Ricerca nel sito: Parola Esatta
Novembre 2009 / Tutto Sport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Scavolini-Spar. Tornare subito sul mercato

Tempi duri per il presidente. Il volo del 'colibrì' Marques Green non basta per tenere a galla la squadra.

Ancora a bocca asciutta dopo il primo mese di campionato. Peggio di così non poteva cominciare la stagione della Scavolini-Spar, che si ritrova a chiudere la classifica a zero vittorie assieme alla Martos Napoli. Ma quel che è più grave, che getta davvero ombre lunghe sul futuro dei nostrani (attesi da tre dure trasferte nelle prossime quattro partite), è che la squadra di coach Dalmonte ha miseramente fallito in casa contro Cantù l’occasione ideale per rompere il ghiaccio, per trasformare in punti d’oro applausi e complimenti che però non fanno classifica. Perché unanime era stato l’apprezzamento per il gioco ben organizzato messo in mostra dai biancorossi contro Siena e Treviso, nonostante le sconfitte rimediate. E quindi un’autentica doccia fredda si è rivelata la prestazione di Hicks e compagni contro i brianzoli, uno spettacolo tecnicamente inverecondo, da vietare a donne incinte e minorenni.
 “Colpa della pressione psicologica che ci ha schiacciato”, ha commentato a fine partita Luca Dalmonte “avevamo un macigno sulle spalle!...”. Di tutt’altro avviso il pubblico pesarese, con l’Inferno Biancorosso in prima linea, che ha pesantemente criticato l’operato della società biancorossa, restìa (almeno finora) a tornare sul mercato, per colmare le evidenti lacune di un roster che non può sperare nel solo rientro di Williams per diventare competitivo.
Uno striscione chilometrico contro il mancato acquisto della guardia lèttone Skele e cori tonanti senza… peli sulla lingua (“Vellucci, sgancia la grana”) hanno condito all’arsenico la serata infausta all’Adriatic Arena, dove il solo Marques Green ha dimostrato di avere testa e attributi giusti, visto che Michael Hicks è incappato nella peggior prestazione da quando è in canotta biancorossa e su tutti gli altri è meglio stendere un velo pietoso.
E allora la domanda non può essere che una: qual è la vera Scavo-Spar? Quella che ha duellato ad armi pari con Siena e che ha sfiorato la vittoria a Treviso, o quella oscena che ha sbracato davanti a Cantù? Ha sicuramente ragione Dalmonte quando evidenzia le componenti psicologiche che hanno causato la sconfitta nella partita “da non poter perdere”. Ma sono altrettanto evidenti le gravi lacune tecniche di questa Scavolini-Spar, alle quali non si può ovviare solo con una buona organizzazione di gioco e con la serietà del lavoro in palestra.
Parliamo innanzi tutto dell’assoluta inadeguatezza del settore esterni, col solo Green all’altezza delle aspettative. Accanto ad un Cinciarini ancora…“non pervenuto” e ad un Tomassini solo buona volontà e poco altro, si sbraccia un Van Rossom valido a sprazzi solo per il tiro dall’arco dei sogni, ma inaffidabile in fase difensiva e senza “presenza” nella manovra collettiva. Nessuno in grado di attaccare il ferro con efficacia, nessuno che sappia vestire i panni del protagonista (“palla a me!”) quando la squadra è in difficoltà. Detto di un Sakota esclusivamente perimetrale, senza doti di lottatore sotto le plance e senza capacità di penetrazione a canestro, e di un Casey Shaw che troppo spesso non fa centro nemmeno in una vasca da bagno, si comprende bene come a questa Scavo-Spar, quando Hicks è di luna storta, non resti che affidarsi solo al tiro da tre punti, finendo, come contro Cantù, per fare del basket una specie di tiro al piccione: se entra entra, sennò amen.
Chiaro che, in un simile contesto, anche il lavoro serio e competente di Luca Dalmonte e del suo staff non può fare miracoli. E allora non resta che sperare in un pronto ritorno della società biancorossa sul mercato, a caccia innanzi tutto di una guardia d’alto livello. Perché sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico.

Alberto Pisani


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  Festival del Baccalà
<
  Un premio per le cuoche
<



Tutto Pesaro  
  L'ospedale che verrà
<
  L'angolo di Nic
<
  La scomparsa di Carlo Giardini
<
  Il bagno di Rafailon
<
  Le storie sotta la Volta d'Santa Vendra
<
  Cittadinanza attiva
<
  Il maresciallo antifurto
<



Tutto Fano  
  Il cuore del parco
<
  L'occupazione per le fasce più deboli
<
  L'architetto Vitruvio
<



Opinioni e Commenti  
  Il porto di Vallugola
<
  Le ferie della Rai
<
  Strada: arrivano multe più salate
<
  Confartigianato: comincia dal Made in Italy la rivoluzione artigiana
<
  Start. Comincia l'impresa
<
  Hanno detto
<
  Angeli in corsia
<
  La cicala e la formica
<



Storia  
  Pillole di storia: l’eccidio di Kindu
<
  Visti da vicino: Leo Valiani
<
  Quegli italiani brutti, sporchi e cattivi
<



Società  
  L'Unilit per gli anziani 'giovani'
<
  I mali oscuri degli anziani
<



Tutto Sport  
  Scavolini-Spar. Tornare subito sul mercato
<
  Volley rosa. La zampata delle leonesse
<
  Daniel Hackett: il pesarese d'America
<



Lettere e Arti  
  Alla scoperta dei teatri storici
<
  Paolo Poli apre la stagione al Teatro Rossini
<
  A Fano la lettura di Dostoevskij
<
  Le stagioni dell’eternità di Ge Miggioli
<
  La comunicazione sociale di Massimo Dolcini
<
  Le acqueforti di Lani
<
  Traffic lights
<
  Trekking in città, Roma sotterranea
<
  Out of range
<
  Il pesarese che fece perdere la testa alla regina di Svezia
<
  Le nuove opere di Pandolfi
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa