Ricerca nel sito: Parola Esatta
Novembre 1999 / Consumatori
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Le multe: regole e difese

A più di una persona sarà capitato di vedersi recapitare una "multa" per una delle molteplici infrazioni previste dal Codice della Strada. Alcuni si saranno sentiti ingiustamente colpiti da tale sanzione e magari avrebbero voluto fare o avranno fatto "qualcosa" per far valere le loro ragioni. La legge prevede la possibilità per colui che ha ricevuto una contravvenzione di difendersi, di esporre le sue ragioni.

Il consiglio è, però, quello di adeguarsi in modo sereno alle regole del codice, senza le quali sarebbe inimmaginabile il caos nel quale piomberebbero le città; e di valutare in modo razionale, e soprattutto onesto, se la sanzione sia veramente ingiusta e valga la pena di contestarla.

Se è pur vero che, per fare opposizione alle contravvenzioni, non è obbligatoria l'assistenza di un legale, il consiglio è quello, comunque, di farsi aiutare da un esperto nel valutare la questione perché sicuramente questi la vede in modo più distaccato e perché, a volte, quello che è giusto per noi non lo è per la legge.

Premesso ciò, in questo articolo si cerca di spiegare in modo semplice e veloce, a grandi linee, il meccanismo delle "multe" e si descrivono, a titolo di curiosità, alcune decisioni di giudici su casi pratici; ricordando, però, che il loro valore è puramente indicativo ben potendo il giudice decidere anche in modo diverso.

Obbligo al pagamento della sanzione. Il proprietario del veicolo è obbligato, insieme all'effettivo autore dell'infrazione, al pagamento della "multa" a meno che non dimostri che il veicolo è stato usato contro la sua volontà.

Sanzione ingiusta. E' possibile:

  1. fare ricorso al giudice entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale (ossia portato a sua conoscenza, di solito mediante spedizione a mezzo raccomandata).Questa possibilità esclude il ricorso al prefetto di cui al punto 2. Il giudice deciderà, poi, se annullare o confermare la sanzione: ponendo a carico di colui che ha fatto il ricorso le spese del procedimento. In quest'ultimo caso è ammesso il ricorso in Cassazione.
  2. Oppure

  3. fare ricorso al prefetto (con presentazione del ricorso al medesimo ufficio o comando al quale appartiene l'organo che ha rilevato l'infrazione) entro 60 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale. Il Prefetto deciderà se: a) archiviare e quindi eliminare la sanzione o b) confermare il verbale e quindi emettere ordinanza – ingiunzione di una somma pari al doppio di quella contenuta nel verbale. In questo ultimo caso, entro 30 giorni si può fare ricorso al giudice come al punto 1; ma questo, salvo che il giudice disponga diversamente per gravi motivi, non ci esime dal pagare la somma ingiunta .

Pagamento in misura ridotta. La contravvenzione va pagata entro 60 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale. In caso contrario, in assenza di eventuali ricorsi, il prefetto emetterà ordinanza – ingiunzione di una somma pari al doppio di quella originaria che dovrà essere pagata entro 30 giorni. Altrimenti la somma verrà iscritta a ruolo ed al contravventore verrà notificata una cartella esattoriale (aumentata delle spese occorrenti per spedire la cartella) che costituisce il primo passo per il recupero forzato della somma.

Cosa fare contro la cartella esattoriale. E' ammesso ricorso al giudice, entro 30 giorni, solo ed esclusivamente per i seguenti motivi:

  1. non è mai stato notificato né il verbale né l'ordinanza – ingiunzione;
  2. è ancora "in piedi" il ricorso contro il verbale;
  3. è stato già effettuato il pagamento in misura ridotta.

Contestazione dell'infrazione. La violazione, per quanto possibile, deve essere contestata immediatamente al trasgressore, altrimenti il verbale dovrà essergli notificato entro 150 giorni dall'accertamento, pena l'invalidità della "multa" (l'invalidità non è automatica ma va contestata tramite ricorso).

Alcuni casi pratici:

  1. Zone a traffico limitato. L'autorizzazione rilasciata dal Sindaco a residenti in zone a traffico limitato per recarsi in auto fino alla propria abitazione, non consente agli stessi di raggiungere o sostare in altri spazi al di fuori del percorso espressamente autorizzato.
  2. "Precedenza di fatto". E' il caso di chi, pur vedendo un veicolo a cui deve dare la precedenza, impegna ugualmente l'incrocio ritenendolo lontano e pensando di avere tempo sufficiente per attraversarlo evitando la collisione. Ebbene, tale manovra deve avvenire in assoluta sicurezza, così da escludere ogni pericolo per la circolazione. La "precedenza di fatto", pertanto, viene esercitata a rischio e pericolo di chi se ne avvale: con la conseguenza che, nel caso si verifichi l'incidente, viene ritenuto colpevole.
  3. Guida in stato di ebbrezza. Per l'accertamento di tale violazione non è necessaria esclusivamente la prova dell'etilometro (il cosiddetto palloncino) né la misura del tasso di alcool presente nel sangue: lo stato di ebbrezza può essere dimostrato anche in base ad altri elementi quali ad esempio la testimonianza degli agenti accertatori.

Antonio Fraternale


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  La domenica andavamo al Caffè
<



TuttoPesaro  
  Samaritani della speranza
<
  Ricordo di Luigi Della Lunga
<
  Un penitenziario incubo nel centro della città
<
  Controvento
<
  Gli allievi del 'Mamiani' si incontrano a Pesaro
<
  Formazione lavoro per gli immigrati
<
  Laurea sprint per una mamma
<



TuttoFano  
  La ceramica e i segni della Fortuna
<
  Riscoprire Fabio Tombari
<
  Memorabilia e dintorni
<
  La corazza dell'Imperatore
<
  TuttaFrusaglia
<
  Crocicchi e mugugni dei fanesi
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  Un bosco senza Ucchielli?
<
  La foglia di fico dei Monopoli di Stato
<
  Gli anziani non sono da rottamare
<
  La solitudine degli indifesi
<
  Le iniziative dell'Enel per l'ambiente
<
  La Confcommercio e i delinquenti
<
  L'inciviltà dei 'civili'
<
  Navigare su Internet
<
  Ho trovato un nido
<



Salute  
  Osteoporosi:
Anche le ossa si consumano

<
  Il walking:
Camminando non si invecchia

<
  Depressione, parliamone
<



Società   
  La comunicazione non verbale dei giovani
<



TuttoSport  
  L'ultima volata di Livio Isotti
<
  'Metallurgica Calvi - Magic' al Mondiale 2000 in Florida
<
  Un grande rilancio per la Robur pallavolo
<
  26ª Rassegna Nazionale 'Gruppi Folk' di pattinaggio artistico
<



Consumatori  
  La foce del Genica
<
  Le multe: regole e difese
<
  Il Caso: L'Editore ingordo
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  Rino Bragadin tra folclore e poesia
<
  I bronzi dorati della Roma imperiale
<
  Pensando e ridendo che male ti fo?
<
  Rassegna di cori polifonici a Urbania
<
  Aforismi
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa