Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre 2000 / Salute
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

La neuropsichiatria infantile nella nostra provincia

Nell'ultimo numero dello Specchio è apparso il profilo di Giovanni Bollea, uno dei fondatori della neuropsichiatria infantile nel nostro Paese. Non tutti sanno che anche a Fano, presso l'Ospedale dei bambini di Via Tazzoli, opera il Reparto di Neuropsichiatria Infantile e il Centro Regionale per lo screening neo-natale, con competenze a livello provinciale e regionale.

La storia comincia con Vincenzo Rossolini, allievo di Bollea all'Università "La Sapienza" di Roma, che nel 1965 si trasferisce a Fano per dirigere un nuovo Istituto medico-pedagogico creato dalla Provincia presso un edificio della zona mare, ex CIF. Vi erano accolti bambini con problemi di handicap psicofisici; tutti originari di questo territorio, ma precedentemente ospitati presso vari istituti sparsi per l'Italia. A partire dal 1971 il Centro viene diviso fisicamente in due strutture. La prima (presso l'Ospedale di Via Tazzoli) è riservata ai bambini che presentano patologie psicologiche complesse e patologie di tipo biologico: epilessia e altre malattie neuro-metaboliche, di origine genetica o di origine traumatica da parto, che richiedono l'impiego di strutture e apparecchiature diagnostiche avanzate. La seconda segue i pazienti che manifestano problemi di origine psicologica e disturbi del comportamento: ritardo nell'apprendimento, insonnia, cefalee, enuresi (la pipì a letto), difficoltà di linguaggio, balbuzie, tic nervosi. Questi bambini vengono seguiti da un neuropsichiatria infantile, uno psicologo, assistenti sociali e pedagogisti, presso l'ambulatorio ospitato presso l'ex Seminario; o, nei casi più gravi, vengono ospitati in strutture diurne dove vengono svolte attività lavorative protette, assistiti costantemente dal personale.

Nel 1973 il Centro ospedaliero inizia anche l'attività di screening neo-natale per tutta la Regione, che poi verrà reso obbligatorio con la Legge 104 del 1992. Si tratta di una straordinaria attività di prevenzione, attraverso l'analisi del sangue di tutti i 12/13 mila bambini che nascono ogni anno nelle Marche. Con l'impiego di costose apparecchiature, fra cui tre "analizzatori di amminoacidi", è possibile effettuare diagnosi precoci di alcune disfunzioni di origine metabolica, quali la fenilchetonuria, l'ipertiroidismo o la fibrosi cistica: che, se non diagnosticate nelle prime settimane di vita, possono portare a gravissime patologie croniche: come l'epilessia e il ritardo mentale. Servono 500 milioni all'anno per analizzare tutti i cartoncini con una goccia di sangue per ogni neonato, spediti a Fano dai reparti maternità delle Marche: ma si tratta sicuramente di una somma ben spesa (una volta tanto) perché la diagnosi precoce permetterà a un bambino di vivere una vita normale, anche se con apposite terapie di mantenimento, invece che una vita da handicappato.

Il dottor Massimo Burroni, 59 anni, toscano di San Sepolcro (ma ormai naturalizzato a Fano, dopo trent'anni di attività e di residenza da queste parti), guida dal 1995 questa struttura che esegue più di 50 mila prestazioni all'anno e che è composta di 14 persone, fra cui altri due medici, uno psicologo, un terapista del linguaggio e un terapista per la riabilitazione motoria. Costituisce inoltre il punto di riferimento per due neuropsichiatri che operano presso la ASL di Pesaro. Nel nostro colloquio anche Burroni (come aveva fatto Bollea) si sofferma sull'importanza dell'ambiente familiare per prevenire e risolvere certe situazioni di disagio: la "strategia dell'attenzione" che tutti i genitori dovrebbero sempre mettere in pratica, soprattutto nelle situazioni più a rischio, come quelle derivanti dalle vicende di separazioni e divorzi.

Fra i tanti casi trattati nel suo Centro, mi cita quello di un bambino di scuola media che non riusciva più a scrivere a causa di una dolorosa contrazione della muscolatura della mano e del braccio. Si trattava di un tipico caso di eccesso di aspettative da parte dei genitori verso un bambino particolarmente dotato: poi risolto con esercizi di rilassamento muscolare e con la progressiva correzione di un clima psicologico ansiogeno all'interno della famiglia.

A.A.

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Gianfranco Sabbatini
<



Speciale   
  5 Agosto 2000: Tebaldi day
<



TuttoPesaro  
  Vittorio Calcatelli: un uomo "contro"
<
  A Pesaro e dintorni: viabilità in tilt
<
  Le lettere di Bastian Contrario
<
  La Nave di Novilara
<
  Pandolfo Collenuccio e Rocca Costanza
<
  Ricordi giovanili: Via Mentana
<
  Il primo film sonoro una notte d'estate all'Arena "Adriatico"
<
  Ogg chi sbaja an pega pió
<
  Ciao Byron
<



TuttoFano  
  La criminalità a Fano: 2ª puntata
<
  La libreria San Paolo: una nuova opportunità d'incontro culturale
<
  El mercat
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  Continua il dibattito sul boicottaggio della Nestlé
<
  Cristoforo Moscioni Negri: la lezione storica di un combattente
<
  La mappa della Linea Gotica
<
  Sfollati alla Casa di Rossini
<
  Lo stile di De Gasperi
<
  Fra il 25 Luglio e l'8 Settembre
<



Salute  
  La donna è il sesso forte
<
  Sta nel cromosoma 'y' il gene dell'infedeltà
<
  La neuropsichiatria infantile nella nostra provincia
<
  Ogni essere umano è unico e diverso
<
  Il vaginismo: odio per gli uomini?
<



Consumatori  
  La vita come gioco
<
  I nuovi servizi dell'Enel
<
  Il Caso: Il carrozziere furbo
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  Il dritto e il rovescio dell'arte contemporanea
<
  I 50 anni
della Bottega d'Arte Sora

<
  Le figure misteriose
di Nino Naponelli

<
  Mostre d'arte
<
  Teatro d'autore al Festival del GAD
<
  XXVII Incontro Internazionale Polifonico "Città di Fano"
<
  Jesus Christ Superstar
<
  La casa di riposo
<
  La ladra di pesci
<
  Movimenti musicali: Sogni e amori a Villa Giuglini
<
  Poesie
<
  Riflessioni astrologiche: L'oroscopo del Papa
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa