Ricerca nel sito: Parola Esatta
Luglio-Agosto 2001 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

La droga come sostituto dell'amore
Un incontro dell’AVAP a Pesaro
Si è tenuto a Pesaro, presso l'ex cinema di Borgo Santa Maria, un incontro organizzato dall'AVAP (Associazione Volontariato Antidroga Pesaro) con Don Chino Pezzoli della Diocesi di Milano, esperto in Pedagogia educativa e umanistica, fondatore della Comunità Terapeutica “Promozione Umana”, con sede a San Giuliano Milanese. Don Pezzoli promuove un'ipotesi educativa maturata attraverso anni di studio, di esperienza, di condivisione e di testimonianza nell'area dell'emarginazione tossicomanica. Il tema dell'incontro è stato “Vivere e crescere insieme: principio educativo e presenza educativa della famiglia”.
Cosa fare per arrivare prima della droga? Per essere adulti attenti e comunicare ai giovani vissuti significativi? Per imparare uno stile di vita che è, in un certo qual modo, prevenzione alla droga? Innanzitutto poniamoci una domanda: come mai tanti nostri giovani e giovanissimi affidano alle tossine delle droghe - soprattutto quelle psicoattive, oggi abusate: cocaina, ecstasy e, perché no, anche la birra che è iniziazione allo sballo – questo loro bisogno di sublimare il proprio sé e di indurre una alterazione della propria normalità? La risposta esige, da parte di noi adulti, un ripensamento: noi adulti per primi non investiamo forse sull'immagine e sull'apparire, sul sentirci sempre giovani, belli e persone di successo? Quando i giovani basano le loro azioni e i loro atteggiamenti sull'apparire, sul far colpo, arrivano alla trasgressione, perché droga ed azioni fortemente negative ingigantiscono quel personaggio potente che i giovani vogliono mostrare di sé. Da qui una prima indicazione: di smetterla noi adulti con questo culto dell'immagine e proporre ai nostri giovani il fascino, che sembra oggi superato della normalità, dello star bene con la propria identità.
“Vi do dei suggerimenti – dice Don Pezzoli – che traggo dall'esperienza di recupero di ragazzi difficili. Prima di tutto, dedichiamo più tempo ai ragazzi, agli adolescenti. L'adulto con la sua presenza, ma che sia una presenza reale, senza accorgersene, fa una trasfusione di esperienze, di vissuti, un travaso di umano nel giovane che gli infondono tranquillità e la certezza di sentirsi amato e mai solo. Proviamo a chiederci: quanto tempo dedichiamo ai nostri ragazzi… anche i papà, perché i papà ci devono essere in questa avventura educativa, perché il papà infonde un umano sicuro, infonde certezze nel profondo del figlio, della figlia. La famiglia deve diventare il soggetto principale di questa vita insieme, di questo contatto umano. Io lo scriverei da tutte le parti: la nostra vita è fatta di storie, è fatta di racconto. Il bambino e il giovane hanno bisogno di raccontare quello che vivono e hanno bisogno di ascoltare quello che vivono i genitori, perché questo ascolto reciproco li carica di umano, di speranza, di amore. I ritardi affettivi dell'infanzia si faranno sentire durante l'adolescenza, ma non deve arrivare l'eroina a dirci che i nostri figli hanno sete di affetto (perché l'eroina è amore, un amore artificiale e compensativo); dobbiamo arrivare prima e far sì che la famiglia diventi la comunità dell'ascolto, della comunicazione, della convivenza”.
Un'altra indicazione di Don Pezzoli è quella di cercare di raggiungere, noi adulti, un po' di saggezza, di riscoprire cioè una dimensione profonda della vita, in cui si possa riflettere, pensare a quello che si dice e che si fa, imparare a valutare il bene e il male, mettere in attivo la nostra coscienza e fare in modo che sia in attivo la coscienza dei nostri ragazzi. L'invito è ad essere meno superficiali e permissivi, perché permissivi sono quegli adulti che non vogliono assumersi responsabilità educative. Impariamo, noi adulti, ad appropriarci delle nostre negatività e dei nostri sbagli per imparare a correggere gli sbagli dei nostri ragazzi; perché è con la correzione, e con il mettere il giovane nella condizione di soffrire per il male che fa a sé e agli altri, che li educhiamo a risvegliare la loro coscienza.

Donatella Costantini

AVAP (Associazione Volontariato Antidroga Pesaro)
Via Borgo Santa Maria, 20 – Pesaro
Tel. 0721 286895 – 0347 4811972 – 0338 4903349
Orari
Giovedì (dalle 15 alle 18): Colloqui con i ragazzi
Lunedì (dalle 20.30 alle 23.30); Incontri con le famiglie


 
 
 
 
Fattinostri  
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Licia Ratti

<



TuttoPesaro  
  Una tonaca in bicicletta
<
  Candelara in festa
<
  Amarcord pesarese: Grugén
<
  Le 'nozze di diamante' di Aldina e Giuseppe
<
  Serata di gala a Villa 'La Selva'
<



TuttoFano  
  Il chiostro di Sant'Agostino: un gioiello
della città

<
  Un albero di trenta piani
<
  Sergio Maggioli: Il custode della memoria
<
  Anche le piazze sono
monumenti da tutelare

<
  Rinveniment archeulogich: quand tant e quand gnent
<
  Grazie per la festa
<



Stelle d‘ estate  
  Giovan Battista Nini: una mostra a Urbino
<
  Sipario d'estate: va in scena la Provincia
<
  Una città di roccia monocromatica emerge dalle viscere del Titano
<
  Anime inquiete: una mostra di Nobili
<
  Il nuovo album di Noris De Stefani
<
  Le scenografie mediterranee di Antonio Bellucci
<
  Fano: 22ª Mostra Mercato Nazionale del Libro e della Stampa antichi
<
  Percorsi d'autore
<
  Vamos todos a bailar
<



Opinioni e Commenti  
  La droga come sostituto dell'amore
<
  Il Miraggio (poesia di un marocchino a Pesaro)
<
  Nelle stelle cadenti il mistero della vita
<
  Tratte da 'Zelig'
<
  A proposito della polemica con la 'Federbomboniere'
<
  La terapia dell'ascolto
<



Speciale  
  Canto d'amore per l'Istria
<



Salute  
  L'odio per il proprio corpo
<



Consumatori  
  L'ottimismo delle donne
<
  Diritti e tutela del consumatore: le risposte dell'ACU
<
  Il Caso: Il cucciolo bastonato
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Prodotti alimentari
<



TuttoSport  
  Sportivi all'occhiello:
I pattinatori

<
  Nuovi corsi di vela a Pesaro
<



Lettere e Arti  
  Un nido d'amore
per Rossini e la Colbran

<
  Luciano Anselmi, un uomo solo
<
  Luigi Arditi nel salotto Rossini
<
  Mio padre repubblicano
<
  I dolci ozi pesaresi di Carolina di Brunswich
<
  Tragedie marinare
<
  La vita in gioco
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa