Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Odio la musica 'usa e getta'

La musica non è più una categoria dell'animo, è diventata un articolo di consumo usa e getta e meno costa e meglio è. È ormai una moda-necessità trasmettere musica ovunque: al supermercato, dal dentista, quando acquisti le scarpe, quando scegli un vestito, quando vai in tram, quando siedi in ristorante, dal fioraio, dal parrucchiere, dal radiologo e dal pescivendolo: la modernità ha pensato di spararti nelle orecchie un suono indefinito e non richiesto quasi per non permetterti di pensare più. E' musica che l'individuo non sceglie, che spesso non gradisce, quando poi non gli da addirittura sui nervi, musica imposta come sottofondo a rumori incontrollati, disparati e spesso fatali dello stesso ambiente in cui il cacofonico intrattenimento viene diffuso senza pietà: agli urli dei bambini, allo sbuffare dei motori, al sibilo del trapano, ai trilli dei telefonini, al parlottio inascoltato dei televisori accesi, alle sirene delle ambulanze si aggiunge il vociare pertinace dell'umanità che, proprio perché parla in un mondo pieno di rumore, parla sempre più ad alta voce.
«Come fate a sopportare questa musica no stop?» chiediamo alle cassiere dei bar, dei negozi e dei supermercati.
«Signora, cosa vuole, non la sentiamo più!»
E allora perché diffonderla? Nel perverso progetto di appiattimento generale forse si tende a privare perfino la musica del suo potere magico e farla complice di uno strisciante e diffuso e pericoloso tipo di malessere generalizzato che confonde pensieri, impedisce private elaborazioni rendendo impossibile quella sacrosanta e inalienabile capacità di scelta personale che dovrebbe chiamarsi democrazia o autonomia intellettuale. In questo scialo di suoni diventati per qualità e quantità rumori di fondo, la fa da padrona (per fortuna, perché la musica vera non sopporterebbe questo scempio nazional popolare) la musica leggera, leggerissima o quella da discoteca, imputata quest'ultima, assieme alle luci psichedeliche, all'alcool e alle droghe, dello sballo, ormai socialmente accettato, di tanti nostri ragazzi. Ma se è vero che gli anziani sono più numerosi dei giovani (cosa già triste e innaturale di per se stessa) va da sé e proprio per prepotenza di percentuali, che sono i vecchi ad essere le prime vittime involontarie della moda perversa della musica sempre e ovunque. Se i giovani desiderano ascoltare que-sta “loro” musica, vadano nei loro “ghetti” metropolitani, nei loro locali psichedelici, nelle loro discoteche assordanti dove, a volume nocivo, disabituandosi ad ascolti naturali e non super amplificati, possono mettere a repentaglio la loro capacità uditiva, il loro controllo sensoriale, il loro buon gusto e la loro cultura musicale. Ma noi che amiamo veramente la musica e che amiamo sceglierla secondo le nostre spirituali necessità, consapevoli che essa da corpo ai nostri pensieri e alle nostre emozioni, noi che l'ascoltiamo in luoghi idonei da esecutori “alti”, noi che ancora sappiamo valutare la differenza fra suono e chiasso, fra melodia e rumore, fra uso e abuso, noi, maggioranza vilipesa e trascurata, po-tremo mai chiedere di “spegnere” quella “musica” trasmessa a tutto volume nei tram, nei supermercati, nei negozi, dal parrucchiere senza sentirci dire ironicamente, e con la spocchia propria dei volgari e degli ignoranti: «Ma a lei, signora, la musica non piace?».


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Antonio Glauco Casanova

<



TuttoPesaro  
  Questura o Prefettura nell'ex Riformatorio
<
  Riscoprire il crocefisso
<
  Controvento
<
  Aspes Multiservizi al Rossini Center
<
  La raccolta del frascame
<
  Targa premio al Gruppo ANMI
<
  Pellegrinaggi diocesani
<



TuttoFano  
  L'origine del 'Prelato'
<
  Fano Cenerentola?
<
  'Io Ricamo la Mia Città'
<
  Obiettivo Verde
<
  Denunc dj reddit
<



Opinioni e Commenti  
  Così mettete a rischio i nostri posti di lavoro
<
  Cozze e ideologie
<
  In letargo sul motorino
<
  Continua il dialogo di Alien con i lettori
<



Speciale  
  Tutti i deputati e i senatori
della nostra provincia
(1948-2001)

<
  Buon compleanno a tutti!
<



Salute  
  L'anoressia: Morire di fame
o fame d'amore?

<
  Ognuno di noi può salvare dodici vite umane ogni anno donando sangue
<
  La vita s'allunga ma la vecchiaia s'accorcia
<
  Se incontri un anziano
<



Consumatori  
  La società del piacere
<
  Perché leggere le etichette
<
  Il Caso: Tassato e mazziato
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Multiproprietà
<



Lettere e Arti  
  La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema
<
  Odio la musica 'usa e getta'
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Il 'Ricordo breve'
<
  Una febbre maligna a Pesaro nel 1603
<
  La mezzaluna di Nobili
<
  'Spazzacamin' a Mosca
<
  Ritorno alla città
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa