Ricerca nel sito: Parola Esatta
Maggio 2009 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Volley rosa: il sogno continua

Nude alla meta. Le colibrì (nella foto Kasia Skowronska e Christiane Furst) hanno iniziato in bellezza la finale scudetto.

Si è alzato il sipario, domenica 3 maggio, sulla finale del 64esimo campionato femminile serie A1. Nel nuovo palazzetto di Campanara – finalmente stracolmo di oltre 2000 spettatori – la Robur Scavolini alla sua seconda finale (dopo la serie trionfale in regular season e play-off) e l'Asystel Novara alla quarta finale, hanno dato vita a uno spettacolo di grandissima intensità, come testimoniato dal punteggio: 26-24, 26-24, 24-26, 25-18, con tre set su quattro chiusi ai vantaggi. Le colibrì, che avevano annullato un set-ball nella prima frazione, avrebbero potuto chiudere in tre set, ma hanno subìto la reazione d'orgoglio dell'Asystel sospinta da una Osmokrovic mostruosa (36 punti alla fine).
“Mi è sembrato che la Scavolini avesse sempre una marcia in più rispetto a Novara – ci ha detto in tribuna stampa Consuelo Mangifesta, ex nazionale e responsabile della comunicazione della Lega – “non so se anche per merito di qualche giorno in più di riposo, mentre l'Asystel era reduce da cinque set molto tirati nella semifinale contro Bergamo”. In realtà Novara ha giocato comunque una grande partita in ricezione, difesa, copertura; ma la forza di gruppo della Robur ha fatto la differenza.
Prima del fischio d'inizio, premiata Carolina Costagrande con il “Trofeo Gazzetta” quale migliore giocatrice della stagione. Le pesaresi sono arrivate alla fine di questo lungo viaggio con una consapevolezza e sicurezza nei propri mezzi ancora più sorprendente di quella dell'anno precedente. Le ragazze di Zè Roberto sono tornate a ruggire come solo loro sanno fare. La regia di Ferretti ha dato vita ad episodi da manuale, con la caparbietà di chi vuole scrivere il proprio finale. Una realtà, quella marchigiana, più solida rispetto a tutto e tutti: più forte delle avversarie, della stanchezza, dei tanti viaggi e dei giorni di duro lavoro. Guiggi and Co. hanno sempre dimostrato di volere fortemente questo secondo tricolore, per loro stesse, per i tifosi, per la Società e per Zè Roberto che, finita la lunga maratona, se ne ritornerà definitivamente in patria in Brasile, dalla sua famiglia e dalla sua nazionale. Il capitano biancorosso: “Novara, in questa stagione è la squadra che ci ha messo più in difficoltà per le caratteristiche tecniche e fisiche”. Arriva un regalo per l'ultimo acquisto, Kasia Skowronska (mvp della partita di domenica), che quest'anno è stata quasi sempre determinante: per lei questa è la prima finale scudetto da quando è in Italia. “Se siamo arrivate fino a qui – dice – il merito è della forte carica mentale presente all'interno della squadra”. Il segreto però è principalmente un altro, da tempo ormai scoperto: la forza del gruppo. Ogni giocatrice si è sempre messa a disposizione dell'altra, senza voler primeggiare; hanno saputo darsi un'identità, in maniera naturale, tutte insieme. Zè non ha mai dovuto imporsi, sono state le ragazze a darsi delle regole e giusti comportamenti da condividere.
Due talenti a confronto, nonché punti di forza delle rispettive squadre, sono Costagrande e Osmokrovic, pronte a dare vita ad un duello all'ultima palla. Continuerà la sfida tra due vere fuoriclasse del paleggio come Ferretti e Feng; tra la mano armata Skowronska e la miss Germania Kozuch; tra le centrali stellari Guiggi e Furst e la sontuosità di Paggi e Anzanello; tra la classe cristallina di Jaqueline e l'astro nascente Barcellini, per non parlare poi di Wijnhoven e Cardullo che si contenderanno il titolo di regine della seconda linea. Zè Roberto, il pluricampione brasiliano se la vedrà con Pedullà, vecchia conoscenza e uno dei pilastri del campionato italiano. Noi, seduti in platea, attenderemo palpitando – punto dopo punto – il risultato finale. Sperando in un bis.

Alice Mazzarini


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Elezioni  
  Pubblicità elettorale: ultima chiamata
<



Speciale  
  Il congedo del questore:
i peccati della provincia

<
  Il nuovo questore
<



TuttoPesaro  
  Le chiavi della città
<
  Guide curiose e bizzarre
<
  'Casa Mariolina' per i senzatetto
<
  Il terremoto del 1930
<
  Ricordo di Guya Cantoni
<
  Il testamento di Amedeo
<
  La pieve di San Lorenzo
<
  Controvento
<



TuttoFano  
  A Fano 40 anni di ortopedia
<
  Ospedale unico: l'integrazione mancata
<
  Tempio di Cibele?
<



Opinioni e Commenti  
  Spignòlo o Prugnòlo? Scopritelo voi
<
  San Bartolo in Festa
<
  Lo 'Speciale Donna' a Margherita Coletta
<
  A Friedman l''Urbino Press Award'
<
  Nuovi club per alcolisti in trattamento
<
  Odontoiatria sociale
<
  Viaggio a Keita
<
  Guerra e amnesie
<
  La Sottosegretaria e il suicidio
<
  I vantaggi del 730: ci pensa la Confartigianato
<



Società  
  Comunione e divorziati (3)
<
  L'Energia benefica e Bruno Groening
<
  Nuova Era: l'apparire e l'essere
<
  Voci su Internet: la fame nel mondo
<
  L'olio della frittura
<
  Voci su Internet: Il test
<
  Lavoro in equipe
<



Storia  
  Tunisia, 1943: finisce la nostra Africa
<
  Grande Guerra: il popolo delle trincee
<



TuttoSport  
  Voci su internet: soluzioni
<
  Volley rosa: il sogno continua
<
  Scavolini-Spar: un finale col coltello fra i denti
<
  Successo per la Collemar-athon
<
  Vela. Fabio D'Angeli ai 'mondiali'
<
  Arriva il Badminton
<



Lettere e Arti  
  Le donne di Agrà
<
  L'amico 'diletto' del Caravaggio
<
  Postriboli e prostitute nell'antica Pesaro
<
  Intorno a Raffaello
<
  Living Art
<
  I calanchi di Ridolfi
<
  La spiaggia d'inverno
<
  Torino che guarda il mare
<
  Cantar lontano di Diego Ortiz
<
  PesaroPhotoFestival
<
  Le Marche festeggiano il Futurismo
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa