Ricerca nel sito: Parola Esatta
Marzo 2011 / Tutto Fano
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

L'ospedale ideale

È solo dalla seconda metà dell'Ottocento che le nuove scoperte scientifiche hanno rivoluzionato tutto il sistema ospedaliero. Si è passati dalle strutture a “corridoio”, dove i ricoverati trovavano posto senza tener conto della loro malattia, a quelle a “padiglione” dove i pazienti venivano, invece, raggruppati per diagnosi. Oggi la struttura urbana di una moderna città non può prescindere dalla presenza di un moderno ospedale. Renzo Piano l'ha disegnato per noi. La sua struttura deve rispettare l'ambiente circostante e ha percorsi separati per i dipendenti, i visitatori, le emergenze, le merci. Alcune regioni, come la Lombardia e la Toscana, lo hanno già realizzato. “L'ospedale di Lecco è il meglio di quanto la sanità lombarda, e quindi italiana può offrire …” (Roberto Formigoni). L'ospedale di Lido di Camaiore, in Versilia, è uno dei più moderni d'Italia, con soluzioni uniche e all'avanguardia per il trasporto interno dei materiali, grazie ai robot intelligenti che si muovono su piste magnetiche. Ma quali dovrebbero essere i canoni di un ospedale moderno? Prima di tutto non può concepirsi separato dal proprio “territorio”: inteso non tanto come ambito burocratico/amministrativo ma, piuttosto, come luogo sociale di collegamenti e di “reti”. Per questo, nel cosiddetto “piano-sociale” dovrebbero trovare spazio: un asilo nido per i figli dei dipendenti, un ristorante tavola-calda aperto per dipendenti e visitatori, bar e vari negozi come parrucchiere e fioraio, piccola libreria, banca, poliambulatori e cappella religiosa. Il comfort alberghiero dovrebbe essere il più elevato, con posti letto in camerette singole o al massimo con due letti (uno per l’ammalato ed uno per un suo familiare, pagato in “differenza alberghiera”). La privacy, per un ammalato, è la cosa più importante. Ognuno dovrebbe poter ricevere le cure più appropriate ed efficaci, accolto e curato nel rispetto della sua dignità, delle sue opinioni e, soprattutto, della riservatezza. I cittadini della Provincia di Pesaro e Urbino meritano, al pari di altri italiani, questo trattamento. Le strutture attuali del San Salvatore e del Santa Croce, costruiti nei primi anni del secolo scorso, sono superate. E’ almeno dall'agosto dello scorso anno che, sulle pagine dei giornali locali, si discute sulla costruzione di un nuovo ospedale provinciale: sei mesi di dibattito politico per stabilire il luogo dove verrà costruito sono troppi, non aggiungiamone altri. Gli amministratori di altre realtà nazionali hanno impiegato meno di cinque anni per la realizzazione di nuove strutture sanitarie nei loro territori. Per favore, amministratori locali, non prolungate un inconcludente “balletto delle responsabilità” sulla scelta dell'ubicazione. Il presidente dell’Amministrazione provinciale, Matteo Ricci, che ha posto la costruzione di una nuova struttura ospedaliera fra gli obiettivi per rendere la nostra una “comunità felice” intervenga. Una “comunità felice” è tale se riesce anche a lenire il dolore dei sofferenti.

Stefano Giampaoli


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Caritas. I nuovi poveri
<



Speciale  
  I 100 anni della Benelli
<



Tutto Pesaro  
  La roulette russa degli incroci
<
  Pesaro, città 'sistemata'
<
  Maria Rocchi Gaio
<
  La cittadina Dorina
<
  Gutta cavat lapidem
<
  L'angolo di Nic
<



Tutto Fano  
  L'ospedale ideale
<
  Ospedale uno e trino?
<
  La rivincita dei pesci
<
  El Schwarzenegger d'i purett
<
  Homo-Homini lupus
<



Opinioni e Commenti  
  Siamo tutti intercettati?
<
  C’è ancora bisogno del femminismo
<
  Il Web 2.0 di Confartigianato Pesaro analizzato e discusso in una tesi di laurea
<



Storia  
  Vittorio Emanuele II nelle Marche
<
  La storia della bandiera
<
  Una mostra filatelica
<
  Auguri Italia!
<



Salute  
  I trapianti d'organo
<
  Sedentarietà: rischio per la salute
<
  Psicologia. Olodanza: l’energia liberata
<



Società  
  Contropelo. La riforma del matrimonio
<
  Il sogno di Capitol
<
  Raccòntalo allo Specchio. Il latte a domicilio
<
  Voci su Internet. La colf messicana
<



Tutto Sport  
  Scavolini Siviglia. Navigando a metà classifica
<
  Volley rosa. Mamma li Turchi!
<
  Vela. 27^ Edizione Pesaro-Rovigno
<



Lettere e Arti  
  Ricordo di Pietro Zampetti
<
  Visti da vicino: Fausto Bertinotti
<
  L'Istria e la sua storia
<
  Notturno Bus
<
  Mario ed Eva
<
  Giovanni Ozzola: 'Naufragio'
<
  Le Grand Tour
<
  Renato Arzeni
<
  Premio nazionale Bruno Lauzi
<
  Trucchi pesaresi a 'Quelli che il calcio'
<
  I concerti del sabato
<
  Un caffè con lo zaba
<
  Primavera
<
  Il vizio
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa