Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

La vita s'allunga ma la vecchiaia s'accorcia
La rubrica del nonno del deserto – La longevità
E' nota la longevità degli italiani, che risulta da statistiche internazionali: seconda sola a quella dei giapponesi. Il centro Italia poi, specie le Marche, è la regione più longeva; quindi i marchigiani superano anche i giapponesi. In più, in un recente aggiornamento del Ministro della Sanità Veronesi, è stato constatato un aumento di un anno di vita in questi ultimi 4-5 anni, per cui la speranza di vita è di 76 anni negli uomini e 82 nelle donne.
Considerando che questa longevità è andata aumentando di oltre 30 anni dalla metà dell'800, si sarebbe indotti a pensare a una vecchiaia più lunga; invece, come fanno notare i geriatri, non è così. Anzi la vecchiaia si sta abbreviando, limitandosi sempre più agli ultimi 7-8 anni di vita. Infatti con i progressi della medicina, ad esempio nella cura delle malattie cardiovascolari e dei tumori; per le migliorate condizioni di vita, di alimentazione e per un diverso stile di vita, in genere sempre più diffuso, prolunghiamo la maturità riducendo sempre più la vecchiaia. Il persistere della vitalità e dell'energia fa sì che la vecchiaia intervenga sempre più tardivamente e per tempi sempre più brevi cosicché, negli ultimi anni della vita, si dice che “si muore in piedi”. E' ormai assodato che il concetto di salute non significa solo assenza di malattie, ma la presenza di un certo benessere; che è la sensazione di essere ancora vitali, in forma, giovani (da dimenticare gli anni che abbiamo) anche a 70 anni suonati.
Un tempo si diceva che facendo attività motoria: “Non vivrai un giorno di più ma godrai di un'eterna giovinezza”. Oggi viviamo anche di più, con una migliore qualità della vita, ma si dice che la vita si allungherà ancora maggiormente in base a varie constatazioni:
- Mortalità maschile. E' ancora molto elevata per incidenti stradali, incidenti sul lavoro, tossicodipendenze, Aids, suicidi, abuso di fumo e alcool. Nelle donne i tumori della mammella, che erano una delle principali cause di decesso, sono in diminuzione per la diffusione di accertamenti preventivi che tutte le donne ormai attuano specie in età perimenopausale.
- Trapianti d'organo. Altro elemento che avrà importanza per la longevità sarà che anche per la macchina del corpo umano abbiamo i pezzi di ricambio, cioè organi per trapianti. Questa sarà una chirurgia che aumenterà sempre più in un futuro prossimo. In questo modo si potranno salvare pazienti, altrimenti condannati, da gravi malattie che colpiscono organi indispensabili del corpo umano come il cuore, i reni, il fegato ecc.: con i trapianti si possono sostituire. Fatto veramente positivo, in questi ultimi anni un numero sempre maggiore di donatori ha dato e sta dando esplicito assenso agli uffici del Servizio Sanitario (ad esempio alle ASL) per la donazione di organi. Non ci si stanca mai di ricordare che la morte del donatore viene accertata da un equipe di specialisti, tecnici e medici con dati clinici (come assenza del respiro, dell'attività cardiaca, di riflessi ecc.) e con dati strumentali come l'elettroencefalogramma. Quando quest'ultimo esame dimostra che non c'è attività elettrica nel cervello, il paziente è come se fosse decapitato.
Da un punto di vista umano esiste la valenza etica positiva della donazione; chi sopravvive con un organo trapiantato avrà sempre una riconoscenza per il donatore deceduto; e i familiari sanno che una parte del corpo del caro defunto sopravvive nel trapiantato.
- Attività fisica e mentale. Dopo il pensionamento il lavoro intellettuale non deve cessare mai; le persone colte vivono più a lungo. Cessando anche una certa attività fisica dobbiamo impiegare le energie in attività che favoriscono la longevità come la cura della casa, dei nipoti, la socializzazione nei club, nelle gite, nelle palestre.
- Nuoto. Professionalmente devo fare una menzione particolare per l'attività motoria nelle piscine; l'acqua, a contatto con il corpo in movimento, esercita un massaggio attivo su tutti i tessuti con un'azione drenante, particolarmente utile per chi soffre di problemi circolatori, cellulite ecc.; con il galleggiamento tutti gli organi sono rilassati e il cuore lavora meglio con frequenze diminuite. Come ostetrico ricordo che il feto in gravidanza vive in movimento in un mezzo liquido (liquido amniotico): in nove mesi dall'unione di due cellule (lo spermatozoo maschile e la cellula uovo femminile) diventa un neonato di 3-4 chili, libero e spedito, come si dice. Un tale sviluppo non si verifica più nel resto della vita umana. Quindi il nuoto è il primo sport che facciamo, il più utile, quindi il migliore.
- Scarpe basse o tacchi alti? Importante è la deambulazione perché, tra gli altri vantaggi, va in funzione la spugna plantare; sotto la pianta dei piedi c'è un insieme di vasi sanguigni dove si raccoglie il sangue, che però viene spinto verso l'alto quando il piede si appoggia a terra quando si fa il passo. Se questa zona di appoggio (che funziona come una pompa) è più ridotta, come nelle donne che usano tacchi alti e molto alti (anche oltre i 6-7 centimetri), il sangue ristagna con gonfiori ai piedi, ai polpacci con predisposizione alla trombosi. Ricordo che, anche per altri motivi, le scarpe con i tacchi alti di qualunque misura sono sconsigliate in gravidanza.

Carlo A. Angelucci


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Antonio Glauco Casanova

<



TuttoPesaro  
  Questura o Prefettura nell'ex Riformatorio
<
  Riscoprire il crocefisso
<
  Controvento
<
  Aspes Multiservizi al Rossini Center
<
  La raccolta del frascame
<
  Targa premio al Gruppo ANMI
<
  Pellegrinaggi diocesani
<



TuttoFano  
  L'origine del 'Prelato'
<
  Fano Cenerentola?
<
  'Io Ricamo la Mia Città'
<
  Obiettivo Verde
<
  Denunc dj reddit
<



Opinioni e Commenti  
  Così mettete a rischio i nostri posti di lavoro
<
  Cozze e ideologie
<
  In letargo sul motorino
<
  Continua il dialogo di Alien con i lettori
<



Speciale  
  Tutti i deputati e i senatori
della nostra provincia
(1948-2001)

<
  Buon compleanno a tutti!
<



Salute  
  L'anoressia: Morire di fame
o fame d'amore?

<
  Ognuno di noi può salvare dodici vite umane ogni anno donando sangue
<
  La vita s'allunga ma la vecchiaia s'accorcia
<
  Se incontri un anziano
<



Consumatori  
  La società del piacere
<
  Perché leggere le etichette
<
  Il Caso: Tassato e mazziato
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Multiproprietà
<



Lettere e Arti  
  La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema
<
  Odio la musica 'usa e getta'
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Il 'Ricordo breve'
<
  Una febbre maligna a Pesaro nel 1603
<
  La mezzaluna di Nobili
<
  'Spazzacamin' a Mosca
<
  Ritorno alla città
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa