Ricerca nel sito: Parola Esatta
Maggio 2008 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Scavolini-Spar: Emozioni e rimpianti

Michael Hicks: l'ultimo ad arrendersi. (Foto di Guido Zonghetti)

Applausi in un pomeriggio triste. Si è chiusa così l'avventura della Scavolini-Spar nella stagione del ritorno nella massima serie, con la porta del salotto buono sbattuta in faccia ai biancorossi dopo 33 giornate trascorse in zona play-off. Eliminati dalla fase finale all'ultimo giro di pista, per questioni di classifiche avulse e anche – diciamolo pure – per una monumentale dose di sfiga. Il pubblico dell'Adriatic Arena l'ha capito ed ha comunque riservato un'ovazione finale d'affetto alla band di Pino Sacripanti, caduta a testa alta nella gara d'addio contro la tostissima Avellino.
Il flash-back di una stagione passata con troppo anticipo in archivio è nelle parole di coach Sacripanti smaltito lo scoramento dei primi momenti dopo l'eliminazione.
“L'epilogo del campionato ci ha lasciato l'amaro in bocca, ma mi sembra giusto parlare comunque di stagione positiva. L'obiettivo di partenza, una tranquilla salvezza, è stato raggiunto con largo anticipo, e quello comunque meritatissimo dei play-off (solo sei squadre hanno fatto meglio di noi come punteggio) ci è sfuggito per una serie allucinante di episodi sfortunati nelle ultime giornate. Il mio ringraziamento, oltre che ai giocatori, va allo staff tecnico e medico con cui ho avuto il privilegio di lavorare, alla società che ci ha sempre assicurato fiducia e sostegno ed all'affetto dei nostri tifosi e di tutta la città che in questa squadra vede una parte importante della propria immagine”.
Ed ecco il giudizio del coach sui singoli biancorossi, quasi tutti con la valigia in mano, salvo i tre sotto contratto: “Voglio sottolineare la crescita enorme di Hicks nel finale di stagione, l'apporto sostanzioso di Zukauskas e di Fultz, il buon contributo di Myers prima del calo fisico delle ultime partite e la caratura tecnica di Podestà specie nel gioco in post basso. Pasco è stato un valido elemento funzionale al nostro sistema di gioco, mentre Slay ha avuto nella scarsa continuità il limite al suo grande talento; Brokenborough ha interpretato correttamente il suo ruolo di supporto allo spot di guardia riservato a Myers. Discorso a parte merita Keidren Clark: ottimo in fase di realizzazione, meno in fase di costruzione del gioco e in difesa, è stato comunque un protagonista importante in seno alla squadra. Gli mancano ancora esperienza e leadership, ma si è rivelato in ogni caso una scommessa vinta...”.
Giudizio quest'ultimo che lascia chiaramente intendere come Kee-Kee rientri decisamente nei piani della Scavolini-Spar del prossimo anno.
“Il principale rimprovero da muovere alla squadra”, conclude Sacripanti, “è che troppo spesso tendeva a “battezzare” le partite, dando già perso in partenza qualche confronto che, senza certi atteggiamenti di poca convinzione, avremmo anche potuto far nostro. E' stato un problema di gestione delle emozioni: questa Scavolini-Spar ha sempre vissuto, nel bene e nel male, sull'emotività, un gruppo di giocatori capaci di infiammarsi e di demoralizzarsi quasi a sorpresa. Se alla fine è sfumato il sogno play-off lo si deve anche a questi atteggiamenti di difficile lettura”.
In chiave positiva anche il commento del G.M. Montini: “Abbiamo portato a termine un programma iniziato tre anni fa, che prevedeva due promozioni e una stagione di permanenza nella massima serie, in attesa di puntare più decisamente alle posizioni di alta classifica. Abbiamo avuto 6.500 spettatori di media, oltre 110.000 in totale, secondo miglior risultato di sempre per Pesaro. In più, abbiamo riportato anche nel nuovo palasport l'entusiasmo della tifoseria di un tempo. Tutto sommato c'è di che essere soddisfatti, al di là dello sfortunato epilogo della regular season”.
Da dove ripartire ora? Innanzi tutto, dal rapporto di collaborazione fra le famiglie Scavolini e Vellucci e dal consolidarsi del gruppo di co-sponsors formatosi attorno ad esse. Una volta assicurata la necessaria solidità economica, occorrerà metter mano, dalle fondamenta, alla nuova squadra; perché uno dei lati negativi della stagione appena finita è stato quello di non essere riusciti a creare un nucleo compatto ed affidabile che facesse da base ad una formazione più competitiva. Primo passo della rifondazione biancorossa? Un solido asse play-pivot (vecchio pallino di chi scrive, retaggio della nostalgia per il bel basket del tempo che fu, ben diverso dal tiro al piccione di oggi!). E attorno gente matura, affidabile, non fenomeni da baraccone, buoni per il circo più che per il parquet. Agganciare Daniele Cinciarini e Michele Maggioli (al posto del... pensionato Podestà) potrebbe essere la mossa giusta per dare una preziosa identità pesarese alla squadra. E rivedremmo volentieri in città quel Mike Hall su cui Pino Sacripanti punta da tempo. Infine Myers: resta una bandiera del basket italiano, e pesarese in particolare; ma stavolta dovrà intelligentemente rassegnarsi a partire dalla panca, nel suo ultimo anno di carriera. Davanti a lui, possibilmente, una guardia vera, talentuosa e realizzatrice. Non qualcuno che, per lasciargli spazio, giochi... da portiere.

Alberto Pisani


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  Volley: Il trionfo delle colibrì
<



TuttoPesaro  
  L'arco trionfale di Villa Miralfiore
<
  Foglia, il fiume da vivere
<
  Antonella Agnoli e la Biblioteca San Giovanni
<
  Pesaro SU e GIU'
<
  Pane, amore e leccornìa
<
  Lavavetri e mendicanti
<
  De Coubertin s'arvoltarà tla tonba
<
  Vespasiani, Cerisciolani o Barbantoni?
<



TuttoFano  
  L'odore del pane nella Fano di Moretti
<
  Spiagge libere: ultimo atto?
<
  Corso di fotografia
<



Ambiente  
  Parco San Bartolo: Tra natura e cultura
<
  Alberi da salvare: La roverella di Valletresole
<



Storia  
  Il 40° anniversario del Maggio Francese
<
  Pillole di storia: La notte del Lupo
<
  Il 18 Aprile 1948: C'era anche Saragat
<



Società  
  Torna a Pesaro l'uragano Giordy
<
  Pesaro - Loreto a piedi
<
  Voci su Internet: Domanda di cittadinanza
<
  Voci su Internet: Caro papà...
<
  L'angolo di MaPe
<



Opinioni e Commenti  
  Una mostra fotografica dei Granatieri di Sardegna
<
  La partigiana Emma
<
  Novità del Codice della strada: Neo-patentati, cellulari, alcool
<
  La Banca dell'Adriatico per i giovani
<
  Volontari in Africa
<
  Campagna di Marche Multiservizi: Chiare, fresche e dolci acque
<
  11 maggio: Festa della mamma
<



Salute e Benessere  
  I consigli del medico: Smetti di fumare in dodici mosse
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: Emozioni e rimpianti
<
  La 6^ edizione della ColleMar-athon 2008
<
  Arti marziali: Shen Long agli Europei
<
  Maxibasket a Pesaro
<



Lettere e Arti  
  Maiolika a Fano
<
  Non solo tango: Settimana di cultura Italo-Argentina
<
  Il linguaggio dell'arte contemporanea
<
  Visti da vicino: Giuseppe Ungaretti
<
  Il fischio del merlo
<
  Classe 1940
<
  Cagnacci a Forlì
<
  Caravaggio (Gianni)
<
  Rossini: Come nasce una “ouverture”
<
  Castelli d'aria 2008
<
  Teatro a scuola
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa