Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Buon compleanno a tutti!

Con 44 numeri finora pubblicati, Lo Specchio della città gira la boa dei quattro anni di vita. Il vostro giornale continua la scommessa del primo numero, rispettando una formula editoriale probabilmente unica in Italia: un giornale scritto interamente dai cittadini (a parte i contributi del direttore) per dare voce a tutti coloro che non avrebbero molti altri canali per esprimere pubblicamente un'opinione, una protesta, un'idea, una testimonianza…
E' ormai un tradizionale appuntamento mensile per le famiglie di Pesaro, Fano e dintorni, e tutti gli indicatori numerici mostrano una crescita costante: 20 mila copie diffuse, 427 collaboratori di ogni livello sociale e culturale, un gruppetto di 156 abbonati/amici, 216 inserzionisti pubblicitari. Inoltre la presenza sulla rete Internet, con migliaia di accessi da ogni parte d'Italia e del mondo, amplifica la sua diffusione molto al di là dei confini della provincia.
Per celebrare questo nuovo anniversario, lasciamo ancora la parola a voi: pubblicando un dialogo immaginario sull'argomento, scritto in dialetto pesarese da Carlo Pagnini; e ristampando un ricordo/apologo di Guerrino Tonelli che era apparso sul numero 1 del giornale.

Minghén e Fafón

La diferenza tra El Spech' e Lo Specchio

Fafón Oh! Minghén!
Minghén Oh! Fafón.
Fafón Co' t' sì caschèd dal lett sta maténa?
Minghén Parchè?
Fafón Parchè, acsé a bon'ora, an t'ho mèi incuntrèd da sti paragg.
Minghén A part el fatt che me a m'alz tutt i giorne préma ca ne te, sa 'l da fè ch'a i ho, an me poss permetta sigur da gì in gir a perda el temp par senza gnent cóm t' fà te!
Fafón Alora, ogg, co' t'è sucess?
Minghén Co' t' vréss dì sa sta domanda?!
Fafón A voj dì che, s'an t'ha el temp da perda, i t'avrà butèd fora de chèsa par disperazion?
Minghén No, no! Carén mio! T'ha sbajèd, de gross anca ‘sta volta! Ogg a so' scapèd par gì a tò "Lo Specchio".
Fafón Da chi?
Minghén Dal giurnalèr.
Fafón Aaaaa ecco! Alora vo' dì che, anca se t'alz préma ca ne mè, fin a 'na cert'ora, t' arman sempre indurmentèd nett?
Minghén Parchè?
Fafón T' me dic che t' va' a tò el specch' dal giurnalèr?!
Minghén Vara, papaloch, che me ann'ho détt un spech' a i ho détt "Lo Specchio".
Fafón Embèh! Anca se te l' dic in italiano, par fè creda che t' sì istruid un gran bel po', a pens ch' an gambia 'na mucchia.
Minghén Ah s' pó stè sigur: Par un come te tra el spech' e "Lo Specchio" an c'è nisciuna diferenza sigur.
Fafón T' po' stè tranquéll. Second me un spech' l'è sempre un spech' e l'arman un spech' e basta.
Minghén E second me un incantèd l'è sempre un incantèd e l'arman un incantèd e basta. Sopratutt quant an capésc che "Lo Specchio" ann'è un spech' de vetre mo l'è un giurnèl de carta.
Fafón Co' l'è?
Minghén Un giurnèl oh! L'è el giurnèl de tutti e par tutti. “Lo Specchio della città”!
Fafón Co' vria dì? S' l'è un giurnèl, cóm t' me vo' fè creda, el sarà come tutt chi atre?
Minghén Sé, adio! Quest te l' dic te! C'è una bela diferenza! "Lo Specchio" l'è un giurnèl ch'il pò duprè tutt i bsares ch'i ha voja da fè savè un qualco' ma la gent: una notizia, una storia, una critiga, una poesia. In poch parol tutt quel che in t'un antre giurnèl è guèsi imposibil a publichè. Malé, invec, basta sol avé voja da fèl.
Fafón Alora a so' cuntent un gran bel po' par quei ch'il pudrà fè.
Minghén Vara che, s' al vlém, al pudém fè anca neatre!
Fafón Mo t'ha détt ch'il po' duprè tutt i bsares?!
Minghén Embeh?
Fafón Embeh, un acident ch' te spaca: neatre a sém d' Pantèn!?
Minghén E quest co' vó dì? O d' Pantèn, o del Port, o d' Muraja, o d' Soria, a sarém sempre bsares?!
Fafón A sentì ma j atre, minga tant!
Minghén E no… stà a veda, adess, ch' a sarém dla "Pantania"?!
Fafón E parchè no? Se un an va d'acord, sa quei del Trebbi o sa quei del Borgh, en po' dmandè la separazion del territori?
Minghén Se oh! Méj de tutt! Acsé, dop, par gì a maréna ce tocca pasè al “Fosseior”?!
Fafón Co' c'entra? Se s'avessa da decida par una separazion pacifiga, basta a fè una legg sa le regol chier e precis par neatre e par lori. Co' c'è de straordineri? Lori i c' fà pasè in tel Trebbi par gì a fè el bagn dapid a la palèda e neatre a j fém pasè sotta el pont dla ferovia par fèj gì al camp spórtiv a veda a giughè al palon.
Minghén E dop el treno el pasa da neatre o da lori?
Fafón Par el treno s' pó fè paghè el dezi sotmont da divida a metà.
Minghén Eh sé! Méj de tutt. Po'magari, in t' l'ultim, la Strèda Granda, a la pudrésmi chiamè adiritura Via Gilberto Grossi. Acsé an ce mancaria gnent atre. Beda a gì valà sa le tu' idée rivoluzionèri. Te carén mia t' sì sempre più strampalèd.
Fafón Me an capésc parchè, tutt le volt ch'a dégh un qualco', t'ha da truvè sempre tantle dificoltà. I c'ha critichèd continuament parchè da neatre an c'è cl'umidità che a maréna la i entra in t'j oss anca d'estèd; parchè ann'avém l'esclusiva dle zanzer ch' c'è in tla zona la zona del Port e dla Foja; i ha sempre truvèd d'ardì anca parchè a parlèm un dialett diferent da quei del Borgh o del Ghett. T' me sa dì parchè a i avém da dipenda da lori?
Minghén E sa Gigion e la Bernarda cóm a la metém second te? Ló l'è nèd da le part de Calcinari lia la i è de via Cortirola… in do' è ch'a i registrém? In cità o in Pantania?
Fafón Par lori s' pò sempre fè un regolament specièl, no?
Minghén Beda a gì, va là! Facilon del cara! Sarà méj che t' vagh a tò anca te "Lo Specchio" se t' vo' essa un cuncinén più agiornèd su certi argoment.
Fafón Mo co' t' vo' ch'a possa agiornè, dì? Fin adess, ann' ho mèi avud tra le mèn gnanch'un numbre de ste giurnèl. Par metme in pèri me tocaria truvè anca tutt j aretrèd.
Minghén A mo, s' l'è par quest, è tant fècil. Cmincia a leggle da adess in avanti, no?
Fafón A i ho capid! A farò cóm te dic te, gió. Prò, arcordte ben che me, al togh sol par leggia parchè an so' bon da scriva gnanca i salut in t'una cartuléna ilustrèda.
Minghén Te, intant, chiaple e daj un'ochièda. Dop, s'an te l' fa te, par scriva, c'è sempre qualdun de lettra ch'il fà. Non dubitè. Par adess a t' salut.
Fafón Adio Minghén. Quant a c' arvedém a t' dirò co' l'è ch' a pens de ste spech'!
Minghén Ardaj sa ste spech'… "Lo Specchio" incantèd! “Lo Specchio”. Te l' capésc 'na bona volta. “Lo Specchio della città”! Il giornale dei pesaresi!
Fafón Va ben, va ben. Non te scaldè 'na mucchia ch'a i ho capid. Comunque adess a t' lasc Minghén.
Minghén D'acord! A c' arsentém pió in qua. Dop che sa “Lo Specchio” t' sarà un cuncén più informèd.
Fafón A t' salut Minghén.
Minghén Adio Fafón.

Carlo Pagnini

LA CARITA'

Vorrei raccontarvi questa storia sulla carità che ho sentito da un frate della chiesa di San Giovanni, tanti anni fa. C'era una famiglia pesarese che ormai era in mezzo a una strada: sfrattati dalla casa, tagliati i fili della luce, eccetera. Alcuni giovanotti della parrocchia hanno avuto compassione e hanno pensato di andare in giro a raccogliere qualche soldo per aiutare questa famiglia: possibilmente subito, senza aspettare che succedesse qualcosa o che magari qualcuno si ammazzasse per la disperazione, perché una volta succedeva anche questo.
Per prima cosa sono andati da un signore anziano, abbastanza ricco, che viveva solo, con una vecchia donna di servizio. Mentre bussavano alla porta, questi giovani sentirono un gran chiasso dall'interno. Il signore protestava contro la serva perché aveva consumato sette o otto fiammiferi per accendere il gas. Quei giovanotti stavano per andar via, pensando che quella non era la persona giusta a cui chiedere la carità; poi però presero coraggio e decisero di tornare indietro per provare comunque a bussare. Il signore aprì la porta, chiese che cosa volevano e, dopo aver ascoltato la storia di quella famiglia bisognosa, firmò subito un assegno di un milione (di allora). Allora uno di questi giovani gli disse: “Mi scusi, non che siamo stati a sentire cosa diceva, ma si sentivano dalla piazza gli urli contro quella povera donna perché usava cinque fulminanti per accendere il gas. E adesso ci dà un milione di carità?”.
“Appunto. Vi posso dare questa cifra perché ho risparmiato tutta la vita, anche sui fiammiferi. E quindi adesso ho qualche soldo da parte e posso fare la carità a chi ha bisogno”.

Guerrino Tonelli


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Antonio Glauco Casanova

<



TuttoPesaro  
  Questura o Prefettura nell'ex Riformatorio
<
  Riscoprire il crocefisso
<
  Controvento
<
  Aspes Multiservizi al Rossini Center
<
  La raccolta del frascame
<
  Targa premio al Gruppo ANMI
<
  Pellegrinaggi diocesani
<



TuttoFano  
  L'origine del 'Prelato'
<
  Fano Cenerentola?
<
  'Io Ricamo la Mia Città'
<
  Obiettivo Verde
<
  Denunc dj reddit
<



Opinioni e Commenti  
  Così mettete a rischio i nostri posti di lavoro
<
  Cozze e ideologie
<
  In letargo sul motorino
<
  Continua il dialogo di Alien con i lettori
<



Speciale  
  Tutti i deputati e i senatori
della nostra provincia
(1948-2001)

<
  Buon compleanno a tutti!
<



Salute  
  L'anoressia: Morire di fame
o fame d'amore?

<
  Ognuno di noi può salvare dodici vite umane ogni anno donando sangue
<
  La vita s'allunga ma la vecchiaia s'accorcia
<
  Se incontri un anziano
<



Consumatori  
  La società del piacere
<
  Perché leggere le etichette
<
  Il Caso: Tassato e mazziato
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Multiproprietà
<



Lettere e Arti  
  La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema
<
  Odio la musica 'usa e getta'
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Il 'Ricordo breve'
<
  Una febbre maligna a Pesaro nel 1603
<
  La mezzaluna di Nobili
<
  'Spazzacamin' a Mosca
<
  Ritorno alla città
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa