Ricerca nel sito: Parola Esatta
Novembre 2009 / Tutto Pesaro
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

L'ospedale che verrà

Lo sapevate che l’ospedale San Salvatore ha origine nel 1465 quando sorge dall’aggregazione di ospedali più piccoli? Lo sapevate che fu il duca Francesco Maria Della Rovere, nel 1606, a promulgare un primo regolamento dal titolo “Capitoli per il governo dell’Hospitale di Pesaro”? Questo regolamento fissava le norme che coordinavano l’attività, gli scopi, le finalità dell’assistenza da fornire. Chi volesse conoscerne la storia si procuri una copia del libro “Pesaro e il suo ospedale” di Luigi Maria Bianchini e Massimo Gunelli, edito dal centro stampa della Provincia. I fanesi potranno ugualmente verificare che anche il loro ospedale, il Santa Croce, ha radici che risalgono al XVI e XVII secolo.
Nella storia dei due ospedali c’è una pietra miliare recentissima, datata 15 settembre 2009, giorno in cui è stata promulgata la legge regionale che ha istituito gli “ospedali riuniti” di Pesaro e Fano. La secolare diffidenza delle due cittadinanze è stata spazzata via in un sol colpo dall’esigenza di lavorare in collaborazione tra i due Comuni.  Il merito di questo “storico” evento, che ha superato campanilismi radicati, è del sindaco Luca Ceriscioli e di quello di Fano, Stefano Aguzzi. Le due amministrazioni comunali stanno oggi lavorando per definire il provvedimento con cui la Regione indicherà come integrare i vari servizi tra le due realtà ospedaliere. C’è ancora qualche riserva politica sia nelle istituzioni che in qualche frangia di popolazione. Ormai, però, il dado è tratto! Verranno finalmente eliminati i doppioni e si realizzerà una diversificazione dei servizi con percorsi integrati fra i due nosocomi. Qualcuno dice che non è questa la fase per parlare con la Regione di ospedale unico. Per ora rimarranno sia il San Salvatore che il Santa Croce ma, da subito, verranno realizzate economie attraverso la costituzione di un’azienda unica, con un solo direttore generale e un solo direttore sanitario e amministrativo. L’integrazione incrementerà le prestazioni garantite dalle due strutture senza penalizzare né l’una né l’altra. L’azienda unica “Marche Nord” sarà sicuramente in grado di contenere l’uscita dei pazienti verso altre regioni.
Questa la storia fino ad oggi. Noi cittadini pesaresi e fanesi, però, auspichiamo che non finisca qui. Sappiamo bene che il territorio delle due città, le nostre popolazioni (un unicum che rappresenta il primo agglomerato urbano delle Marche) hanno bisogno di un nuovo ospedale. Quelli attuali costano milioni di euro soltanto per la manutenzione. L’architetto Renzo Piano ha progettato il modello base di una struttura ospedaliera del Terzo Millennio: “La collocazione ideale sarà in periferia, in mezzo al verde, fuori dai congestionati quartieri metropolitani, con un bacino d’utenza di 200.000 abitanti, su un’estensione di 10-15 ettari. La capienza sarà al massimo di 400 letti, le palazzine di non più di quattro piani (e di non oltre 20 metri) di altezza, quanto gli alberi ad alto fusto che le circonderanno. Il 60 per cento dei letti dovrà essere a disposizione della chirurgia, delle patologie acute e dell’urgenza. Intorno dovranno esservi ampi parcheggi e un eliporto” (tratto da “Una carezza per guarire” di Umberto Veronesi, Sperling Paperback). Nella presentazione del sopraccitato libro “Pesaro e il suo ospedale”, l’allora presidente della Provincia Umberto Bernardini diceva: «Vorrei infine segnalare al lettore una frase sempre del regolamento del 1837 che ritengo essere di estrema attualità: “E’ come si trova oggi di necessità il modificare le antiche discipline del Pio Stabilimento così forse avverrà che i nostri posteri cangeranno un giorno questo lavoro, accomodandolo ai tempi loro e ai loro bisogni”».
Dopo tanti “cangiamenti” i pesaresi ed i fanesi sognano oggi un ospedale più al passo coi tempi: un moderno ospedale, umano e gradevole, attorno al quale devono ruotare i medici di famiglia, a cui devono fare riferimento i centri diagnostici sul territorio e le strutture socio-sanitarie.

Stefano Giampaoli


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  Festival del Baccalà
<
  Un premio per le cuoche
<



Tutto Pesaro  
  L'ospedale che verrà
<
  L'angolo di Nic
<
  La scomparsa di Carlo Giardini
<
  Il bagno di Rafailon
<
  Le storie sotta la Volta d'Santa Vendra
<
  Cittadinanza attiva
<
  Il maresciallo antifurto
<



Tutto Fano  
  Il cuore del parco
<
  L'occupazione per le fasce più deboli
<
  L'architetto Vitruvio
<



Opinioni e Commenti  
  Il porto di Vallugola
<
  Le ferie della Rai
<
  Strada: arrivano multe più salate
<
  Confartigianato: comincia dal Made in Italy la rivoluzione artigiana
<
  Start. Comincia l'impresa
<
  Hanno detto
<
  Angeli in corsia
<
  La cicala e la formica
<



Storia  
  Pillole di storia: l’eccidio di Kindu
<
  Visti da vicino: Leo Valiani
<
  Quegli italiani brutti, sporchi e cattivi
<



Società  
  L'Unilit per gli anziani 'giovani'
<
  I mali oscuri degli anziani
<



Tutto Sport  
  Scavolini-Spar. Tornare subito sul mercato
<
  Volley rosa. La zampata delle leonesse
<
  Daniel Hackett: il pesarese d'America
<



Lettere e Arti  
  Alla scoperta dei teatri storici
<
  Paolo Poli apre la stagione al Teatro Rossini
<
  A Fano la lettura di Dostoevskij
<
  Le stagioni dell’eternità di Ge Miggioli
<
  La comunicazione sociale di Massimo Dolcini
<
  Le acqueforti di Lani
<
  Traffic lights
<
  Trekking in città, Roma sotterranea
<
  Out of range
<
  Il pesarese che fece perdere la testa alla regina di Svezia
<
  Le nuove opere di Pandolfi
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa