Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Il doping dei ciclisti
Scandalo al Giro d’Italia

Oltre diecimila specialità medicinali, in vendita anche in Italia, sono classificate dal CIO (Comitato Internazionale Olimpico) come farmaci doping, farmaci con restrizioni d'uso e farmaci consentiti. Questi elenchi servono sia a prevenire l'uso del doping negli sport agonistici, sia a mettere in guardia i giovani, e i dilettanti in genere, circa i gravi rischi per la salute.

Maglie rosa e maglie nere

In questi giorni, come in altri Giri d'Italia degli anni passati, la lista delle giornate nere della maglia rosa si allunga sempre di più. Ha fatto effetto il primo caso di Merckx, trovato positivo al controllo antidoping il 2 giugno del 1969 e mandato a casa da Savona; per non parlare dello shock provato da noi sportivi per l'allontanamento di Pantani il 5 giugno 1999. L'ultima pagina nera è quella del 17 maggio scorso quando, per la prima volta nella storia del ciclismo, un corridore (in questo caso Nicola Chesini) è stato addirittura arrestato da agenti della polizia giudiziaria di Salò per traffico di sostanze dopanti. Non basta! Nella serata dello stesso giorno, durante la cena di tutta la squadra Mapei, in un'atmosfera di allegria per le recenti vittorie di Stefano Garzelli, maglia rosa da tre giorni, il giudice dell'UCI (Unione Ciclistica Italiana) ha chiamato prima i dirigenti della squadra Mapei e poi Garzelli perché all'esame delle urine, dopo la vittoria di Liegi, erano state trovate tracce di Probenecid, che è un diuretico usato per mascherare i farmaci dopanti: in questo caso, gli anabolizzanti. In passato, nonostante la positività per questo farmaco, proibito dal CIO e non dall'UCI, Pedro Delgado, dichiaratosi innocente, è arrivato a Parigi in maglia gialla nel 1988.

Oltre a Garzelli sono risultati "non negativi" all'EPO (eritropoietina) il russo Faat Zakirov e Filippo Perfetto che non hanno preso il via il giorno dopo; mentre la Mapei ha deciso di continuare il Giro in attesa delle controanalisi. Però è stata confermata la positività di Garzelli, costretto a lasciare il Giro dopo la squalifica immediata.

Le principali sostanze

EPO. E' un ormone di origine renale che stimola la produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo. Viene prodotto sinteticamente dall'industria farmaceutica e usato in medicina in casi di gravi anemie e per interventi chirurgici. Dato che non è possibile con gli esami ematologici diagnosticare la differenza tra l'eritropoietina naturale e quella farmacologica, ci si basa sui valori dell'ematocrito che è il rapporto tra la parte corpuscolata del sangue (globuli rossi) e la parte liquida (plasma).

NESP. E' una proteina (Noves Erithropoiesis Stimulating Protein), detta anche Darbepoetina, che ha gli stessi effetti dell'EPO ma non è presente nell'organismo umano; per cui si può stabilire il doping con la ricerca diretta nelle urine.

L'ematocrito in questi due ormoni serve anche a scopo terapeutico perché, se è elevato, provoca un ispessimento del sangue che diventa in casi gravi denso come la pece, circola male, può coagulare nei vasi dando trombosi e embolìe. La NEPS si preferisce perché una volta assunta agisce lentamente con effetti positivi più a lungo rispetto alla classica EPO.

PROBENECID. E' un derivato liposolubile dell'acido benzoico, il quale attiva la diuresi in tempi stabiliti, in modo che l'eliminazione con le urine del farmaco dopante coincide con quella del Probenecid; quindi nelle urine non c'è più traccia delle sostanze ingerite. I diuretici servono anche per far perdere rapidamente peso in quegli sport che prevedono categorie di peso; in questi casi il rapido calo di peso può provocare collassi, disturbi circolatori e psichici. Per questo anche i diuretici sono inclusi negli elenchi delle sostanze proibite.

GLI ANABOLIZZANTI. Sono il testosterone, ormone maschile prodotto dai testicoli, l'epitestosterone e tutta una serie di sostanze con struttura e attività simili che aumentano le masse e la potenza muscolare, la carica agonistica, ma danneggiano il fegato, la pelle, il cuore, i vasi sanguigni e l'equilibrio ormonale. Il loro uso può provocare lo sviluppo di tumori e turbe di natura psichiatrica. L'uso del testosterone negli adolescenti (dai 14-15 ai 21-22 anni) può arrestare la crescita.

Tutte queste sostanze, che in dosi elevate sono doping, con gravi danni all'organismo e relative squalifiche, in dosi minime sono farmaci che vengono usati in medicina per certe patologie che vanno documentate e giustificate dai medici sportivi.

Infine gli stimolanti (ora poco usati) come le anfetamine, l'efedrina e sostanze affini possono provocare alte pressioni sanguigne, disturbi cardiaci e casi mortali, anche con dosi basse, in casi di massima attività fisica.

Purtroppo nei dilettanti i controlli antidoping non esistono, o sono rari, ma la guerra al doping va attuata con rigorosi controlli su tutti gli atleti a tutte le età e con una corretta informazione. E poi in fondo, se nessuno si drogasse, la graduatoria a fine gara sarebbe uguale a quella in cui sono tutti drogati. E senza pericoli per la salute…

Carlo A. Angelucci


 
 
 
 
FattiNostri  
  Speciale 5 anni
<
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Alfredo Chiappori

<



TuttoPesaro  
  San Giovanni:
una biblioteca
per le famiglie

<
  Franco Bucci:
l'arte come diritto

<
  I Premi del Circolo
della Stampa 2002

<
  Par San Gvan
<
  Un amabile
torneo amatoriale

<
  Addio maestra De Cecco
<



TuttoFano  
  Fano el pòrt i sapór del mâr
<
  Personaggi fanesi
visti da 'Marius':
Paolo Del Bianco

<
  Studenti 'fuori classe'
<



Opinioni e Commenti  
  Israele si merita
gli uomini-bomba

<
  Il manager dell'amore
<
  Il lungo lamento
delle voragini carsiche

<
  Hanno detto
<
  Primavera senza rondini?
<
  Pensieri in libertà
<



Salute  
  I rischi mortali dei fumatori
<



Salute e Società  
  Il doping dei ciclisti
<
  L'omosessualità
è una malattia?

<



Società  
  Stampa e pubblicità
<
  Inaugurato in Giappone
il Museo Vangi

<
  Nuovi scrittori
<
  Un racconto
porno-soft
di Marcello Mamini

<



Consumatori  
  Un treno merci
verso il nulla

<
  Alimentazione biologica: chi controlla i controllori?
<
  Il Caso: Il conto
del meccanico

<
  Banche e Assicurazioni
<
  Buoni consigli
<
  I falsi miti della pubblicità
<



TuttoSport  
  Rievocata a Tavullia l'epopea della Benelli
<
  I protagonisti storici
della Vis Pesaro:
Pavinato e La Volpicella

<



Speciale 5 anni  
  Un concorso per i lettori:
lo specchio allo specchio

<
  La scommessa
<
  Se 5 anni vi sembran pochi...
<
  I messaggi augurali
<
  I numeri
<
  Tutti i nostri redattori
<
  Personaggi allo Specchio
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa