Ricerca nel sito: Parola Esatta
Luglio-Agosto 2001 / Salute
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

L'odio per il proprio corpo
Nel diario di sette ragazze, una testimonianza della fatica di vivere
Dopo l'apparizione dell'articolo a firma del dottor Luciano Baffioni Venturi (“Lo Specchio” di giugno) mi è stato fatto l'invito a illustrare l'aspetto psichiatrico dei disturbi del comportamento alimentare, più noti come anoressia e bulimia nervosa. Per non rendere l'esposizione troppo fredda e asettica, ho scelto di riportare alcuni brani dei diari, modificandoli solamente per non rendere identificabili le autrici (i nomi sono naturalmente di fantasia). Questo può aiutare a capire come vive chi è affetto da tali disturbi.

LA BULIMIA

Paola
- Esempio di abbuffata: 2 pezzi di crostata + 1 “ditata” di Nutella + 2 brioches + 1 succo di frutta + 1 pacco di biscotti + 1 pezzo di pecorino + 1 tè freddo + 1 grosso panino con formaggio e prosciutto + altra crostata + 2 lattine di Fanta + 1 pezzo di dolce alla Nutella + crostata + dolce con ricotta + 1/2 Kg di gelato.
- …. Oggi pomeriggio uscirò a fare shopping e mi farò un regalo. L'impegno va premiato! Mi sta venendo un nodo in gola; ho voglia di piangere... per quanto sono fiera di me!!!! Per ora pericolo scampato!
- Devo stare calma!! Se “sono con me” nessuno può farmi del male! Non posso avere paura delle mie emozioni! Fanno parte di me e come tali è giusto che io impari a viverle e a gestirle.
- Ogni giorno che passa senza bulimia è un tassello in più che va a formare il mosaico del carattere che avrei sempre voluto avere ma che veniva mutato negativamente dalle mie “tempeste emotive”! Non mi abbuffo da 14 giorni e da allora non ho più avuto gravi crisi esistenziali, ma problemi comuni a gran parte delle persone normali…
- Mi sono guardata diritta negli occhi davanti allo specchio… io non sono solo un corpo! Un libro non si giudica dalla copertina; essa può solo valorizzarne il contenuto, ma quello che conta sta dentro. E io sono un libro con la copertina un po' “sgualcita” ma in grado di dare tanto a chi vorrà leggermi….
- ….Se sento che il sole scotta, vuol dire che ci sono! E se ci sono devo tirare fuori le unghie e continuare, sempre più convinta, a lottare contro la bulimia…. Alla fine tutto è filato liscio… Sono fantastica!!!
- Questo per me è l'inizio di una nuova vita! E io ora sono come una bimba piccola che sta per scoprire cosa c'è fuori dalla sua culla…Ho iniziato a fare i miei piccoli, grandi progressi; ora so stare in piedi da sola, ma la forza della vita che ho dentro di me mi spinge a tentare di fare anche i primi passi. So bene che potrei cadere, però un cucciolo di donna come me deve anche imparare a cadere perché so che con la mia volontà avrò sempre la forza di rialzarmi per poi riprovare ….E non me ne frega di quanto tempo ci vorrà prima che io impari a “correre”!!! So che non sono sola al mondo, intorno a me c'è chi mi ama, ma dovrò imparare da sola a percorrere la strada della vita. 29 giorni senza bulimia!!!
- …Ogni volta che uscivo dal Centro mi sentivo carica, piena di me e serena… Devo imparare a provare queste cose anche senza il loro aiuto. Sentire il bisogno di rimanere ancorata a loro è sintomo di insicurezza e io non posso permettermi di essere insicura ora che dovrò cavarmela da sola. Il “bello” comincia ora!!! Devo essere contenta per questo!!!

Lucia
- In questo periodo mi guardo allo specchio e mi trovo cambiata. I miei occhi sono tornati a sorridere!!! Sono contenta di svegliarmi al mattino e ricominciare una nuova giornata. Prima riempivo il vuoto della mia vita con il cibo, adesso ho tante cose stimolanti da fare che mi sembra di non avere abbastanza tempo per farle tutte. Ho buttato via tre anni e mezzo della mia vita nel “cesso”, ora voglio recuperare tutto. 30 giorni senza bulimia!
- .. Oggi pomeriggio ho mangiato il gelato senza sentirmi in colpa e senza avere il timore che poteva farmi ingrassare. 45 giorni senza bulimia!
- …Mi sono sentita veramente fiera di me. Ho ripensato a quanto è stata dura riuscire a dire di no all'abbuffata, ai momenti di crisi e di sconforto ma soprattutto ai momenti belli in cui potevo dire: “Oggi il cibo non ha vinto, oggi sono stata forte e ho vinto io!!!” (Anche se non sapevo che quella stupida battaglia ero io che la creavo, ero io che combattevo contro me stessa.) 57 giorni senza bulimia!
- ….e ora sono veramente fiera di me stessa per essere riuscita ad uscirne con le mie sole forze! Adesso, anche se spesso ho dei momenti di sconforto e di tristezza, so che c'è sempre una soluzione a tutto, che si può risolvere qualsiasi cosa se uno lo vuole... ora so di poter affrontare tutto nella vita!!”4 mesi senza bulimia!

Claudia
- Ieri sera sono andata dopo tanto tempo a ballare con i miei amici e il mio ragazzo. Mi sono divertita un sacco, mi sono sentita rinascere in mezzo alla gente come non mi succedeva da tempo. Avevo finalmente voglia di ridere, di uscire e non mi sentivo stanca come sono solita. Non mi sentivo vecchia, anzi ero proprio una stella.
- E' ancora forte in me la preoccupazione di ricaderci anche domani perché tante volte ho attraversato periodi di “astinenza” però il bello è che per me questa volta non è più astinenza: io sono felice così come non lo sono mai stata perché il cibo non è più desiderato se non nel modo in cui sto mangiando adesso.
- … Invece è da un po' di tempo che non mi sento inferiore a loro, non mi vergogno di parlarci ed anche di scherzare, inoltre ieri sera ho raggiunto l'apice, stupendo pure me stessa; infatti ho cominciato a raccontare barzellette senza la mia solita timidezza ed ho fatto ridere tutti quanti.
- … Ho riflettuto sui miei progressi e non sono pochi. Ho avuto dal centro un aiuto forte ma silenzioso, rispettoso delle mie esigenze ma senza concedermi “troppo”. Sono cambiata, lo so e questo mi lascia un po' attonita: senza emozioni quasi. Non so come considerami adesso… e non mi riconosco quasi più; ma non importa perché sono sempre e solo IO!!!
- Oggi ho salutato le dietiste perché questo era (si spera!) il nostro ultimo incontro: un po' mi ha pianto il cuore, perché mi sono state molto vicine e mi hanno dato tantissimo; quasi mi hanno riportato alla vita. Con la loro dieta (inizialmente difficilissima da accettare) sono scesa da quel piedistallo “malato” che mi ero costruita e mi sono mischiata alla folla. Non sarà mai abbastanza dirle solo e semplicemente GRAZIE!!!
- Sono felice, ho voglia di stare in mezzo alla gente e di farmi vedere nella mia intera bellezza: Non sono mai stata così serena con il mio corpo…

Lilli
- In questo primo mese ho riscoperto quanto sia bello non provare vergogna per aver perso il controllo del cibo; ho più rispetto per me e intendo continuare così. Non dico che sia facile ma neanche impossibile. Ho preso un impegno serio per la prima volta in vita mia e intendo proseguire: a piccoli passi, con piccole conquiste arriverò alla guarigione. Ci saranno intoppi? … Se si presenteranno li affronterò.
- Forse non sarò guarita completamente ma sono sicuramente cambiata in meglio; in questi cinque mesi e mezzo ho appreso tante cose che mi hanno dato modo di riflettere, ho cominciato a metterle in pratica ma la strada è ancora lunga. Non si può cambiare una “vita” in così poco tempo! Ma la volontà, anzi la MOTIVAZIONE c'è!
- E sono arrivata all'ultimo foglio di questo diario, provo una sensazione strana ma fondamentalmente sono felice perché ho fatto grandi progressi e sono fiera di me: ho sofferto, gioito ma sono arrivata in fondo a questa prima parte del mio cammino per stare bene ed è già un grande risultato. Da domani dovrò gestirmi da sola, nel senso che avrò meno controlli, ma sono sicura di farcela: ho troppa voglia di continuare a stare bene.

ANORESSIA

Sandra
- Ho ingerito troppi grassi: 1,5 grammi. Ogni biscotto ne ha 0,5 e ha valore energetico di 23 x 3 = 69 calorie. Oggi dovrò stare attenta. Mangio una cicca alla menta senza zucchero. La mastico così forte che sul mio viso vedo i segni delle ossa (zigomi) e muscoli muoversi nervosamente tanto da indolenzirli. Mi guardo molto spesso allo specchio. Vedo la mia pancia gonfia, il mio sedere, le mie gambe… che schifo.
- …non volevo entrarci in questo schifo: volevo dimagrire e basta. Cosa che non ho fatto e il mio specchio continua a dirlo e quel cibo che devo mangiare è veleno schifoso… pesarsi, ripesarsi, guardarsi agli specchi, alle vetrine, le mie gambe che finalmente non toccano più, le mie gambe che quando si accavallano lo fanno così bene, come un artista fa il suo quadro, non immaginerete mai come lo fanno; la mia pancia che quando si piega fa piccole pieghette tranne quel gonfiore in fondo che ancora non riesco a capire cosa sia…

Marta
- …Non avevo voglia di niente e di nessuno, tanto meno di parlare. Ora, invece, cerco di aprirmi, di esprimere ciò che penso, ciò che è la mia personalità. Non ho più paura di pormi agli altri per quella che sono veramente e non mi sento in colpa se agisco diversamente da come si aspettano gli altri da me… Con i miei genitori sta ricominciando un buon dialogo e questa volta non lo sottovaluterò.

Bruna
- Stamattina ho aperto ancora di più gli occhi. Prima credevo che guarire significasse una specie di rinascita, ma non è così. Io non devo rinascere da nulla: sono sempre io.
- Oggi ho avuto una sorpresa veramente inaspettata. Davvero non ci credevo più: mi è tornato il ciclo. Non sapevo inizialmente se ridere o piangere, ma poi mi sono sentita contenta. Ora mi sento normale, tranquilla… Anche fisicamente mi sento e mi vedo bene, mi sembra di vivere un sogno; ora posso veramente dire che non mi manca nulla.

Le storie descritte sono un esempio di ciò che si può ottenere e di quanto può cambiare la qualità della vita. I vantaggi ottenuti possono sembrare cose banali, ma solamente chi ha perso (e chi sta loro vicino) può apprezzare le espressioni e le emozioni delle piccole grandi cose della vita.
Ciò che non è evidente è quanta e quale “motivazione” deve sviluppare chi è affetto da tali disturbi: la “motivazione” per iniziare; la “motivazione” per continuare; la “motivazione” per consolidare i risultati.
Che la motivazione sia un aspetto critico è dimostrato dal numero di procedimenti diagnostici non seguiti dal percorso terapeutico, dagli abbandoni e dalle ricadute.
L'epidemiologia dice che tali disturbi sono molto diffusi, che non sono di esclusivo interesse femminile, che sono in continua crescita, sia come numero che come età interessate.
Un punto focale dei Disturbi del Comportamento Alimentare è fare in modo che l'informazione e l'educazione sanitaria inducano “motivazione” e facciano chiedere aiuto a chi invece soffre in silenzio, nascondendo anche per anni, il proprio “stare male” e la propria “vergogna”.

Domenico Colapinto

AZIENDA U.S.L. N. 1 – PESARO
DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE
Direttore dr. Alberto Tornati
SERVIZIO AMBULATORIALE PER I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE
Coordinatore dr. Domenico Colapinto
Via Lombroso 37 – 61100 Pesaro
Tel. 0721 424781
L'attività, svolta in collaborazione con l'Azienda Ospedaliera “San Salvatore” di Pesaro, si avvale di una equipe inter- e multidisciplinare.

Il percorso prevede una fase valutativo-diagnostica medica, psicologica e psichiatrica. Successivamente il trattamento si articola in:
- riabilitazione nutrizionale
- psicoterapia individuale e/o di gruppo
- psicoeducazione
E' previsto il coinvolgimento dei familiari

ASSOCIAZIONE PESARESE PER I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE - ONLUS
Presidente avv. Guidumberto Chiocci
Corso XI Settembre, 93 - 61100 Pesaro
Tel e fax 0721 64034

Le finalità dell'Associazione si possono riassumere nei seguenti punti:
- Sostegno al Servizio Ambulatoriale per i Disturbi del Comportamento Alimentare della AUSL N° 1 di Pesaro, nel rispetto del Progetto Obiettivo nazionale che prevede un servizio ambulatoriale per i Disturbi del Comportamento Alimentare in ogni provincia
- Promozione di attività educativa, preventiva, formativa e di promozione scientifica
- Promozione della raccolta di fondi necessari per il conseguimento degli scopi dell'Associazione stessa.


 
 
 
 
Fattinostri  
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Licia Ratti

<



TuttoPesaro  
  Una tonaca in bicicletta
<
  Candelara in festa
<
  Amarcord pesarese: Grugén
<
  Le 'nozze di diamante' di Aldina e Giuseppe
<
  Serata di gala a Villa 'La Selva'
<



TuttoFano  
  Il chiostro di Sant'Agostino: un gioiello
della città

<
  Un albero di trenta piani
<
  Sergio Maggioli: Il custode della memoria
<
  Anche le piazze sono
monumenti da tutelare

<
  Rinveniment archeulogich: quand tant e quand gnent
<
  Grazie per la festa
<



Stelle d‘ estate  
  Giovan Battista Nini: una mostra a Urbino
<
  Sipario d'estate: va in scena la Provincia
<
  Una città di roccia monocromatica emerge dalle viscere del Titano
<
  Anime inquiete: una mostra di Nobili
<
  Il nuovo album di Noris De Stefani
<
  Le scenografie mediterranee di Antonio Bellucci
<
  Fano: 22ª Mostra Mercato Nazionale del Libro e della Stampa antichi
<
  Percorsi d'autore
<
  Vamos todos a bailar
<



Opinioni e Commenti  
  La droga come sostituto dell'amore
<
  Il Miraggio (poesia di un marocchino a Pesaro)
<
  Nelle stelle cadenti il mistero della vita
<
  Tratte da 'Zelig'
<
  A proposito della polemica con la 'Federbomboniere'
<
  La terapia dell'ascolto
<



Speciale  
  Canto d'amore per l'Istria
<



Salute  
  L'odio per il proprio corpo
<



Consumatori  
  L'ottimismo delle donne
<
  Diritti e tutela del consumatore: le risposte dell'ACU
<
  Il Caso: Il cucciolo bastonato
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Prodotti alimentari
<



TuttoSport  
  Sportivi all'occhiello:
I pattinatori

<
  Nuovi corsi di vela a Pesaro
<



Lettere e Arti  
  Un nido d'amore
per Rossini e la Colbran

<
  Luciano Anselmi, un uomo solo
<
  Luigi Arditi nel salotto Rossini
<
  Mio padre repubblicano
<
  I dolci ozi pesaresi di Carolina di Brunswich
<
  Tragedie marinare
<
  La vita in gioco
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa