Ricerca nel sito: Parola Esatta
Marzo 1999 / TuttoFano
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Una statua per Fabio Tombari

Continuano a pervenire le adesioni dei nostri lettori all'appello lanciato nel numero di dicembre '98 dello Specchio: celebrare il centenario della nascita di Fabio Tombari con la realizzazione di una statua in formato naturale del grande scrittore fanese, da collocare in una delle piazze da lui abitualmente frequentate.

Sauro Brigidi, redattore e poi capo servizio del "Resto del Carlino" di Pesaro per oltre trent'anni, ci invia questo articolo da lui scritto in occasione dell'89° compleanno dello scrittore: una testimonianza particolarmente suggestiva.

Il poeta innamorato delle Marche

Rio Salso – Fabio Tombari, scrittore di una indimenticabile stagione marchigiana ricca di umori e fermenti letterari, ha compiuto 89 anni con misurata e limitata celebrazione. Stile dell'uomo ma anche segno dei tempi.

Bisogna tornare un po' indietro, ad un modo di incontrarsi e di chiacchierare più umano e sereno, per ricordare e per capire. Se sapete adattarvi alla pace e all'incantesimo di Rio Salso, nella provincia di Pesaro, e non interrompete Fabio Tombari alle prese con uno dei suoi gatti, in quel "sortilegio" che è la sua casa di campagna, il pensierino "fuori serie", su qualsiasi argomento, vien fuori per germinazione spontanea. Così come tutto sboccia e cresce nel sole della vallata. Magari lui comincia con molto più di quel che gli si chiede; parte da mitiche lontananze: le Marche, come le vede lui, non sono semplicemente una terra tanto amata e tanto mirabilmente descritta. Le Marche sono il centro dell'universo in cui si coglie la spaccatura tra due tipi di umanità, la separazione tra Oriente ed Occidente, tra Nord e Sud, di genti che a causa di una dea perseguitata da Giove (il quale se n'era invaghito) usa e pronuncia "io" oppure "me" in modo significativamente diverso.

Temi e riferimenti s'intrecciano fra storia e mitologia, in un amabile capogiro che lo porta irresistibilmente "altrove". Poi scende a più miti consigli e finalmente esce fuori l'immagine con firma d'autore; appunto il pensierino "fuoriserie" che ci si aspetta. "Le Marche – dice – si presentano nel segno di quella discrezione che è sempre stata la sua caratteristica da secoli. In mezzo a tanto progressismo più o meno sballato, a tante esibizioni più o meno sfacciate, a tanto funambolismo più o meno ridicolo, le Marche sono un po' come quella signora che in società, dove tutte le altre femminilità sono costrette ad accavallare le gambe per coprire l'ultimo copribile – e si sbracciano e sbraitano – siede da parte tranquilla, sia perché ha la gonna fin sotto i ginocchi, sia perché non mira ad esibirsi. Partecipa alla conversazione, risponde alle domande, interviene a tempo giusto. Pochi la notano, è vero. Ma chi l'ha notata non la dimentica, e forse la preferisce a molte altre. E fra tutti gli ammiratori importano proprio coloro che la notano.

"In che senso? Nel senso che sono coloro che preferiscono la naturalezza al funambolismo, la genuinità alla imitazione, e ciò che è tipico a quanto standardizzato. Naturalmente sono i meno. Ma proprio questo è il segno della distinzione: il segno di ciò che è personale, interiore, intimo. E perciò profondo, umano, e umano perché profondo. Poiché un'umanità frettolosa che mira al superficiale è una povera umanità scontenta e deleteria. "Auguriamoci pertanto che la nostra regione, pur traendo vantaggio dalle esperienze dei tempi, conservi quella modestia che in arte è misura. Non resti qual era ma resti se stessa". Orizzonte perduto, purtroppo, anche questo. Appare un po' difficile sostenere che la nostra regione sia ancora quella che Tombari descriveva con immagine così gustosa. Proprio la "modestia che in arte è misura", come lui dice, ci appare ormai sopraffatta dalla presunzione e dall'arroganza di nuovi arrivati, di "nuovi ricchi" che hanno perso ogni aggancio con le radici di questa terra e con la semplicità e l'umanità dei marchigiani d'un tempo nemmeno tanto lontano.

Sauro Brigidi

Messaggi

- Pensando al caro Fabio Tombari e ricordando una mattinata trascorsa con lui a parlare di mare e pittura amerei scolpire per lui una bellissima scultura.

Pierluigi Piccinetti (pittore e scultore)

- Mi associo con gioia alla bella iniziativa del prof. Berardi, nel voler ricordare il nostro Fabio Tombari.

Giannina Marinelli

- Una statua dai fanesi per il più fanese dei suoi autori.

Gianfranco Faroni (già assessore alla cultura del Comune di Fano)

- Attendiamo impazienti

Franco Toscani (assicuratore)

 

 

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Valerio Volpini

<



TuttoPesaro  
  Il 'pincio' dei pesaresi
<
  Pubblica sottoscrizione per una statua a Pasqualon
<
  I pioppi del Canadà
<
  Liriche di casa nostra
<



TuttoFano  
  Rodolfo Gabrielli di Montevecchio eroe fanese del Risorgimento
<
  Una statua per Fabio Tombari
<
  Un Carnevale dolce ed amaro
<
  TuttaFrusaglia
<



Opinioni e Commenti  
  Aborto: opinioni a confronto
<



Salute  
  Alimentazione e calorie
<



Amici Nostri  
  Peggy e i suoi tredici Dalmata
<
  Gioachino e i suoi compagni
<
  Cani e divorzi
<
  Poesia di Trilussa: Spari
<
  Era soltanto un cane
<
  Quando i Gesuiti
<



Consumatori  
  Il potere dei consumatori
<
  Il parere del Difensore Civico
<
  Il Caso: Elettrodomestici in 'omaggio'
<
  Trasloco e trasporto
<
  Occhio al gelato!
<



Lettere e Arti  
  Incontro con Umberto Orsini e Giulia Lazzarini
<
  Profumi di caccia
<
  Yves Klein
<
  TVB: 6 bello ‘n bel po'
<
  L'Atleta di Fano
<
  Letteratura in dialetto pesarese
<
  Un sogno d'inverno a Mosca
<
  Solitudine
<
  Libri: impressioni 'under 25'
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa