Ricerca nel sito: Parola Esatta
Luglio-Agosto 2001 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Nelle stelle cadenti il mistero della vita
Le interviste con Franco Foresta Martin
Anche quest'anno, tra il 10 e il 14 agosto sarà possibile osservare la tradizionale pioggia delle stelle cadenti, quelle meteore che sfrecciano veloci e che, secondo la credenza popolare, fanno avverare i desideri formulati durante la loro rapida apparizione. Come si spiega il fascino ricorrente di un fenomeno così antico? Lo chiediamo a Franco Foresta Martin, redattore scientifico del Corriere della Sera, ma anche appassionato osservatore di fenomeni astronomici.
“Gli spettacoli del cielo, per quanto ripetitivi, hanno sempre esercitato un grande stupore nella gente: basti pensare alle eclissi di Luna e di Sole o al passaggio di luminose comete con la coda. Nel caso delle stelle cadenti il fascino è accresciuto dal fatto che, secondo i più recenti studi di astrobiologia, la loro caduta sulla Terra sembra avere a che fare con la nascita e l'evoluzione della vita”.

Addirittura? Quella effimera scia luminosa che vediamo di notte è legata alle nostre lontane origini?
“Proprio così. Per capirlo, bisogna spiegare prima che le stelle cadenti non sono affatto stelle, ma frammenti di materia delle dimensioni di appena un millimetro che bruciano per l'attrito con l'atmosfera, diventando brillanti. Lo spazio è colmo di questi frammenti. Essi provengono dalla lenta disgregazione di comete e meteoriti e sono fatti da un miscuglio di elementi semplici come il carbonio e di sostanze organiche complesse, quelle che gli astrobiologi chiamano “mattoni fondamentali della vita”. Forse le comete sono il grembo in cui la materia organica evolve lentamente”.

E anche le stelle cadenti di San Lorenzo, celebrate dal Pascoli nella sua famosa poesia ‘X Agosto', provengono da una cometa?
“Sì. Le stelle cadenti della notte di San Lorenzo provengono dalla cometa di Swift-Tuttle, un piccolo corpo che percorre una lunga ellissi attorno al Sole in circa 130 anni, intersecando l'orbita della Terra. Mentre percorre la sua orbita la cometa perde frammenti e se li lascia dietro come la scia di un aereo. Si forma così un anello di polvere che la Terra, ogni anno, interseca nei giorni attorno al 10 agosto. Nascono così, dal velocissimo scontro della nostra atmosfera con le polveri della cometa le spettacolari stelle cadenti che ispirarono Giovanni Pascoli e che oggi affascinano gli studiosi di astrobiologia. Il loro nome scientifico è «Perseidi» perché sembrano irradiarsi dalla costellazione di Perseo”.

Qualche consiglio per l'osservazione?
“Quest'anno l'osservazione delle stelle cadenti non sarà particolarmente favorevole perché nelle notti in cui ci si aspetta la ‘pioggia' splenderà la Luna all'ultimo quarto, disturbando così la visione delle stelle filanti meno luminose. Ad ogni modo lo spettacolo ci sarà lo stesso. Io consiglio di andare lontano dalle luci cittadine e stendersi su una sdraio, guardando verso lo zenit, cioè verso il punto più alto del cielo. Le stelle più luminose dovrebbero sfrecciare alla frequenza di una ogni 5 minuti.

E, quando le vedremo, oltre a formulare il desiderio, non sarà assurdo chiedersi se ci sono tracce di vita anche in questi minuscoli proiettili.
“Proprio così. Si tratta di un'ipotesi niente affatto fantascientifica, rilanciata dalla scoperta di tracce di materia organica complessa in meteoriti e rocce marziane rimbalzate sulla Terra. Insomma, si va rafforzando la convinzione che la vita, almeno a livello elementare, non è un fenomeno unico della Terra, ma si trova in una molteplicità di corpi celesti”.

Rita Cesaretti Fusco


 
 
 
 
Fattinostri  
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Licia Ratti

<



TuttoPesaro  
  Una tonaca in bicicletta
<
  Candelara in festa
<
  Amarcord pesarese: Grugén
<
  Le 'nozze di diamante' di Aldina e Giuseppe
<
  Serata di gala a Villa 'La Selva'
<



TuttoFano  
  Il chiostro di Sant'Agostino: un gioiello
della città

<
  Un albero di trenta piani
<
  Sergio Maggioli: Il custode della memoria
<
  Anche le piazze sono
monumenti da tutelare

<
  Rinveniment archeulogich: quand tant e quand gnent
<
  Grazie per la festa
<



Stelle d‘ estate  
  Giovan Battista Nini: una mostra a Urbino
<
  Sipario d'estate: va in scena la Provincia
<
  Una città di roccia monocromatica emerge dalle viscere del Titano
<
  Anime inquiete: una mostra di Nobili
<
  Il nuovo album di Noris De Stefani
<
  Le scenografie mediterranee di Antonio Bellucci
<
  Fano: 22ª Mostra Mercato Nazionale del Libro e della Stampa antichi
<
  Percorsi d'autore
<
  Vamos todos a bailar
<



Opinioni e Commenti  
  La droga come sostituto dell'amore
<
  Il Miraggio (poesia di un marocchino a Pesaro)
<
  Nelle stelle cadenti il mistero della vita
<
  Tratte da 'Zelig'
<
  A proposito della polemica con la 'Federbomboniere'
<
  La terapia dell'ascolto
<



Speciale  
  Canto d'amore per l'Istria
<



Salute  
  L'odio per il proprio corpo
<



Consumatori  
  L'ottimismo delle donne
<
  Diritti e tutela del consumatore: le risposte dell'ACU
<
  Il Caso: Il cucciolo bastonato
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Prodotti alimentari
<



TuttoSport  
  Sportivi all'occhiello:
I pattinatori

<
  Nuovi corsi di vela a Pesaro
<



Lettere e Arti  
  Un nido d'amore
per Rossini e la Colbran

<
  Luciano Anselmi, un uomo solo
<
  Luigi Arditi nel salotto Rossini
<
  Mio padre repubblicano
<
  I dolci ozi pesaresi di Carolina di Brunswich
<
  Tragedie marinare
<
  La vita in gioco
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa