Ricerca nel sito: Parola Esatta
Maggio 2006 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Appunti per un dialogo: Cristianesimo e Islam

“Nel Tuo nome Signore adagio il mio fianco e nel Tuo nome mi alzerò. Perdona le mie colpe. O Dio, preservami dal Tuo castigo nel giorno in cui resusciterai i Tuoi servi. O Dio, nel Tuo nome vivo e muoio! O Signore, Tu sei il Primo: non v'è prima di Te cosa alcuna. Tu sei l'Ultimo: non v'è dopo di Te cosa alcuna. O Dio, Tu hai creato la mia anima e Tu la fai morire: a Te appartiene farla morire, a Te farla vivere. Se la fai morire perdona ad essa; se la fai vivere preservala da ciò da cui preservi i Tuoi servi buoni. O Dio, Ti chiedo il perdono e il benessere. Svegliami nell'ora più cara a Te ed adoperami nell'opera che Tu più ami affinché Tu mi avvicini sempre più a Te. Ti supplico e Tu mi dai, Ti chiedo perdono e Tu mi perdoni, T'invoco e Tu mi esaudisci”.

Questa non è una preghiera cristiana, ma è una preghiera che Al Ghazali, teologo e mistico persiano musulmano del XI secolo, consiglia ai fedeli al momento di coricarsi. Il Dio al quale essi si rivolgono è il Dio di Abramo, padre comune degli ebrei, dei cristiani e dei musulmani: in arabo Allah che vuol dire Dio. Come si vede, da questa preghiera e da tante altre simili da pronunciare nei diversi momenti della giornata (il musulmano praticante prega almeno cinque volte al giorno), sono molte le somiglianze con le preghiere dei cristiani. Il Dio immaginato dai musulmani, anche se non è visto come il padre buono e affettuoso indicato nel “Padre nostro”, di certo è un Dio giusto e misericordioso, in particolare con i suoi fedeli.
Cosa è allora bene fare nei confronti dei musulmani, tanti dei quali vivono ormai tra noi in Occidente? Accentuare le divisioni e le differenze, accrescere la diffidenza e l'odio, oppure sottolineare le somiglianze? La fede in un Dio padre comune e l'etica, per tanti aspetti più rigida e scrupolosa della nostra laicizzata da secoli, non potrebbero unire invece che dividere? Ovviamente il discorso vale nei due sensi: sia per i cristiani sia per gli islamici che, specialmente se emigrati in Europa, devono accettare le regole e la Costituzione del Paese che li ospita. È vergognoso far loro visionare un film porno, per vedere se sono preparati all'ingresso in Europa, come si vuol fare in Olanda. Il rispetto delle convinzioni religiose è fondamentale per il dialogo, a meno di volere continuare a dialogare da una parte mediante i missili poco “intelligenti”, dall'altra mediante gli attentati terroristici.
Sono e resto cattolico, perché penso che un “Dio di amore”, come ci presenta Gesù, sia meglio di un Dio soltanto “misericordioso e giusto”: che impone, come Javeh del Vecchio Testamento, norme e divieti incomprensibili, come non mangiare certe carni e evitare cose e persone “impure”, e peggio ancora ordini crudeli come lapidare gli adulteri, vendicare i torti, imporre la fede con la forza della spada, invece che con l'esempio e la testimonianza. Certo che anche nel passato recente del cristianesimo ci sono le crociate, le guerre di religione, i roghi di eretici, di streghe e di ebrei, le guerre fratricide e le dittature nere o rosse che siano state. Oggi però, vuoi per una più rispettosa lettura del Vangelo, vuoi perché la cultura e l'etica occidentale derivano anche dall'Illuminismo, dalla Rivoluzione francese e dal socialismo, i cristiani che vogliono la pena di morte, le guerre preventive, la sopraffazione razziale, la derisione delle idee religiose degli altri, dovrebbero essere in minoranza (almeno lo spero di cuore). Allora educhiamo nelle scuole statali i migranti alla “libertà, uguaglianza e fratellanza”: in parole povere insegniamo loro la democrazia. I cristiani diano l'esempio di accoglienza, di perdono e di carità che Cristo insegna; i partiti, invece che vignette stupide e leggi egoiste, propongano l'integrazione degli extra-comunitari di cui, peraltro, non possiamo più fare a meno. Il resto lo faranno Internet e le TV satellitari che portano più democrazia dei cannoni di Bush. Personalmente credo che nei Paesi arabi più evoluti, i giovani musulmani di oggi, salvo un'esigua minoranza di fanatici, nel momento in cui non si sentiranno più sfruttati e umiliati dall'Occidente, non andranno più a cercare il paradiso facendosi esplodere, né accetteranno più i regimi teocratici o feudali che ancora li sottomettono.


Luciano Baffioni Venturi

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  Quando volano le cicogne
<



Speciale Fiere  
  Le Fiere di Pesaro verso il Polo regionale
<



Speciale  
  Il “centenario” dello Specchio
<



TuttoPesaro  
  Il crocifisso del sindaco
<
  Circolo della Stampa:
Le lacrime dell' “argentino”

<



TuttoFano  
  Il Lisippo “a gratis”
<
  ICI e promesse elettorali
<
  Mostra mercato Maarten cuore d'Africa
<
  “Al Pesce Azzurro” aiuta Telethon
<



Ambiente  
  San Bartolo in Festa: 22-28 maggio 2006
<
  Osservare i rapaci
<
  Non esiste in Italia il pericolo “aviaria”
<



Opinioni e Commenti  
  Appunti per un dialogo: Cristianesimo e Islam
<
  Africa: storie di vita e di diritti
<
  Visti da vicino: Ugo La Malfa
<
  Il “Che” Guevara come Gesù Cristo?
<
  Sessualità e sessuofobia
<
  Come rendere felice una donna
<
  Perché sono a favore dei Pacs
<
  L' “amministratore di sostegno” per i disabili
<
  Il cuore e la mente
<
  Una lotteria per l'Avis
<
  Lions: consegnati oltre 3.000 occhiali
<
  Chernobyl, 26 aprile 1986
<
  Formazione professionale: 167 nuovi corsi
<
  Un'indagine dell'Aspes sulla soddisfazione dei clienti
<



TuttoSport  
  Scavolini Basket: Ritorno in paradiso?
<
  Volley: Grazie lo stesso, Colibrì!
<
  Carlton Myers: As You
<
  Il calcio pesarese risorgerà con Rossi
<
  Regata a Mercatale
<



Lettere e Arti  
  I cuccioli di Diana
<
  Le “isole” di Logli
<
  Giancarlo Trapanese ha la “Luna Traversa”
<
  Il diario di Carta
<
  Il retrogusto dell'Artusi
<
  Cesare Brandi, maestro dell'arte
<
  Concerto in ricordo di Massimo Dolcini
<
  Questioni di lingua: “Il bel Paese dove l'okay suona”
<
  Omaggio a Mozart
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa