Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Rievocata a Tavullia l'epopea della Benelli


Macchine e piloti nella leggenda

Rapido flash su una bella manifestazione: allineati sulla piazza di Tavullia, come "purosangue" ai nastri di partenza, c'erano domenica 19 maggio sei stupende quattro cilindri degli anni '70: tre Moto Benelli e tre MV Agusta da competizione. Il maltempo non ha impedito che dopo il dibattito, svoltosi nella sala del Consiglio comunale alla presenza del Presidente della Provincia Ucchielli, alcune iniziassero a rombare, zigzagando sull'asfalto viscido per la pioggia; preludio a quella pioggia che qualche ora più tardi sarebbe caduta anche in Francia, sul Circuito di Le Mans, dove Valentino Rossi è riuscito ad aggiudicarsi l'ennesimo successo in una prova del motomondiale.

Al raduno storico-sportivo di Tavullia si è rievocata una straordinaria sfida motociclistica: quella svoltosi sul circuito di Villa Fastiggi nel lontano 1972, quando il "mitico" finlandese Jarno Saarinen, riuscì a dominare ed a vincere nelle due classi, "500" e "350", battendo con due moto Benelli il quindici volte campione del mondo Giacomo Agostini, in sella alla prestigiosa ed imbattibile MV Agusta. Il Comune di Tavullia, con in testa il Sindaco Giancarlo Borra, e l'Europa Racing, di proprietà dell'industriale Giuseppe Sandroni, hanno voluto ricordare l'evento; presenti molti piloti (quali Provini, Grassetti, Campanelli, Venturi), tecnici, progettisti, meccanici di quel periodo veramente d'oro nel nostro motociclismo. Altro nome tra i tanti, il pesarese Giancarlo Morbidelli, anch'egli industriale del legno con l'hobby delle moto e delle conquiste mondiali.

Ma, come primo anello della catena, va ancora una volta ricordata, esaltata, elogiata quella operosa famiglia Benelli: i sei maschi erano Giuseppe, Giovanni, Francesco, Domenico, Filippo, Tonino, tutti nati a Tavullia (all'epoca chiamata "Tomba di Pesaro"), figli di una madre (Teresa Boni, presto vedova di Luigi Benelli) lungimirante, attiva, protagonista anch'essa di quella trasformazione agricolo-industriale che ancora oggi, a distanza di quasi un secolo, appare, a dir poco, miracolosa. La nascita, cioè, di una fabbrica specializzata in "meccanica di precisione", la progettazione ed il varo di decine e decine di modelli di ogni cilindrata e tipo, l'impiego di oltre mille operai negli anni dell'ultimo conflitto mondiale, la conquista di due titoli iridati, con affermazioni nazionali e internazionali un po' ovunque. Ma soprattutto – ed è qui il merito più grande da attribuire al ceppo Benelli – la creazione di una scuola di lavoro, di progettualità, di innovazioni tecnologiche nel campo della meccanica (non dimentichiamo mai l'autovettura progettata da Giuseppe Benelli nel 1940 a conferma della sua grande genialità creativa), premessa unica per la nascita di una Pesaro industriale, più volte indicata come la "Maranello" dell'Adriatico.

Giacomo Agostini, ancora oggi il simbolo del motociclismo italiano (122 successi nelle gare di motomondiale) è giunto puntuale alla festa di Tavullia, accompagnato dalla graziosa consorte Maria, e dai due stupendi giovanissimi "eredi" Vittoria e Piergiacomo, per rendere doveroso omaggio alla Benelli, che a lui, quindici volte campione del mondo, ha saputo più volte contrastare il successo.

Paolo Albini Ricciòli


 
 
 
 
FattiNostri  
  Speciale 5 anni
<
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Alfredo Chiappori

<



TuttoPesaro  
  San Giovanni:
una biblioteca
per le famiglie

<
  Franco Bucci:
l'arte come diritto

<
  I Premi del Circolo
della Stampa 2002

<
  Par San Gvan
<
  Un amabile
torneo amatoriale

<
  Addio maestra De Cecco
<



TuttoFano  
  Fano el pòrt i sapór del mâr
<
  Personaggi fanesi
visti da 'Marius':
Paolo Del Bianco

<
  Studenti 'fuori classe'
<



Opinioni e Commenti  
  Israele si merita
gli uomini-bomba

<
  Il manager dell'amore
<
  Il lungo lamento
delle voragini carsiche

<
  Hanno detto
<
  Primavera senza rondini?
<
  Pensieri in libertà
<



Salute  
  I rischi mortali dei fumatori
<



Salute e Società  
  Il doping dei ciclisti
<
  L'omosessualità
è una malattia?

<



Società  
  Stampa e pubblicità
<
  Inaugurato in Giappone
il Museo Vangi

<
  Nuovi scrittori
<
  Un racconto
porno-soft
di Marcello Mamini

<



Consumatori  
  Un treno merci
verso il nulla

<
  Alimentazione biologica: chi controlla i controllori?
<
  Il Caso: Il conto
del meccanico

<
  Banche e Assicurazioni
<
  Buoni consigli
<
  I falsi miti della pubblicità
<



TuttoSport  
  Rievocata a Tavullia l'epopea della Benelli
<
  I protagonisti storici
della Vis Pesaro:
Pavinato e La Volpicella

<



Speciale 5 anni  
  Un concorso per i lettori:
lo specchio allo specchio

<
  La scommessa
<
  Se 5 anni vi sembran pochi...
<
  I messaggi augurali
<
  I numeri
<
  Tutti i nostri redattori
<
  Personaggi allo Specchio
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa