Ricerca nel sito: Parola Esatta
settembre 2007 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

I due Scevola Mariotti

I due Scevola Mariotti, padre e figlio: l’uno insigne francesista, l’altro insigne latinista.

Chi, ex alunno del prof. Scevola Mariotti senior, professore di francese, non ricorda la frase “Chat vit rôt, chat mit patte à rôt, rôt brôla patte à chàt, chàt lâcha rôt?” (il gatto vide l'arrosto, il gatto mise la zampa nell'arrosto, l'arrosto bruciò la zampa del gatto, il gatto lasciò l'arrosto).
Il professore arrivava a scuola puntuale, appariva sulla porta dell'aula, alto, solenne, vestito di nero, con la bombetta in testa. Poi si toglieva il cappello, lo appendeva e diceva: “Bonjour”, guardando noi allievi che, in silenzio, scattavamo in piedi senza rispondere: perché ancora non conoscevamo il “bonjour”, come ricorda Antonio Brancati, allora coi calzoncini corti. E subito ci diceva uno scioglilingua, rigorosamente in francese, e sono quelli che noi tutti ricordiamo. Parlava sempre francese e noi, in perfetto silenzio, dovevamo arrangiarci a capire.
Aveva un metodo tutto speciale di insegnare: quello che diceva veniva da noi scritto nel “brouillon” e poi a casa si ricopiava tutto nei relativi quaderni: grammatica, poesie, geografia, verbi; e poi omonimi, sinonimi, proverbi e gallicismi (modi di dire) a centinaia; e così ricopiando imparavamo. Alla Biblioteca Oliveriana c'è, ben conservata, una serie di quindici quaderni di mio fratello Luigi, ragazzo particolarmente ordinato, coi frontespizi scritti in gotico antico dalla mia mamma. Spero che qualcuno ne faccia studio, a dimostrazione dell'ottimo metodo di insegnamento e per ricordare questo esimio professore di francese, che nel 1957 fu insignito del diploma di “Chevalier della Légion d'Honneur”: diploma firmato dal presidente della Repubblica Francese, René Coty.
Alla fine delle lezioni, per attenuare la nostra tensione, raccontava una storiella o uno scioglilingua. A Pesaro tutti sappiamo il francese, e le stesse cose: che bello è ritrovarci insieme ogni anno, noi “Maturi del Mamiani”, e ricordare gli scioglilingua e i verbi irregolari, e fare a gara a chi ne ricorda di più! La “dictée des verbes” è rimasta famosa, come i “bon point”, figurine con la sua firma dati a chi aveva avuto 10 nei compiti scritti! E così ricordiamo il nostro professore di francese, con gli occhi celesti che si ritrovano nei tre figli, avuti dalla sua dolcissima sposa. Il professor Scevola Mariotti aveva amici ed estimatori in Italia, in Francia e altrove, come è stato dimostrato dalle condoglianze alla famiglia in occasione della sua morte.
Nel mio insegnamento ho sempre avuto come modello il prof. Scevola Mariotti di francese, che io ho sempre chiamato così per distinguerlo dall'omonimo figlio, mio professore di Latino e Greco in II Liceo classico. Anche questo bravissimo; noi lo ascoltavamo incantate! Anche con lui si studiava per gusto, perché era tanto bravo e coinvolgente che ci faceva godere il latino e il greco. Quando ci spiegava le tragedie greche finiva dicendo: “e la tragedia finisce per mancanza di personaggi”. Noi credevamo che fosse una sua battuta, e ridevamo; invece poi ci spiegò che Eschilo, Sofocle, Euripide facevano morire tutti i personaggi... per poter chiudere il sipario!
Scevola Mariotti junior, professore di Filologia classica all'Università “La Sapienza” di Roma, latinista e grecista di fama internazionale: il più grande del mondo. Ha avuto, dopo tante altre, pochi mesi prima di morire, la laurea “Honoris causa” dall'Università di Atene, massimo tempio della lingua greca, ed era membro dell'Accademia dei Lincei. Al Liceo classico “Mamiani”, poiché in II liceo aveva la media di otto, ha potuto “fare il salto”: cioè a settembre ha dato l'esame di III Liceo, di maturità classica: la versione dal greco, lui l'ha tradotta direttamente in latino! Ancora: all'esame di ammissione alla Scuola Normale Superiore di Pisa, dopo aver fatto la traduzione dal latino, sullo stesso argomento ha scritto anche una poesia in latino! Mirabilia! Ed era una persona molto semplice e affabile! Cari, i miei Professori Mariotti!

Maria Teresa Badioli


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Ucchielli: La nuova provincia
<



TuttoPesaro  
  E' sparito il Palasport
<
  I telefoni del Comune (2)
<
  Palazzo Perticari: Se fosse casa tua la lasceresti così?
<
  Orgoglio marchigiano
<
  Festival Folà: Percussioni e danza africana
<
  Maria Luigia Giovagnoli:
la “zarina” di Pesaro

<
  Più di una rimpatriata
<
  Alunni pesaresi premiati al Festival del cinema “Careàs”
<



TuttoFano  
  Fano dei Cesari 2007
<
  Judi Cinotti, Miss Fano
<



Opinioni e Commenti  
  Pillole di storia: “Settembre nero”… nel 1943
<
  Ma che cattolici siamo diventati?
<
  Paesaggi sonori sul “Tetto del Mondo”
<
  Il fuoco di Peschici: una poesia di Alda Merini
<
  Al via 78 nuovi corsi di formazione professionale della Provincia di Pesaro
<
  Confartigianato: Lasciateci lavorare!
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: Tutti titolari
<
  Scavolini Volley: le nuove colibrì
<
  Arriva il waterbasket
<
  Le origini della pallacanestro pesarese
<
  Milan Club
<



Lettere e Arti  
  60° Festival dei Gad
<
  Una mostra antologica
di Bruno Bruni

<
  La pinacoteca d'arte sacra della Fondazione Carifano
<
  I due Scevola Mariotti
<
  Visti da vicino: Valeriano Trubbiani
<
  La Fabbrica di Rossini
<
  Una “Gazza ladra” tutta in prosa
<
  Questioni di lingua: Elogio del “Vaffa...”
<
  Concerti alla Rocca
<
  Il direttore in monopattino
<
  La tela acrobatica di Giuliano del Sorbo
<
  Il Ventaglio di Vercruysse
<
  Fusca, pittore contemporaneo del Seicento
<
  La “fragilità” di Papagni
<
  Mazzanti: fotografia e musica
<
  La Fano familiare di Alfredo Fortuna
<
  Un concorso letterario: la donna si racconta
<
  Segnalazioni editoriali a cura di Paolo Montanari
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa