Ricerca nel sito: Parola Esatta
Giugno 2010 / Salute
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Gli italiani e il colesterolo


Un’indagine dell’Eurisco

E’ noto che l’aterosclerosi danneggia le arterie formando le “placche aterosclerotiche”, vere e proprie incrostazioni ricche di grassi che “induriscono” la parete arteriosa e possono ostacolare il flusso di sangue agli organi. In alcuni casi la rottura (o la semplice fissurazione) della superficie della placca determina la rapida formazione di coaguli (trombi) che possono interrompere completamente il flusso sanguigno. Per prevenire malattie importanti come l’infarto al cuore e l’ictus cerebrale è quindi necessario combattere i fattori di rischio responsabili dell’aterosclerosi: come il fumo, l’elevato tasso di colesterolo nel sangue, l’ipertensione arteriosa, il diabete, il sovrappeso corporeo,  la sedentarietà. In particolare l’elevato tasso di colesterolo nel sangue (ipercolesterolemia) riveste un ruolo importante perché facilita la formazione delle “placche” ed accumulandosi al loro interno le rende a maggior rischio di rottura.
Come percepiscono gli italiani il problema ipercolesterolemia e cosa fanno per combatterlo? Per rispondere a queste domande è stato condotto uno studio sulla popolazione italiana (Eurisco), i cui risultati sono stati recentemente presentati. L’indagine, condotta tramite un questionario su tutto il territorio nazionale, ha coinvolto un consistente campione tra pazienti (otre 14.000), medici di Medicina Generale (oltre 1000) e Diabetologi (150). Emerge dallo studio una diffusa consapevolezza del problema ipercolesterolemia: due terzi della popolazione è informata sul rischio dovuto al colesterolo elevato, soprattutto in ambito cardiovascolare; il 42% degli italiani è preoccupato di essere “a rischio”.
L’ipercolesterolemia è frequente: almeno 5 milioni di italiani adulti ne soffrono, in particolare in età avanzata (il 50%  ha più di 54 anni), anche se circa 500 mila giovani (fra i 25 e i 34 anni) presentano elevati livelli di colesterolo. Risulta tuttavia scarsa la tendenza a prevenire ed intervenire sul problema: solo il 40% dei soggetti sofferenti di ipercolesterolemia e il 60% dei non sofferenti conosce il valore “soglia” del colesterolo per essere a rischio. Il 44% dei sofferenti e l’81% dei non sofferenti non conoscono i propri valori del colesterolo nel sangue. Molti dei pazienti con ipercolesterolemia sono ad “alto rischio” cardiovascolare, in particolare per la presenza di altri fattori di rischio. Tuttavia il 60% degli ipercolesterolemici (il 35% fra quelli ad alto rischio) non assumono farmaci per abbassare il livello di colesterolo. Il 60% di quelli che assumono farmaci non raggiungono il tasso di colesterolo che costituisce l’obiettivo terapeutico. Al 74% dei pazienti viene consigliata una dieta ma l’80% circa dichiara di fare difficoltà a seguirla; gli alimenti ai quali si fa più fatica a rinunciare sono i dolci e i gelati, poi i formaggi; al terzo posto ci sono pane e pasta, al quarto i salumi seguiti da carni rosse e di maiale, e i fritti; non si fa fatica a rinunciare alle uova. 
In realtà il 64% dei medici di medicina generale e il 77% dei diabetologi dichiarano di prescrivere farmaci per il colesterolo; per cui il problema della aderenza alla terapia prescritta (così detta “compliance” del paziente) è rilevante e merita attenzione.
Nel complesso emerge un quadro non del tutto rassicurante; gli italiani mediamente conoscono il significato dell’ipercolesterolemia, la temono, ma non fanno molto per prevenire o combattere il problema. Senza dubbio per ottenere migliori risultati un ruolo importante spetta al medico, che deve impegnarsi al massimo per rendere le persone consapevoli dei rischi legati alla loro situazione spiegando bene la tipologia della cura ed il suo significato in termini di beneficio. Un corretto rapporto di collaborazione medico-paziente è infatti alla base di una efficace condotta di prevenzione cardiovascolare.

Piero  Cesaroni
(Tratto dal periodico “Difendi il tuo cuore”, della Fondazione per la lotta contro l’infarto)


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  La cordata dello Specchio. Overtime
<



Tutto Pesaro  
  C’era una volta il fiume
<
  Il balletto dei caselli
<
  Ricordando Procacci
<
  L’angolo di Nic
<
  La prevenzione per gli anziani
<
  Una sarta d’altri tempi
<
  El furnér Anteo d'centuccel
<
  Pesaro. Avventure di terra e di mare
<



Tutto Fano  
  Il Tempo e la Pietra
<
  Giusy Ranucci, Miss Fano, è anche 'Italian Star'
<
  Impulsi video-fotografici a Fano
<
  Assaggi di cinema
<
  La... cartulina precett
<



Opinioni e Commenti  
  Ricostruita in laboratorio la vita artificiale?
<
  Tzigano della badante
<
  La Confesercenti Coccodè
<
  Confartigianato. Uniti e più forti a difesa delle piccole imprese
<
  1347 – 'Casa Pubblica'
<



Storia  
  Pillole di storia: la spedizione dei Mille
<



Salute  
  I consigli del dietologo. I rischi degli obesi (2°)
<
  Gli italiani e il colesterolo
<
  Una flebo di felicità
<
  La nuova Guardia Medica
<



Società  
  Ho imparato dalla vita
<
  L'Inferno e il Paradiso
<
  Test della banana
<



Tutto Sport  
  Soluzione del test
<
  Volley rosa sul tetto d'Italia. E' arrivato il tris!
<
  Basket. E’ nata la Scavolini-Siviglia
<
  Visita a Pesaro di Giuseppe Mancini
<
  Il 'ragno' di Pesaro
<
  L'almanacco del calcio
<
  I campioni del Frisbee
<



Lettere e Arti  
  Questioni di lingua: restituiamo la lingua agli italiani
<
  Visti da vicino: Virginio Rossi
<
  L'addio a Gianni Gentiletti
<
  Giulietta Simionato al Teatro Rossini
<
  Un sontuoso programma per il Festival dei GAD
<
  Il Premio 'Pescheria'
<
  Risate in Provincia
<
  Gruppi emergenti. I Rari Ramarri Rurali
<
  I 'Fragili di Papagni
<
  Scultrici in Fortezza
<
  Il beato Andrea da Montereale
<
  Biblioteca-archivio storico diocesano
<
  A mio padre
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa