Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre 2003 / Consumatori
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Stefano Fontana: il guru della “New Age”

Nel mondo della New Age italiana, uno dei personaggi più rappresentativi ed eclettici è sicuramente Stefano Fontana, fondatore e presidente dell'ISU (Istituto di Scienze Umane), editore, scrittore, organizzatore di corsi ed altri eventi, insegnante di tecniche del benessere, fra le quali emergono: yoga, massaggio, bioenergetica e training autogeno. Mi riceve a Pesaro dove organizza d'estate i corsi residenziali dell'ISU.

Quando e come nasce l'idea di avvicinarsi alla New Age?
Nei primi anni '70, ancora non adolescente, avvertii una forte attrazione per quelle tematiche poco note che riguardavano il campo della psicologia, dell'esoterismo, delle filosofie orientali. Non ne sapevo nulla, né se ne parlava in famiglia (venni, anzi, ostacolato in questi miei “insani” interessi…), fu una cosa molto spontanea, e ancora oggi non vi trovo una “ragione” precisa. Io la definirei una sorta di “predisposizione”. Per alcuni anni, data la più che giovane età, mi limitai a fantasticare trascorrendo delle ore davanti all'edicola sotto casa, nel quartiere Testaccio di Roma, osservando le copertine dei libri editi dalle Edizioni Mediterranee, sicuramente la casa editrice più imponente ed importante del “settore”, agognando il momento in cui avrei potuto leggerli, studiarli. Cosa che avvenne dal 1977: ormai avevo qualche soldino in tasca, e dunque potevo spendere per i libri (ancora oggi, una grande spesa!). In seguito, pian piano, iniziai a seguire delle conferenze, poi dei corsi a Roma, quindi fuori Roma, ecc. Oggi, trascorsi oltre 20 anni, sono passato… dall'altra parte della barricata: da utente accanito di libri e di corsi “particolari”, sono diventato uno che li propone agli altri.

Oggi più che mai c'è un'offerta sempre maggiore di prodotti e tecniche alternative per curarsi, per stare meglio, per vivere in armonia con la natura. Come fa un consumatore a capire ciò che è buono da ciò che non lo è? Deve seguire il suo istinto o ha la possibilità di informarsi in qualche modo?
Magari bastasse seguire il proprio istinto! Spesso, infatti, ci si lascia abbagliare da sedicenti “maestri”, che ovviamente sanno bene come manipolare gli incauti, e si è disposti a seguirli ovunque, convinti della propria e della loro buona fede. Poi, magari, dopo anni (e tante spese a favore del “maestro”…), ci si accorge di essere stati bidonati. Come informarsi? Non esiste un “punto informativo”, purtroppo: il nostro è un settore non soggetto ad alcuna regolamentazione e perciò, almeno fino ad oggi, non è stato possibile gestirlo, o controllarlo, in alcun modo. Teoricamente, anzi praticamente, se lei, smessa quest'intervista, decidesse di mettersi ad insegnare Yoga, o si dichiarasse Gran Maestro di Tantra, nessuno potrebbe contestarglielo, perlomeno ufficialmente. Per cui, quando ci si imbatte in qualche operatore del nostro settore, spesso è una questione di “fortuna”. Mi è impossibile dare delle indicazioni precise: e poi, non vorrei ritrovarmi con un pacco di querele! Posso soltanto suggerire di essere molto cauti, di informarsi in giro e di saper discernere l'insegnante, o il terapeuta, onesto da quello truffaldino (e ce ne sono tanti, purtroppo).

Nel mese di agosto lei organizza un corso di Massaggio Ayurvedico con il noto maestro indiano Govindan, tra l'altro molto seguito, a giudicare dai gruppi sempre più numerosi. Cos'è l'Ayurveda?
È più di una medicina: è una filosofia pratica di vita, che comporta innumerevoli precetti e rimedi per vivere bene e in armonia: non a caso significa “la scienza della vita”. Si utilizzano farmaci (ovviamente ayurverdici), tecniche di massaggio, di respirazione, di idroterapia, ecc., non trascurando l'alimentazione, ovviamente.

Scrittore, editore, insegnante, organizzatore… chi è Stefano Fontana?
Un po' di tutte queste cose. Sono un po' troppo eclettico per farne soltanto una. Cerco di fare del mio meglio, ma non sta a me dire se sono più o meno “bravo”, in questi diversi ruoli che tuttavia si rincorrono fra loro. Per il resto, mi definisco “uno che cerca”. Come il Siddharta di Herman Hesse.

In uno dei suoi libri, “Storie dal Mondo alternativo”, una raccolta di racconti molto ironici e divertenti, lei ci narra sedici storie tragicomiche basate su fatti reali accaduti nel suo “ambiente”. Può raccontarcene uno?
È arduo scegliere, sono tutti “bambini” miei… posso intanto dire che i fatti narrati, di base, sono autentici. Il tutto viene condito da umorismo, ironia e un po' d'amarezza. Mi gusta molto far ridere il lettore, ma anche farlo riflettere. Il libro l'ho scritto con lo pseudonimo di “Stefananda”, che è il mio alter ego quando scrivo in maniera umoristica-ironica.
Come storie, comunque, potrei citare quella dove si narra di una povera disgraziata che, con un determinato problema fisico, gira tutta una serie di “santoni” che la turlupinano e le spillano soldi; qualcuno vuole anche “farsela”… Alla fine, stanca e delusa, decide di farsi “aggiustare” dal suo meccanico! Oppure, quella dove si racconta di un noto “maestro” indiano, Mahendra Mahesh (e già il nome è tutto un programma…), il quale esorta i suoi adepti ad essere “spirituali”, mentre lui ne combina di tutti i colori. Fra l'altro, aveva predetto di vivere ancora a lungo… e invece morì improvvisamente! Sembrerò peccare d'immodestia, tuttavia affermo che, per capire bene certi aspetti del mondo New Age, questo libro andrebbe letto e compreso a fondo. Peccato che in libreria non è facile trovarlo, anche se si può richiederlo al libraio di buona volontà.

Pietro Scandariato


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Politici allo Specchio:
Anna Maria Guerra

<



Speciale  
  Uomini e bestie
<
  L'ordinanza sui cani
<



TuttoPesaro  
  Un turismo di classe
<
  Il filosofo urbano
<
  Un'edicola indecorosa
<
  Cantastorie e ciarlatani alla Fiera di San Nicola
<
  Le strésc bianch d'Via Decio Raggi
<



TuttoFano  
  Registi fanesi alla ribalta
<
  Il cuoco di Cossiga finalista del brodetto
<
  Un telefono per le donne
<
  Ricordo di don Checco
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  A Fano il primo Festival nazionale del Brodetto e della Zuppa di pesce
<
  Un euro-contributo per le imprese!
<
  Il pettegolezzo melomane
<
  Una guida dell'Enel per riscoprire le Marche
<
  Cronache di una volontaria dell'AVO
<
  Il conto del carrozziere
<
  Auto: bloccare l'acceleratore?
<
  La siccità
<



Storia  
  L'8 settembre 1943 a Pesaro
<
  L'ultima vittoria della Wehrmacht
<
  Il capodanno ebraico tra nuovi lutti
<



Salute  
  Le tecniche della bellezza
<



Società  
  A chi è nato prima del 1970
<
  A tu per tu con
Lorella Cuccarini

<
  Meglio il rogo per i fumatori
<
  Danzare su Internet con Elisa Dardanelli
<
  Gradara Ludens Festival 2003
<
  Davanti al computer
<
  Voci su Internet
<



TuttoSport  
  Il 4° Trofeo di pesca d'altura 'Riccardo Renzoni'
<
  I tonni di Pompa facevano “Pof”
<



Consumatori  
  Il paradiso del consumatore
<
  Stefano Fontana: il guru della “New Age”
<
  Il Caso: La cagnetta contesa
<
  Banche e Assicurazioni
<



Lettere e Arti  
  La svagata dolcezza
di Ciro Pavisa

<
  ‘I giorni della paura'
di Vinicio Marini

<
  70's Flowers: i miti della musica degli anni Settanta
<
  Extravaganti: nuovi itinerari e curiosità
<
  Mostre estive: Leonardo Nobili e Natale Patrizi
<
  Ricordo di Maria Tombari
<
  Storie d'altri tempi: Le corse in velocipede
<
  “Sipario d'Estate: 9.000 presenze per 11 appuntamenti
<
  A Giuliano Gramigna il Premio di poesia “Giorgio Ugolini”
<
  Appuntamenti
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa