Ricerca nel sito: Parola Esatta
Luglio-Agosto 2001 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Mio padre repubblicano

Per gentile concessione della figlia Maria pubblichiamo la prima parte di questo scritto di Fabio Tombari, stampato nel 1980 in sole mille copie numerate dai “Quaderni del Vicolo”.

S'era d'estate, non ricordo più se del '25 o del '26, ma era un pomeriggio d'estate, a Fano, e io m'ero appena alzato dal solito pisolino, quando una scampanellata fece affacciare mio padre dalle scale.
“E' per te – mi disse – vorranno sapere di te”.
Andai al pianerottolo e vidi al di là della vetrata due carabinieri.
“Riccardo Tombari abita qui?”
“Sì, e son fortunati a trovarlo in casa. – E a mio padre : “Stavolta è per te”.
Erano un brigadiere e un appuntato: riguardosi, sorridenti. “Veniamo per una formalità. Ci deve scusare, ma siamo incaricati di fare un'inchiesta, anzi, una relazione, diciamo così, cronologica, sul Circolo Marino Froncini”.
“Bene, bene! Tutti mi chiamano, tutti mi vogliono…
“Ma lei, scusi, è quel Tombari della suora?
“Per servirla”.
Risero e ne ridemmo insieme.
Qualche tempo prima, nello stesso casamento sul Corso, era stata fatta una scoperta piuttosto macabra. Dietro al negozio d'una modisteria, nel sottoscala che i muratori stavano riattando, fu trovato il cadavere, anzi lo scheletro d'una monaca, forse murata viva. Sopraluoghi, indagini, relazioni, e anche mio padre, se pure inquilino dell'ultimo piano, tutti convocati dal commissario, che non si decideva a chiudere l'inchiesta.
“Ma io non ho nessuno in bottega e sto al 3° piano”.
Niente da fare. Bassi o soprani, tutti in sospeso: guardie civiche, esperti. E poiché era intervenuto anche il sanitario del Comune. “Insomma, dottore, quanto tempo impiega un corpo a diventare scheletro?”
“Se ben conservato, anche un secolo. Ma qui, a giudicare da altri residui: scapolare, spille, rosario, dobbiamo risalire al ‘600”.
“Oh, allora, signor commissario, dal momento che la povera vittima dorme da trecent'anni, non potremmo anche noi indiziati andare a dormire?

Basta, sepolta la suora, restava ora da seppellire il defunto circolo repubblicano. “Pura formalità, ma ci risulta che lei è stato uno degli esponenti”.
“Sì, ero anch'io di quella schiera. Chi gliel'ha detto?”
“Non ha importanza”.
“Importa invece, e ne sarei curioso. Sono uno di quei rari superstiti e non capisco quale Jago, dolce amico…Naturalmente non ero il solo iscritto”.
“E' naturale. Se non che le carte, come lei sa…”
“Le carte da gioco?”
“No, gl'incartamenti”.
“Eh, purtroppo! Di quella pira l'orrendo fuoco, tutte le carte arse, avvampò”.
I due ridevano. “Lei ha accennato a carte da gioco – osservò il brigadiere – Vi si giocava?”
“Altro che! A bocce, a scopone”.
”Allora era molto frequentato?”
“Sempre”.
“Sopra tutto il lunedì” – insinuò pronto l'altro -
“Barbieri, vuol dire? No. Né barbieri né fotografi. Al lunedì era difficile trovare il quarto per una briscola”.
“Per cui non ricorda nessuno che giocasse con lei?”
“Come no! Potrei citarle una filza di nomi”.
“Davvero?” – esclamò il brigadiere raggiante – “Appuntato, prenda nota”.
E mentre quello scriveva, mio padre dettò una pagina intera di nomi e cognomi. Sorrisi, complimenti. “Grazie! Prego, stia comodo. Lei è benemerito della Benemerita. Approfitti pure di noi”. E giù inchini.
Tre giorni dopo, strano caso, anche quel giorno, la mamma assente e noi due in casa, quando un'altra scampanellata, ma più risentita.
“E' per te!”
“No, è per te: i due dell'altra volta”.
“Volevo ben dire. Un breve inciampo non ci turbi, non ci arresti! Sopra tutto, non ci arresti”. E andò ad aprire. “Qualcosa non va?”
“Lei ci ha ingannati”.
“Cosa dice mai?”
“Ci ha portati in giro. Guardi”. E col foglio in mano, sbatté pugno e foglio sul tavolo. “Ci ha dato soltanto nomi di morti”.

Mio padre abbassò il capo contrito, “Cosa vuole, l'età… gli affanni”.
“Che età! Non le permetto di scherzare”.
“Ma è lei che scherza, brigadiere! E pretendeva forse che le dicessi i nomi dei vivi? Uno come me del secolo passato, cosa vuole? Giunti sul passo estremo, prima o poi, uno alla volta… Via gradisca un bicchiere di vino. Vecchio ma sincero. Alla sua!”
“Alla sua!”
Bevvero. Li accompagnò.
Ite, o druidi!”.

Fabio Tombari


 
 
 
 
Fattinostri  
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Licia Ratti

<



TuttoPesaro  
  Una tonaca in bicicletta
<
  Candelara in festa
<
  Amarcord pesarese: Grugén
<
  Le 'nozze di diamante' di Aldina e Giuseppe
<
  Serata di gala a Villa 'La Selva'
<



TuttoFano  
  Il chiostro di Sant'Agostino: un gioiello
della città

<
  Un albero di trenta piani
<
  Sergio Maggioli: Il custode della memoria
<
  Anche le piazze sono
monumenti da tutelare

<
  Rinveniment archeulogich: quand tant e quand gnent
<
  Grazie per la festa
<



Stelle d‘ estate  
  Giovan Battista Nini: una mostra a Urbino
<
  Sipario d'estate: va in scena la Provincia
<
  Una città di roccia monocromatica emerge dalle viscere del Titano
<
  Anime inquiete: una mostra di Nobili
<
  Il nuovo album di Noris De Stefani
<
  Le scenografie mediterranee di Antonio Bellucci
<
  Fano: 22ª Mostra Mercato Nazionale del Libro e della Stampa antichi
<
  Percorsi d'autore
<
  Vamos todos a bailar
<



Opinioni e Commenti  
  La droga come sostituto dell'amore
<
  Il Miraggio (poesia di un marocchino a Pesaro)
<
  Nelle stelle cadenti il mistero della vita
<
  Tratte da 'Zelig'
<
  A proposito della polemica con la 'Federbomboniere'
<
  La terapia dell'ascolto
<



Speciale  
  Canto d'amore per l'Istria
<



Salute  
  L'odio per il proprio corpo
<



Consumatori  
  L'ottimismo delle donne
<
  Diritti e tutela del consumatore: le risposte dell'ACU
<
  Il Caso: Il cucciolo bastonato
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Prodotti alimentari
<



TuttoSport  
  Sportivi all'occhiello:
I pattinatori

<
  Nuovi corsi di vela a Pesaro
<



Lettere e Arti  
  Un nido d'amore
per Rossini e la Colbran

<
  Luciano Anselmi, un uomo solo
<
  Luigi Arditi nel salotto Rossini
<
  Mio padre repubblicano
<
  I dolci ozi pesaresi di Carolina di Brunswich
<
  Tragedie marinare
<
  La vita in gioco
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa