniziato nel settembre 2003, con la pubblicazione di un suo articolo in ricordo di Vinicio Marini. In quell’occasione gli avevo proposto di curare una rubrica sulla lingua italiana, per trasferire ai nostri lettori la sua lunga esperienza di docente nelle scuole superiori di Arezzo e di Pesaro. Ha pubblicato il suo primo articolo della serie (“Quo vadis italiano?”) nel numero di dicembre 2003 e non si è più fermato per quasi sette anni: ricordandoci ogni mese – con garbo e ironia – le basi concettuali e grammaticali dell’Italiano.
Molti nostri lettori ritagliavano i suoi articoli, mese dopo mese, per poterli consultare al bisogno. Col titolo comune di “Questioni di lingua”, sono reperibili anche sul nostro sito Internet: www.lospecchiodellacitta.it. Potrebbero essere raccolti in un volumetto a stampa se qualcuno deciderà di sponsorizzare l’iniziativa: ad esempio la stessa Società Dante Alighieri, di cui Alfredo Prologo è stato per tanti anni il presidente del comitato pesarese.

A.A.


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  La cordata dello Specchio. Overtime
<



Tutto Pesaro  
  C’era una volta il fiume
<
  Il balletto dei caselli
<
  Ricordando Procacci
<
  L’angolo di Nic
<
  La prevenzione per gli anziani
<
  Una sarta d’altri tempi
<
  El furnér Anteo d'centuccel
<
  Pesaro. Avventure di terra e di mare
<



Tutto Fano  
  Il Tempo e la Pietra
<
  Giusy Ranucci, Miss Fano, è anche 'Italian Star'
<
  Impulsi video-fotografici a Fano
<
  Assaggi di cinema
<
  La... cartulina precett
<



Opinioni e Commenti  
  Ricostruita in laboratorio la vita artificiale?
<
  Tzigano della badante
<
  La Confesercenti Coccodè
<
  Confartigianato. Uniti e più forti a difesa delle piccole imprese
<
  1347 – 'Casa Pubblica'
<



Storia  
  Pillole di storia: la spedizione dei Mille
<



Salute  
  I consigli del dietologo. I rischi degli obesi (2°)
<
  Gli italiani e il colesterolo
<
  Una flebo di felicità
<
  La nuova Guardia Medica
<



Società  
  Ho imparato dalla vita
<
  L'Inferno e il Paradiso
<
  Test della banana
<



Tutto Sport  
  Soluzione del test
<
  Volley rosa sul tetto d'Italia. E' arrivato il tris!
<
  Basket. E’ nata la Scavolini-Siviglia
<
  Visita a Pesaro di Giuseppe Mancini
<
  Il 'ragno' di Pesaro
<
  L'almanacco del calcio
<
  I campioni del Frisbee
<



Lettere e Arti  
  Questioni di lingua: restituiamo la lingua agli italiani
<
  Visti da vicino: Virginio Rossi
<
  L'addio a Gianni Gentiletti
<
  Giulietta Simionato al Teatro Rossini
<
  Un sontuoso programma per il Festival dei GAD
<
  Il Premio 'Pescheria'
<
  Risate in Provincia
<
  Gruppi emergenti. I Rari Ramarri Rurali
<
  I 'Fragili di Papagni
<
  Scultrici in Fortezza
<
  Il beato Andrea da Montereale
<
  Biblioteca-archivio storico diocesano
<
  A mio padre
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa