Ricerca nel sito: Parola Esatta
Ottobre 2000 / Società
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Serve più informazione sui cibi transgenici

Sullo Specchio di febbraio sotto il titolo "Chi tutela i consumatori" è stata riportata una prima informazione generale sugli alimenti transgenici (A.G.M.) basandosi su una indagine CENSIS dove un italiano su due non conosce cosa siano gli organismi geneticamente modificati (O.G.M.) che da alcuni anni sono entrati alla chetichella a far parte del quotidiano consumo alimentare. A dire il vero in questi ultimi tempi gli organi d'informazione hanno dato ampio spazio all'argomento: uno scontro tra i ministri (Veronesi, Pecoraro Scanio e Bordon) sulle biotecnologie con una riappacificazione generale in attesa delle decisioni che saranno adottate dall'Unione Europea, autorizzazioni ai nuovi brevetti O.G.M.

Anche nelle Marche, sia in Regione che in qualche comune (Matelica e Monsano), hanno preso chiare posizioni le deliberazioni atte a sviluppare maggior informazione ed educazione per i cittadini. A Pesaro il Sindaco, in data 3 luglio, ha invitato le associazioni dei commercianti e dei consumatori a sensibilizzare i cittadini dando la massima importanza all'informazione sui cibi contenenti O.G.M. Infine il presidente Amato ha deciso di sospendere quattro dei sette O.G.M. già autorizzati e più efficacemente la Francia, in data 6 agosto, ha mandato al rogo 46 ettari di culture di soia. Insomma, al di fuori delle controversie scientifiche, qualcosa si muove. Fa pensare che da oltre sette anni ben 200 milioni di individui si sono alimentati con O.G.M., ma ci sono volute le manifestazioni, a volte violente, di Seattle, Davois, Genova, e adesso Praga, per promuovere una presa di coscienza mondiale sul problema del nuovo tipo di alimentazione imposto dalla "World Trade Organization" con le multinazionali Monsanto, Novartis, Pioneer e Agrevo.

La nostra alimentazione ha subito enormi cambiamenti negli ultimi 50 anni. Siamo passati da una necessaria superproduzione agricola, per soddisfare la fame del dopoguerra, facendoci aiutare dalla chimica (fertilizzanti, antiparassitari, conservanti) alle manipolazioni con additivi gelificanti, dolcificanti ed altro i cui effetti abbiamo conosciuto solo dopo le frodi e sofisticazioni: vino al metanolo, carne con estrogeni, il sego nel burro, la mozzarella dal latte in polvere, olio sofisticato con olio minerale tunisino, fino ad arrivare alla mucca pazza. Oggi c'è la nuova alimentazione con cibi transgenici, derivati da colture sottoposte a biotecnologie commerciali. Gli alimenti tratti da varietà vegetali transgeniche sono la sfida che il commercio mondiale compie per l'attuale alimentazione. Le biotecnologie sono tecniche che utilizzano organismi viventi (batteri, lieviti e cellule vegetali e animali) per migliorare le caratteristiche di piante e animali o per sviluppare microrganismi utili per specifici usi. Le principali applicazioni riguardano la farmacologia e la medicina (con farmaci e vaccini) ma anche l'agricoltura e la zootecnia per la produzione di cellule animali e vegetali transgeniche. Infine abbiamo la bioindustria per la produzione di vitamine, enzimi, aminoacidi, prodotti alimentari e bevande.

In questo radicale cambiamento della nostra alimentazione, anche se non sono chiari eventuali pericoli alla salute (ne parleremo in un prossimo articolo) la cosa più intelligente, per chi è responsabile del settore dei brevetti transgenici, sarebbe applicare il cosiddetto "criterio di prudenza", alla luce delle possibili ripercussioni che i processi di manipolazione genetica potrebbero avere in un futuro, è ancora in fase di studio da parte delle comunità scientifiche mondiali. Tuttavia in attesa che a settembre l'Unione Europea prenda chiari provvedimenti (sono pessimista a riguardo) tramite l'ospitalità dello Specchio continueremo a dare informazioni su chi sono e dove si trovano gli alimenti transgenici.

Michele Scrima


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Elio Sgreccia
<



TuttoPesaro  
  1944: Giulio Coli, sindaco di una città-fantasma
<
  11 Settembre 1860 finisce il governo pontificio
<
  Per Pesaro col cuore in mano
<
  Vis: entusiasmo della tifoseria
<
  Controvento
<
  Lettere
<



TuttoFano  
  L'omaggio di Fano ad Anita Cerquetti
<
  Il boicottaggio come forma di lotta civile
<



Speciale  
  Stele - Progetto Europa
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  Pietro Donati, detto Pietro di leccio
<
  Estate amara
<
  E' dolce navigare in questo mare
<
  La privacy dei delinquenti
<



Salute  
  Le tecniche per 'stirare' la pelle
<



Società  
  La sensualità della pizza
<
  Serve più informazione sui cibi transgenici
<
  Riflessioni astrologiche: La compatibilità fra i partners
<



Consumatori  
  Il circolo vizioso del consumo
<
  I vizi delle merci
<
  Il Caso: Il computer pazzo
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  Monti, Mare e l'arbitro Campagna
<
  Millemillanta
<
  La Provincia di Pesaro e Urbino in epoca romana
<
  Da Woody Allen a Goldoni
<
  Fano Film Festival
<
  Si gira un film tutto nelle Marche
<
  Prove – Scritti inediti
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Un autunno al Festival di Norwich
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa