Ricerca nel sito: Parola Esatta
Maggio 2005 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Itinerari extravaganti
alla scoperta della provincia


Non so se ricordate l'incipit di “Amarcord”. Protagonista ne sono “le manine”: nome dialettale con cui in Romagna si chiamava un tempo la “neve dei pioppi”, quell'efflorescenza pellegrina che annuncia l'estate imminente. “Ai manin l'è arivèt, da l'inverne a sem scapèt!”, dice il nonno di Titta. Il film ci conduce in un viaggio della memoria e della coscienza, mostrandoci luoghi di una peculiare geografia interiore: quella di due grandi artisti come Fellini e Tonino Guerra. Quella di chiunque abbia visto o immaginato questa terra fra cielo e mare, fra vento e Appennino, dove piccoli borghi, rocche e manieri costellano una natura appena appena addomesticata creando magie e sensazioni. Voglia di perdersi e andare. Fermarsi, restare, assaporare per poi ripartire.

Un territorio da amare

E' in questa volontà di recuperare tradizioni, valorizzare su un piano più alto e differente una delle province più belle d'Italia, che si inserisce questa iniziativa. “Esci e... vai!”, potrebbe infatti essere il motto di Extravaganti. Lasciati cioè alle spalle la porta di casa tua, la tua biografia, la tua città “così come la conosci” e vieni con noi: in giro per la Provincia Bella. Permetti, finalmente, che la nostra gente ti dia il suo calore e la sua ospitalità, lascia che il nostro paesaggio ti entri nel cuore.
“Penso in effetti – dice Giovanni Rondina, vicepresidente della Provincia e assessore al Turismo – che le ragioni del successo di Extravaganti stia proprio qui: nella capacità di rendere sempre più vivo un territorio, secondo una politica culturale realmente umanistica, perché volta ai bisogni primari, direi ancestrali, dell'uomo. Infatti Extravaganti è un progetto d'itinerari turistici alla scoperta di storie e luoghi fuori dall'ordinario. Ma non basta, c'è molto di più. Si tratta infatti della possibilità di una concreta economia fatta con “zero” impatto ambientale; sto parlando della realizzazione – in un periodo in cui tanti non fanno nulla, oppure fanno disastri – di un vero e proprio sviluppo eco-compatibile. E che la cosa sia stata compresa, e funzioni, lo dimostra la partnership che la Provincia ha ormai da tempo, anche per questa iniziativa, con la Confcommercio e con la Camera di Commercio. Ma l'uomo non è solo un essere “politico” ed “economico” – continua Rondina –, altre sono le sue dimensioni, i suoi bisogni che una buona politica deve cercare di soddisfare; con una metafora potremmo definirli “il pane dell'anima”, formato da conoscenza e socialità, estetica e piacere. Ma Extravaganti significa anche promuovere un turismo di qualità e valorizzare le aree interne, non solo sotto il profilo culturale ma anche per le sue eccellenze enogastronomiche. Queste sono le ragioni che ci hanno spinto a confermare un'iniziativa già ottima e a raddoppiarla per questa nuova stagione, portando a 24 le giornate complessive”.

24 percorsi tra natura e gastronomia

Per quanto riguarda gli aspetti tecnici, è obbligatoria la prenotazione: da effettuarsi a partire da una settimana prima rispetto alla data dell'itinerario, telefonando alla Cooperativa “Il Grande Albero” tutte le mattine dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 al numero 0721 371511. La quota è veramente popolare, come d'altra parte tutta la filosofia dell'intera manifestazione: ammonta infatti a 5 euro, cui deve aggiungersi il costo del pasto. Si consiglia di prenotare per tempo, poiché ci potrebbero essere difficoltà a trovare un posto in un programma così ricco. Faranno da guida narratori di prim'ordine, storici e intellettuali, come Piersanti, Volpe, Nanni, Fazi, Luminati, Borchia, Martufi, Cecini, Finauri ecc.
Anche quest'anno gli itinerari sono corredati da una proposta di soggiorno per il week-end curata dalla Riviera Incoming che già lo scorso anno ha portato numerosi turisti di varie parti d'Italia ad aderire all'iniziativa. Ogni percorso termina con un piacevole e ricco “momento gastronomico” che esalterà le eccellenze dei nostri prodotti e le nostre tradizioni culinarie.
Il programma, partito il 17 aprile, coprirà tutte le domeniche fino a novembre escludendo i mesi più vacanzieri: luglio e agosto. Si è deciso così poiché Extravaganti è sì un'iniziativa popolare, volta al grande pubblico; ma la sua più genuina essenza si dimostra davvero comprensibile a chi preferisce sussurrare piuttosto che urlare; a chi sa vivere la lentezza contro la frenesia di questi tempi; a chi sa spegnere la televisione nel nome di una vita vera; a chi insomma è ancora oggi capace di sentire col cuore i racconti segreti dell'anima dei luoghi.



 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Il Papa guerriero
<
  Se ne è andato…
<
  E' stato un leone
<
  Una statua a Pesaro?
<
  La corriera del parroco
<
  Il Papa filosofo
<
  Vittorio Messori e il cardinale
<
  Non chiamate nessuno “padre” sulla terra
<
  Poesie
<



TuttoPesaro  
  Rocca Costanza 40 anni dopo, una storia infinita
<
  Gaetano Savoldelli Pedrocchi: il braccio non violento della legge
<
  Una medaglia d'argento a Pesaro
<
  La Società Operaia di Mutuo Soccorso
<
  Bimbimbici a Pesaro
<
  La Cooperativa Case popolari
<
  I cani sciolti in città
<
  Finalment… el monument!
<
  El pont di sospir
<



TuttoFano  
  Un prestigioso volume sul restauro dei monumenti
<
  Il traffico a Fano e il sorcio di Trilussa
<
  Dov'è finita quella lapide?
<



Ambiente  
  “San Bartolo in festa” 2005
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  I decorati al valor militare della nostra provincia
<
  Obiettori “imboscati”?
<
  I ragazzi di Salò
<
  Professioni allo Specchio:
Il Caraceni dell'Adriatico

<
  Solitudine di immigrati
<
  In arrivo una generazione di analfabeti
<
  Itinerari extravaganti
alla scoperta della provincia

<
  BCC Gradara: Assemblea e festa del socio
al Parco Le Navi

<



Scienza  
  Un articolo di Einstein ha cambiato il mondo
<
  Bioedilizia: la casa di “terra cruda”
<
  L'Osservatorio astronomico del Balì
<



Salute  
  Non c'è solo l'oncologia
<
  Il buio dell'Alzheimer
<
  L'anca risanata dal prof. Epidurale
<
  Per dimagrire bisogna usare il cervello
<



TuttoSport  
  Le due facce della Scavolini
<
  Una Public Company per lo sport pesarese
<
  Fano Yacht Festival ha preso il largo
<
  I “vecchi” del rugby di nuovo in campo
<



Consumatori  
  I padri e il Papa
<
  Acu - Informazione fiscale
<
  Il Caso: I cavi della Telecom
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Indice dei prezzi al consumo città di Pesaro/media nazionale
<



Lettere e Arti  
  Una preziosa raccolta d'arte a Palazzo Montani-Antaldi
<
  Un articolo di Arnaldo Forlani: attualità di Terenzio Mamiani
<
  Gli amici di Nino Caffè
<
  “RoccaEventi” a Sassocorvaro
<
  Associazione Handicap & Arte: Giocobambini Occhidiguerra
<
  La strada per il Paradiso
<
  Questioni di lingua:
Ha ventun anni quel pover'uomo

<
  Gli anagrammi galeotti di Leone Pantaleoni
<
  Scintille di Sole
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa