Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre 2000 / Salute
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

La donna è il sesso forte
Settembre 2000

Le modificazioni e i cambiamenti culturali, specialmente di questi ultimi 30 anni, hanno determinato un notevole incremento del numero delle donne e delle ragazze che praticano esercizio fisico, non solo nelle palestre, ma anche negli sport come professioniste. Ad esempio nel 1970 una sola donna partecipò alla Maratona di New York senza portarla a termine; nel 1990 erano oltre cinquemila (5.249) di cui 4.500 arrivarono al traguardo. Io stesso, ginecologo da oltre 45 anni, nella Marathon des Sables nel deserto del Sahara (Maghreb) ho avuto la conferma della grinta e del carattere delle donne, in particolare delle partecipanti a una prova, per tutti noi, ai limiti della resistenza umana. Non pensavo mai che le donne avessero queste capacità. Ho avuto così la certezza che quando una donna si mette in testa l'idea di fare una cosa, non gliela toglie nessuno, e la fa.

Le sportive

Tutto questo ha stimolato sempre più la ricerca scientifica con la constatazione che l'esercizio fisico ha effetti positivi benefici nelle donne; e che numerose patologie ginecologiche possono essere non solo curate, ma anche prevenute. Prima di passare a parlare di questi due punti, possiamo suddividere le donne in tre categorie, ognuna con diversi gradi di attività fisica e di motivazioni:

a) atlete professioniste in allenamento continuo per amore dello sport;

b) atlete che si allenano per raggiungere e mantenere uno stato di benessere, nei vari aspetti che descriveremo;

c) donne sedentarie, pantofolaie, non ancora convinte a impegnarsi.

L'esercizio regolare può aiutare le donne a raggiungere molti e diversi obiettivi che variano da persona a persona ma tutti concorrono a migliorare la qualità della vita. Si ottiene benessere cardiovascolare, più resistenza fisica e di lavoro, maggior massa e forza muscolare, maggior densità ossea, riduzione dell'adiposità, miglioramento dello stato emotivo e della qualità del sonno. Per completezza possiamo aggiungere che le professioniste hanno un potenziamento per ulteriori obiettivi legati alla forza muscolare, nervosa, alla velocità, necessari per svolgere un'attività agonistica.

Ginecologia nella pubertà

La pubertà (periodo della maturazione sessuale) inizia intorno ai 9 anni ad opera delle ovaie che secernono gli ormoni, in particolare gli estrogeni, da cui dipende sia il completo sviluppo del seno, sia la prima mestruazione (menarca) all'età di 14-15 anni; delle ghiandole surrenali con la comparsa dei peli al pube e alle ascelle (pubarca) poco prima della comparsa delle prime mestruazioni per effetto del testosterone (ormone maschile) presente in modesta quantità anche nelle donne; dell'ipofisi che è la centrale regolatrice di tutte le funzioni ormonali.

Le eventuali disfunzioni dipendono particolarmente dall'ipofisi che secerne anche delle beta-endorfine (sostanze simili alla morfina) le quali, se aumentano eccessivamente come nei casi di stress da superallenamento, possono addirittura non solo indebolire ma bloccare la funzione delle ovaie con scarsa o nulla secrezione di estrogeni; questo ipoestrogenismo provoca ritardi mestruali o mancanza delle mestruazioni (amenorree) e di conseguenza ritardi nello sviluppo puberale. Queste alterazioni del ciclo mestruale possono dipendere anche da restrizioni dietetiche per raggiungere un basso peso corporeo: si ha in questo caso una disfunzione ovarica per mancanza di sostanze energetiche, minerali e vitamine della normale alimentazione. Altra conseguenza di questo difetto di secrezione di estrogeni è la diminuzione della densità ossea (osteoporosi), per cui l'osso si mantiene più a lungo spugnoso anziché compatto e di conseguenza si ha un rallentamento della maturità ossea che si completa a 31 anni. Può far piacere sapere che "in compenso", se questa carenza di estrogeni è prolungata, si ha un maggior sviluppo in altezza di queste ragazze atlete perché si ha un maggior sviluppo in lunghezza delle ossa lunghe (braccia e gambe) per ritardata saldatura dei nuclei cartilaginei di accrescimento posti alle loro estremità.

A volte i due fattori, eccesso di attività fisica e scarsa alimentazione, possono portare all'anoressia nervosa e sono casi di competenza medica per i necessari accertamenti e terapie. Spesso, prima di prendere medicine, basta un relativo riposo e un aumento dell'alimentazione per avere miglioramenti notevoli insperati fino alla completa normalità.

La terapia sportiva

Nell'atleta adulta e matura che ha completato lo sviluppo sia fisico che del sistema riproduttivo, lo sport aumenta la densità del tessuto osseo, si regolarizzano le funzioni mestruali e si hanno tutti gli altri vantaggi già citati in apertura di questo articolo. Lo sport può essere utile nelle mestruazioni dolorose (dismenorrea), anche quando sono precedute da diversi giorni da dolori ai quadranti bassi dell'addome, alla schiena, agli arti inferiori a volte con cefalea, nausea e crisi di vomito. Le stesse beta-endorfine, responsabili di tanta patologia nella pubertà fino al completo sviluppo psicofisico dell'adolescenza intorno ai 21 anni, nella donna matura agiscono sempre beneficamente sull'umore, sul morale, dando serenità, entusiasmo, voglia di vivere, riducendo gli effetti degli stress.

Unico inconveniente è che nell'adolescenza, dopo il completo sviluppo della maturità, e in menopausa, sono frequenti le infiammazioni dell'apparato genitale, particolarmente vaginali. La causa principale è l'alterazione dell'ecosistema vaginale, quando la carenza di estrogeni anche di pochi giorni per uno strapazzo anche occasionale sia fisico che psicologico per una serie di stress, provoca una carenza di zuccheri (glicogeno) nei tessuti vaginali; per cui i lactobacilli di Doderlein, che per fermentazione trasformano il glicogeno in acido lattico, producono questo acido in quantità molto scarsa, pure essendo questi bacilli molto numerosi in quanto fanno parte dell'ecosistema vaginale. Questo acido è indispensabile perché, unendosi all'acqua (dell'umidità vaginale) produce perossido di idrogeno cioè la volgare "acqua ossigenata", che ha con l'acido lattico un effetto battericida e attiva i processi di difesa dei tessuti genitali. Il lattobacillo di Doderlein fa parte dei bacilli dell'acido lattico, del tipo di quelli contenuti nello yogurt, ma ora esistono in commercio sotto diverse forme: come ovuli vaginali, lavande ecc.

La menopausa

Oggi si fa grande promozione per lo sport anche nelle donne di questa età, come punto fondamentale di politica economica, per renderle più autosufficienti, meno dipendenti dalla famiglia e dalla società. Da questa età in poi l'esercizio fisico è indispensabile per prevenire e ridurre la patologia cardiovascolare: diminuisce la depressione, il colesterolo e gli altri grassi del sangue, diminuisce la pressione sanguigna e l'obesità, che nelle donne è a sede femorale (ai fianchi). Particolare rilievo va fatto per l'osteoporosi; si ricorda che la densità ossea raggiunge il massimo intorno ai 31 anni e da questa età comincia a diminuire, più intensamente in menopausa e più nelle donne che negli uomini; l'esercizio fisico è molto efficace per rallentare questo processo, tanto che la frequenza delle fratture da osteoporosi è statisticamente molto più bassa nelle donne sportive.

Si ricorda che la menopausa (cessazione delle mestruazioni) interviene dai 45 ai 55 anni, ma le ovaie continuano a funzionare ancora per qualche anno; per cui con lo sport diminuiscono anche gli altri disturbi della postmenopausa senza alcuna medicalizzazione.

Carlo A. Angelucci


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Gianfranco Sabbatini
<



Speciale   
  5 Agosto 2000: Tebaldi day
<



TuttoPesaro  
  Vittorio Calcatelli: un uomo "contro"
<
  A Pesaro e dintorni: viabilità in tilt
<
  Le lettere di Bastian Contrario
<
  La Nave di Novilara
<
  Pandolfo Collenuccio e Rocca Costanza
<
  Ricordi giovanili: Via Mentana
<
  Il primo film sonoro una notte d'estate all'Arena "Adriatico"
<
  Ogg chi sbaja an pega pió
<
  Ciao Byron
<



TuttoFano  
  La criminalità a Fano: 2ª puntata
<
  La libreria San Paolo: una nuova opportunità d'incontro culturale
<
  El mercat
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  Continua il dibattito sul boicottaggio della Nestlé
<
  Cristoforo Moscioni Negri: la lezione storica di un combattente
<
  La mappa della Linea Gotica
<
  Sfollati alla Casa di Rossini
<
  Lo stile di De Gasperi
<
  Fra il 25 Luglio e l'8 Settembre
<



Salute  
  La donna è il sesso forte
<
  Sta nel cromosoma 'y' il gene dell'infedeltà
<
  La neuropsichiatria infantile nella nostra provincia
<
  Ogni essere umano è unico e diverso
<
  Il vaginismo: odio per gli uomini?
<



Consumatori  
  La vita come gioco
<
  I nuovi servizi dell'Enel
<
  Il Caso: Il carrozziere furbo
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  Il dritto e il rovescio dell'arte contemporanea
<
  I 50 anni
della Bottega d'Arte Sora

<
  Le figure misteriose
di Nino Naponelli

<
  Mostre d'arte
<
  Teatro d'autore al Festival del GAD
<
  XXVII Incontro Internazionale Polifonico "Città di Fano"
<
  Jesus Christ Superstar
<
  La casa di riposo
<
  La ladra di pesci
<
  Movimenti musicali: Sogni e amori a Villa Giuglini
<
  Poesie
<
  Riflessioni astrologiche: L'oroscopo del Papa
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa