Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre 2002 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Cosa sapete della Turchia?


Informatevi gente, informatevi…

Vorrei rispondere al signor Giovanni del Monte per l'articolo da lui scritto sullo Specchio di giugno. Non farò commenti sulla guerra fra ebrei e palestinesi, augurandomi che la gente possa maturare la propria scelta dopo una corretta e sufficiente informazione. Il problema è proprio questo: l'informazione…

Vorrei chiedere a questo signore, che mette insieme l'Arabia Saudita, i Paesi del Golfo Persico (forse vuol indicare l'Iran?) e la Turchia, di indicarmi dove si trova la Turchia. Forse questo signore non sa che la Turchia, dal 29 ottobre 1923, è un Paese laico, democratico e governato da uno o più partiti scelti dal popolo. Certo, la democrazia è difficile da applicare e non sempre noi cittadini siamo soddisfatti. Ma è così un po' dappertutto, no? Altrimenti come si potrebbe spiegare che in Italia la polizia spara addosso a dei ragazzini perché vanno contromano in motorino?

Tornando alla Turchia, a questo Paese è stato chiesto anni fa di entrare nella Comunità Europea, prima ancora della Spagna, della Grecia e del Portogallo. Perché questo invito? Forse per una sorta di masochismo europeo? Vi ricordo che in Turchia c'era un Atatürk (informarsi bene, non era un venditore di limoni….), quando l'Europa era nella morsa di un fascismo sanguinario che ne ha cambiato la storia. L'Europa adesso vuol cambiare le carte in tavola, chiedendo e ricattando la Turchia per la costituzione di un Kurdistan. L'esistenza di un Kurdistan è una immaginazione di voi europei. Ma quando mai è esistito un Kurdistan? Persino talebani e barzani (leaders dei curdi di Iran e Iraq) vedono questa idea come una semplice utopia. Saranno masochisti anche loro?

Dopo la caduta dell'Impero Ottomano, la Turchia era stata invasa da francesi, italiani, inglesi e greci per strapparne i bocconi migliori; chiedendo aiuto ai curdi e agli armeni per ripulire la Turchia dai turchi stessi, promettendo ai curdi che gli sarebbe stata data una terra per costituire un Kurdistan autonomo. Nel 1919, invece, le cose andarono molto peggio per voi europei: Atatürk decise di sfidarvi e dopo qualche anno rispedì tutti gli invasori a casa loro! Tuttavia, a causa delle vostre promesse fasulle, tra i clan curdi e quelli armeni si scatenarono delle battaglie assai feroci e vennero massacrati migliaia di armeni da questi dolcissimi e innocentissimi curdi… Noi abbiamo vinto la guerra e non abbiamo promesso nessuna terra a nessuno: lo volete capire?

Quando in Italia è stato catturato il terrorista curdo Abdullah Ocalan, avete fatto decine di programmi televisivi dove c'era soltanto la parte curda a reclamare i propri diritti. Perché non avete mai ospitato anche una rappresentanza turca per difendersi? Per informare la gente correttamente bisogna invitare tutte le parti in causa, altrimenti quello che si fa è meglio definirlo pettegolezzo, o lavaggio di cervello, e non giornalismo. Perché gli italiani non hanno chiesto a Santoro e a Costanzo di invitare anche la parte turca, per vedere l'altra faccia della medaglia? Questi non sono argomenti da trattare in uno show televisivo senza controparte o da lasciare nelle mani di un giornalista di cui si conosce bene il colore politico… Forse per pretendere alcuni diritti fondamentali come la corretta informazione bisogna aver digerito ed assimilato molto bene il concetto di democrazia. Forse il popolo italiano è anche lui in fase di assimilazione? Per non mangiare tutte le pillole di menzogna che ci offrono, bisogna solo informarsi: Bertinotti per primo. Fare il leader è una grossa responsabilità ed è pericoloso, invece, quando si usa il potere solo per scopi politici e personali.

La Turchia invita tutti i Paesi europei a trattare l'argomento dei curdi e degli armeni

insieme agli storici più autorevoli; ed è pronta a dimostrare la propria tesi con 3.500 documenti originali scritti anche dagli stessi curdi ed armeni dell'epoca. Questo è infatti un problema per gli storici e non per i politici. Tempo fa, in Francia, quando un gruppo di storici inglesi, americani, tedeschi e turchi scrissero un libro per fare luce sul cosiddetto "massacro degli armeni", il governo francese fece ritirare dal mercato, nel giro di una settimana, tutte le copie rimaste. Il motivo è abbastanza ovvio: in Francia vivono 550 mila turchi e 350 mila armeni. Gli armeni sono cittadini francesi con diritto di voto: invece solo una piccola parte di turchi ha la cittadinanza francese. Questa sarebbe dunque la democratica Francia?

Mi auguro che il vostro giornale abbia il coraggio (non so come siate messi con la censura…) di pubblicare la mia lettera: anche per fare onore a questa Italia democratica e per fornire elementi a chi ha una opinione prima ancora di avere l'informazione necessaria.

Vorrei aggiungere un'ultima cosa che a noi turchi da molto fastidio: l'associare la mezza luna che c'è sulla bandiera turca con l'Islam, con cui non ha nulla a che vedere (anche se siamo un Paese di religione musulmana). Quel simbolo rappresenta il riflesso della luna e di una stella su un lago di sangue dei caduti turchi alla fine della battaglia di Chanakkale, vinta contro gli inglesi nel settembre del 1922.

Nurcan Apaydin

P.S. Firmato da una cittadina turca, orgogliosissima di essere turca, che appartiene a una Nazione che ha tanto voglia di migliorare e non ha tempo di essere presuntuosa; e che attualmente sforna i migliori studenti d'Europa, carta vincente per il futuro del nostro Paese.


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Lo Specchio su Internet
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Giuseppe Pontiggia

<



TuttoPesaro  
  Due gemelle esplosive: Elisa ed Enrica Massarini
<
  Le targhe storico-artistiche
<
  Una piazza dimenticata
<
  Il settembre di Pasqualon
<
  Contropelo: La cacca nel sottopassaggio
<



TuttoFano  
  La nuova stagione concertistica
<
  Fano International
Film Festival

<
  Ascoltando i Righeira: Emozioni degli anni '80
<
  Il PUT (Piano Urbano del Traffico)
<
  L'Ufficio urbanistico e i misteri dei vecchi dizionari
<
  Sculture al Vallato
<



Storia  
  Come eravamo nel 1943
<



Opinioni e Commenti  
  Cosa sapete della Turchia?
<
  Hanno detto
<
  Il dibattito su Israele e Palestina
<
  Giustizia anche per Amina!
<
  Ahmad Shan Massoud: il Leone del Panishir
<
  L'ultima cronaca
di Bruno Pizzul

<
  Il sogno senza fine di Eluana Englaro
<



Società  
  L'invasione degli ultrapesci
<
  Pugno di ferro con i vu' cumprà
<



Salute  
  Gli 'stucchi' antirughe
<
  I cibi afrodisiaci
<
  La sindrome del Dongiovanni
<



Consumatori  
  Gli ubriachi del consumo
<
  Curarsi con le piante
<
  Il Caso: La vetrata in testa
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Educazione al consumo
<



Lettere e Arti  
  A Pesaro un'estate archeologica
<
  L'insalata di Fabio Tombari
<
  Ciao, Maria…
<
  I vincitori del concorso 'Lo specchio allo specchio'
<
  Valerio Biagetti
e il Poldo's Grill

<
  Valentino Rocchi finalista del 'Pungitopo'
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa